chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

· novembre, 2019

articoli mini-profilo di Medio Oriente & Nord Africa da novembre, 2019

Netizen Report: gli abusi sui domestici nel Golfo rivelano l'incapacità delle aziende tech di proteggere i diritti umani

Al sommario di questo numero: Kuwait, Arabia saudita, Russia, Stati Uniti, Iraq, Pakistan e del sud-est asiatico.

Campanello d'allarme o campagna diffamatoria? Una pubblicità di assorbenti divide l'opinione pubblica in Turchia

In Turchia, una famosa marca di assorbenti è oggetto di critiche dopo aver diffuso una pubblicità femminista.

Palestina: il segno lasciato da 50 anni di occupazione israeliana

"#Occupazioneè non essere in grado di far visita ai tuoi parenti che vivono a 10 minuti di distanza... senza il permesso dei tuoi occupanti"

Colf migranti del Bangladesh tornano dall'Arabia Saudita con storie di gravi abusi

900 collaboratrici domestiche sono tornate dall'Arabia Saudita nel 2019 accusando i datori di lavoro di abusi fisici e sessuali - più di 100 sono morte.

Netizen Report: in che modo le proteste in Libano incidono sui diritti digitali?

Le proteste continuano in Libano, il servizio telefonico è tornato in Kashmir (ma internet è inattivo) e in Egitto continuano ad essere censurati su Twitter.

Il cammino dell'Iran verso il blocco dei servizi internazionali continua con il bando di Google Play

Il blocco di Google Play segue la strategia delle autorità per favorire l'uso di app e servizi nazionali e limitare la disponibilità di servizi internazionali.

I bambini invisibili dell'Iran

"Viste le passate discriminazioni della Repubblica Islamica nei confronti delle minoranze etniche e religiose, l'assenza di infrastrutture, la negligenza economica e l'estrema povertà sembrano intenzionali...."

Netizen Report: Iraq e Ecuador affrontano blocchi di internet durante le proteste in corso

Reti chiuse in Turchia, Iraq e Ecuador. Le aziende statunitensi stanno tagliando fuori i venezuelani e i censori oscurano contenuti sulle proteste di Hong Kong.

Una nazione esiliata: tutto il mondo dovrebbe sostenere l'autodeterminazione del Sahara Occidentale

Il popolo saharawi vive in esilio dal 1975, quando, in seguito al ritiro della Spagna dall'Africa, gli eserciti di Marocco e Mauritania occuparono il territorio.

Il successo immediato di una canzone rap fa diventare gli autori eroi della giustizia sociale in Turchia

Con milioni di visualizzazioni, in crescente aumento, la canzone "non si può restare in silenzio" sta facendo scalpore e aprendo menti in Turchia.

Dalla Siria al mondo: note sulla tirannia, la guerra e la disperazione

Sono storie vere che mandano un messaggio forte e chiaro: i siriani meritano di vivere in pace, dignità e libertà, come qualsiasi cittadino del mondo.

Mentre i manifestanti protestano per le elezioni presidenziali, il governo in Algeria intensifica la repressione

Il potere algerino cerca di impedire le marce pacifiche ma fallisce, i manifestanti sono determinati a far cadere un sistema che imperversa dall'Indipendenza del 1962.