chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

· dicembre, 2011

articoli mini-profilo di America Latina da dicembre, 2011

leggi l

Perù: canzoni natalizie afro-peruviane

  30 dicembre 2011

Questa festività cristiana, approdata in Sud-america con gli Spagnoli all'inizio del XVI secolo, ha subito riadattamenti in base alle diverse comunità del Paese. E gli afro-peruviani vi hanno inglobato espressioni artistiche create appositamente per occasioni simili.

leggi l

Cile: mobilitazione contro la cementificazione delle Dune di Concón

  30 dicembre 2011

Dopo più di vent'anni di lotta contro la realizzazione di un progetto immobiliare in questo fragile e unico ecosistema, residenti e netizen hanno fatto fronte comune per infondere più vigore alla protesta nel giorno in cui l'impresa ha dato formalmente il via ai lavori. Monta il cyber-attivismo.

leggi l

Desarrollando América Latina: open data e informatica sociale

  29 dicembre 2011

Rilanci e commenti dopo l'evento pubblico che ha visto programmatori e attivisti di vari Paesi sudamericani sviluppare soluzioni tecnologiche per l'impiego degli 'open data' in settori quali istruzione, sicurezza e bilancio statale. Parole chiave dell'iniziativa: partecipazione, creatività, condivisione.

leggi l

Perù: social media danno spazio al dibattito sul razzismo

  27 dicembre 2011

Un caso di presunta discriminazione avvenuto in un cinema della capitale Lima, riaccende il dibattito sul razzismo. I netizen commentano quanto avvenuto e altri incidenti simili interrogandosi sul problema della discriminazione razziale in una società complessa e multiculturale come quella peruviana.

leggi l

Global Voices: campagna donazioni 2012

  26 dicembre 2011

Il 2011 è stato un anno straordinario per la diffusione dell'informazione in rete. Global Voices era presente quando sono scoppiate le rivolte e quando sono cadute le dittature, mentre l'eco degli avvenimenti in corso rimbalzava da un capo all'altro del mondo grazie alla nostra rete di collaboratori. E il 2012 sarà un anno altrettanto importante per i citizen media e Global Voices, grazie anche al tuo contributo!

leggi l

Brasile: ancora violenza contro i Guarani-Kaiowá

  23 dicembre 2011

Il mese scorso 42 uomini armati hanno attaccato una riserva indigena del Mato Grosso do Sul, uccidendo fra gli altri anche Nísio Gomes, 59, capo dei Guaraní Kaiowá. Ennesimo atto di violenza contro questa comunità le cui terre sono contese dalle maggiori imprese di biodiesel, che sfruttano la manodopera indigena in condizioni di schiavitù.

leggi l

Venezuela: combattere la violenza urbana

  14 dicembre 2011

Per contrastare il dilagante fenomeno, si ricorre a una struttura speciale delle forze armate, nota come la Guardia del Popolo -- decisione che suscita interesse, preoccupazione e scetticismo tra i netizen venezuelani.

leggi l

Perù: Parlamento approva il reato di femminicidio

  9 dicembre 2011

Il parlamento ha approvato la normativa che definisce il femminicidio come reato punibile con un massimo di 25 anni di carcere. La legislazione vigente prevedeva la possibilità per l'assassino di una donna di uscire in libertà dopo soli due anni. Raccolta di commenti online, sia favorevoli che contrari.

leggi l

Perù: proteste portano alla sospensione del progetto minerario Conga

  7 dicembre 2011

La forte opposizione dei cittadini locali ha portato alla sospensione temporanea dei lavori nelle miniere d'oro di Conga, ma l'obiettivo è arrivare alla sua definitiva cancellazione. Il progetto minaccia infatti 20 lagune, fondamentali per l'ecosistema circostante e la vita di quanti vivono nella zona.

leggi l

Amazzonia: nuova ‘meraviglia della natura’ ma non senza problemi

  6 dicembre 2011

L'Amazzonia peruviana è stata dichiarata provvisoriamente una delle "7 Nuove Meraviglie Naturali del mondo". C'è chi spera ciò possa beneficiare l'area di Loreto e la città di Iquitos, soprattutto rispetto al turismo. Tuttavia diversi netizen si chiedono: la regione è davvero pronta per una tale svolta?