chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

articoli mini-profilo di Rifugiati

In Siria l'incubo continua tra la paura per il nuovo coronavirus

Questo affollamento di profughi ha sollevato preoccupazioni a livello internazionale, poiché tale comunità, vivendo in condizioni durissime, potrebbe essere severamente colpita dalla pandemia di COVID-19.

Un anno lontana dalla Siria

Cosa succede ad un'attivista siriana e ai sui ideali, una volta scappata dalla sua città devastata?

“Vogliono massacrarmi”: gli atei somali vivono nel terrore

Molti somali atei, sparsi nel mondo, sono costretti a tacere le proprie idee per paura di essere attaccati dai fondamentalisti religiosi musulmani.

Una sensazione di disperazione: intervista a un rifugiato uiguro in Turchia

La politica razziale del governo cinese costringe i giovani uiguri ad abbandonare la Cina e a rimanere in esilio.

La pandemia spinge oltre 34.000 migranti venezuelani a tornare a casa

500 migranti al giorno giungono alla città di frontiera di Cúcuta per ritornare in Venezuela. Fino al 15 aprile, la città ha visto un transito di...

Prima delle controverse elezioni, il Burundi affronta i suoi primi casi di COVID-19

Le prossime elezioni in Burundi sono circondate da preoccupazioni per sicurezza e trasparenza. Ora, la pandemia COVID-19 pone un altro problema di sicurezza pubblica.

COVID-19 in prima linea: testimonianza di una infermiera volontaria australiana

"Ci sono regioni, nel mondo, dove la popolazione non può comprare sapone e non ha accesso all'acqua corrente. Sono le nazioni che soffriranno di più..."

Discreto riconoscimento in Giappone per Sugihara Chiune nel 75° anniversario della liberazione di Auschwitz

Nel 1940, il diplomatico Sugihara, allora in missione in Lituania, rilasciò 6000 visti agli ebrei in fuga verso le Americhe attraverso il Giappone.

Il COVID-19 colpisce anche le donne migranti indigene del Venezuela

Si è parlato tanto della crisi migratoria venezuelana e dell'aumento dei camminatori venezuelani, ma non si sa molto della situazione delle donne migranti indigene.

Dal Cox's Bazar a Yangon, i poeti mostrano solidarietà alla minoranza Rohingya in Myanmar

Una lettura pubblica di poesie a Yangon in Myanmar ha mostrato solidarietà e supporto alla minoranza etnica dei Rohingya, oppressa dalle autorità burmesi.

Rifugiati nei campi dell'Etiopia preoccupati per privacy ed esclusione dalla nuova registrazione digitale dell'UNHCR

La registrazione biometrica consente ai rifugiati un ID digitale per accedere all’assistenza. Questo ha sollevato serie preoccupazioni sulla privacy e sull'esclusione dei rifugiati in Etiopia.

Per i rifugiati Rohingya i sistemi di identificazione significano coercizione, violenza e negazione dell’identità etnica

"Ci hanno detto che avrebbero sospeso le razioni e che non potevamo stare nei campi. Non avevamo scelta".