chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

· novembre, 2018

articoli mini-profilo di Guerra & conflitti da novembre, 2018

25 novembre 2018

L'arrivo della ‘carovana dei migranti’ mette a nudo il lato anti-immigrazione del Messico

"Il Messico ha una lunga tradizione di porte aperte verso i perseguitati, esiliati o vittime di violenza. Perchè esistono rifugiati di prima e seconda classe?"

19 novembre 2018

Gli architetti siriani sfidano la ricostruzione del ‘dopoguerra’ con progettazioni in tempo reale

"Architetti e urbanisti disegnano talvolta magnifici schizzi, tuttavia ogni linea inserita deciderà chi potrà tornare nella città e chi non sarà in grado di ritornare."

Dai tifosi di calcio agli appassionati di libri: ecco i diversi volti della resistenza del Brasile

Abbiamo compilato una lista di alcuni titoli di giornale dal Brasile che non hanno trovato ampia diffusione tra i media in inglese e internazionali.

Perché la lunga marcia di un elefante è un segno di speranza per la Somalia martoriata dalla guerra

"I miracoli si avverano, adesso dobbiamo tenere d'occhio questo elefante. E i somali dovrebbero essere incoraggiati in favore della salvaguardia e non dell'uccisione degli animali."

16 novembre 2018

In questo periodo politico complesso, i brasiliani temono che il diritto a manifestare nelle università sia in pericolo

La settimana precedente le elezioni, gli istituti hanno subito azioni legali. Diverse università pubbliche hanno confiscato bandiere e vietato manifestazioni pro-democratiche e contro il fascismo.

15 novembre 2018

Gli sfollati di Ghouta Orientale sono bloccati tra decisioni impossibili da prendere

The Bridge

Le masse sfollate da Ghouta sono arrivate in Siria settentrionale distrutte da ricordi insopportabili e la pressione di iniziare delle esistenze migranti, con scelte difficili.