chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

· gennaio, 2020

articoli mini-profilo di Europa centrale & orientale da gennaio, 2020

I lavoratori ucraini si battono contro il controverso nuovo codice del lavoro

Secondo attivisti ucraini e internazionali, la nuova proposta di legge indebolirà radicalmente i diritti dei lavoratori e il ruolo dei sindacati sul posto di lavoro.

L'Albania torna lentamente alla normalità dopo un terremoto devastante

Sebbene il terremoto del 26 novembre abbia lasciato 51 morti e migliaia di senza tetto, le città colpite sono completamente addobbate per i festeggiamenti di...

Le abitudini di uso dei media nella minoranza vietnamita in Repubblica Ceca: intervista col professor Tae-Sik Kim

L'importante comunità vietnamita in Repubblica Ceca contribuisce alla formazione di una nuova cultura che unisce elementi di entrambi i paesi.

L'ultima proposta del romanziere di culto Pelevin divide e confonde i critici in Russia

L'ultimo romanzo di Viktor Pelevin, un racconto di "meme per la fabbricazione di armi", è creativo ma spesso considerato troppo audace.

Nel 2019 gli amanti di fumetto del sud Europa hanno festeggiato il 50esimo anniversario di tre opere di culto

Nel 2019 tre pubblicazioni culto del fumetto compiono cinquant'anni: la serie italiana Alan Ford, l' "Asterix Yugoslavo" Dikan e il giornale serbo Stripoteka.

Lunga vita a Večerníček: l'eterno fascino di un programma televisivo ceco per bambini da oltre 50 anni

Il format dello show è rimasto invariato e rappresenta un ricordo d'infanzia comune per i milioni di bambini cecoslovacchi di ieri e oggi.

I gruppi anti vaccinisti dei Balcani trovano sostegno nella Chiesa ortodossa russa

La Chiesa Ortodossa Russa difende il diritto dei genitori di scegliere di non vaccinare i figli.

I nazionalisti serbi vogliono costruire uno stravagante Arco di Trionfo in un parco di Belgrado

L'iniziativa ha tracciato i confronti con simili iniziative architettoniche di altri regimi autoritari nei Balcani.

Il governo macedone promette di ritirare un testo scolastico misogino

Il testo è usato per l'insegnamento nelle scuole macedoni dal 2002.