chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

articoli mini-profilo di Rifugiati

Da bambina rifugiata a giornalista: la liberiana Tecee Boley ha tracciato il suo stesso percorso nei media

Motivata dall’esperienza traumatica vissuta da bambina che ha portato alla morte di una sua amica, Boley ha utilizzato il giornalismo come potente mezzo di cambiamento.

Per questa rifugiata siriana, la traversata in gommone verso la Grecia “sembrava un viaggio senza fine”

"Quando la barca veniva portata su e giù dalle onde, le persone pregavano. [...] la maggior parte degli uomini ricorda Dio soltanto nelle difficoltà. "

Somalia: malgrado gli aiuti di diffonde l'emergenza per la sicurezza alimentare

Quando il Corno d'Africa ha affrontato “la più grave emergenza alimentare al mondo dei nostri giorni,” gli esperti hanno annunciato che la carestia in Somalia sarebbe peggiorata ulteriormente....

Aiutare i rifugiati in Europa a restare connessi ad internet

"Restare connessi con la famiglia è una priorità per i nuovi arrivati che vogliono far sapere ai propri cari di essere salvi."

Migranti venezuelani sotto sfratto in Brasile

A settembre 2020, l'esercito brasiliano ha informato la comunità "Ka’Ubanoko" che dovranno lasciare il locale entro il 28 ottobre; il termine è stato spostato a...

“Non tornare o sparirai”: una madre uigura supplica la figlia all'estero

GV ha intervistato Mehbude Abla, un'uigura attivista 38enne che vive in Austria dal 2004. I membri della sua famiglia rimasti nello Xinjiang sono ora in...

Con le nuove leggi anti migrazione, lo spazio della società civile in Ungheria continua a ridursi

"Il governo ungherese prende di mira le ONG... le uniche ONG che lavorano sui diritti civili: indagando abusi, rappresentando manifestanti..."

In Nepal, la campagna vaccinale contro la COVID-19 è flagellata dall’ “infodemia”

"Incapacità di comunicare, di placare i timori sugli effetti collaterali e di assicurare l'accesso nelle aree remote sono stati di ostacolo a una migliore copertura."

Durante la Guerra Fredda, gli intellettuali latinoamericani hanno trovato rifugio nella Praga comunista

Durante la Guerra Fredda, per sfuggire alla repressione nei loro paesi d'origine anti-comunisti e autoritari, gli scrittori latino-americani trovavano rifugio nella Praga comunista.

Addio a Mourid Barghouthi: il mondo piange il poeta palestinese

Mourid scrisse: "È bello morire, una volta, con le mani incrociate sul petto, vuoto e pallido, senza graffi, senza catene, senza bandiere, e senza petizioni."

‘Nessuno conosce la loro storia’: una psicologa bhutanese americana dà voce ai profughi

Luna Acharya Mulder comprende la psiche dei rifugiati. Crescendo, ha vissuto tra due mondi molto diversi: New York e i campi profughi in Nepal.

La persecuzione delle minoranze musulmane in Cina: una studentessa uigura che vive in Turchia racconta la sua storia

Sono arrivata in Turchia legalmente, con un passaporto emesso dalle autorità cinesi. Perché la mia famiglia dev'essere punita?