chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

· gennaio, 2011

articoli mini-profilo di Politica da gennaio, 2011

leggi l

Maldive: solidarietà con l'Egitto e affinità storiche

  31 gennaio 2011

Gli avvenimenti che stanno avendo luogo in Egitto hanno elettrizzato i netizen delle Maldive, per i quali l'evento in corso assume un significato particolare e riporta alla memoria le proteste di qualche anno fa a favore della democrazia nell’isola dell’Oceano Indiano.

leggi l

Egitto: quinto giorno di scontri e proteste

  29 gennaio 2011

Mentre le proteste continuano a dilagare per il quinto giorno consecutivo, i netizen di tutto il mondo sono in prima linea per osservarne con attenzione gli sviluppi. Gli ultimi rilanci via Twitter rivelano l'attenzione di cittadini di altri Paesi del mondo arabo e il ricordo delle vittime degli scontri (Al Jazeera parla di almeno cento morti finora).

Egitto: “Sarà il popolo a far crollare il regime!”

  29 gennaio 2011

In tutto il mondo la gente è rimasta davanti alla televisione e al computer con il fiato sospeso, mentre gli egiziani scendevano in strada dopo le preghiere del venerdì. Nel quarto giorno consecutivo di proteste e pur con Internet 'spenta', il flusso di notizie è proseguito grazie ai canali satellitari e agli aggiramenti del blocco escogitate dai cyber-attivisti locali.

Yemen: in migliaia a protestare contro Saleh

  28 gennaio 2011

Rapporti di proteste in Yemen sono state accolte con gioia in tutto il mondo arabo, dove gli internauti stanno mostrando grande sostegno per i loro fratelli e sorelle yemeniti. Dai resoconti provenienti dal Paese, migliaia di persone stanno manifestando nella capitale Sanaa, invitando il presidente Saleh a dimettersi.

Egitto: cala la notte dopo una giornata di rabbia

  27 gennaio 2011

Anche durante la notte sono proseguite, a Il Cairo e in altre aree del Paese, le manifestazioni di protesta. Oltre alla (prevista) violenza della polizia, molti 'tweet' rilanciano appelli all'unità della popolazione e segnalano il sostegno concreto offerto ai manifestanti da parte di residenti e negozianti locali.