chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

· febbraio, 2010

articoli mini-profilo di Guerra & conflitti da febbraio, 2010

24 febbraio 2010

Congo: elettrodomestici e computer alimentano il conflitto bellico?

L'estrazione del coltan (o columbo-tantalite), minerale impiegato per le resistenze dei gadget elettronici e paragonato ai "diamanti insanguinati", ha provocato danni ambientali, abusi dei diritti...

23 febbraio 2010

Niger: generale soddisfazione dei netizen per la deposizione del Presidente Tandja

Il colpo di Stato di pochi giorni fa è conseguenza della perdurante crisi politica e dell'illegale modifica della costituzione da parte del Presidente, per concedersi...

22 febbraio 2010

India: reazioni al film My Name is Khan rivelano differenze politiche e culturali

Un sguardo ai post in hindi sulla nuova pellicola targata Bollywood, che va fortissimo in Nord America, rivela un aspetto interessante: le reazioni al film...

18 febbraio 2010

India: tensione nelle reazioni online al pesante attentato terroristico a Pune

All'indomani della riapertura dei negoziati di pace tra India e Pakistan, la bomba in un noto ristorante turististo nei pressi dell'Ashram di Osho provoca altri...

17 febbraio 2010

Darfur: rimane grave la crisi umanitaria, soprattutto ai danni dei più giovani

Conversations for a Better World

Pur con la netta diminuzione dei conflitti armati, i problemi rimangono particolarmente per i più giovani. E sono proprio i ragazzi, dal Sudan al resto...

8 febbraio 2010

Pakistan: Karachi sotto attacco

Il 5 febbraio due attentati hanno colpito gruppi di pellegrini sciiti a Karachi, provocando 15 morti e 70 feriti. Solo l'ultimo episodio di una lunga...

6 febbraio 2010

Palestina: la mercificazione di Gaza

Exiled è un blogger che ha recentemente lasciato Gaza, e che non ha fretta di tornare. In questa traduzione di un suo recente post, vediamo...