chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

giugno, 2008

articoli da giugno, 2008

Citizen Media Summit – 28 giugno

  28 giugno 2008

Giornata intensa e sicuramente interessante, quella di oggi, sabato 28, al Citizen Media Summit di Budapest. Si continua a discutere di di tutte le cose importanti che Global Voices Online sta portando avanti. Ecco di seguito una breve vetrina fotografica sui lavori odierni.

Brevi note dal Summit di Budapest

  28 giugno 2008

Lasciando alle prossime ore riflessioni piu' sistematiche e approfondite, alcuni rapidi flash. Siamo in oltre 80 persone a seguire i lavori. La giornata di ieri, venerdì 27, è stata veramente coinvolgente, con interventi legati alla censura in atto in diversi Paesi, dove un commento non in linea con il pensiero governativo può costare anche tre anni di carcere. Oggi invece, sabato 28, i temi trattati appaiono meno drammatici ma certamente non meno interessanti.

leggi l

Shhh… è in corso il Global Voices Citizen Media Summit

  27 giugno 2008

Se in questi giorni poco sembra muoversi su Global Voices è perchè abbiamo trasportato un'ottantina tra coordinatori, autori, e traduttori a Budapest per il nostro Summit annuale, dove discutere della libertà d'espressione online, dei citizen media e del ruolo che Global Voices sarà chiamato a svolgere nell'anno a venire. Poterte seguire dal vivo i lavori delle due giornate grazie a webcast, liveblog, Twitter e molte fotografie. Maggiori dettagli sul sito del Summit.

Parte a Budapest il Summit di Global Voices Online

  26 giugno 2008

Si apre domani, venerdì 27, a Budapest il Summit annuale di Global Voices Online.

Budapest Summit GVO

Previsto l'arrivo di decine di blogger, cittadini e attivisti soprattutto dai Paesi in via di sviluppo, a confermare l'importanza di "dare voce a chi non ha voce", amplificando e rilanciando le notizie spesso trascurate dai grandi media. Oltre che per incontrarsi di persona, in molti casi per la prima volta, data la 'virtualità' su cui si fonda buona parte del lavoro di GVO.

leggi l

Brasile: Il Presidente Nero che ‘venne prima di Obama’

  26 giugno 2008

Il travolgente fenomeno Obama investe anche il Brasile, e non è certo un caso, visto che il Paese ospita il maggior numero al mondo di discendenti africani. Anche nella blogosfera locale c'è gran fermento intorno a tutto ciò che lo riguarda, dalla presa di posizione sull'opzione etanolo alle voci che lo vogliono a favore delle politiche brasiliane per il software libero. Emerge in particolare il rinnovato interesse per un intrigante romanzo di fantascienza del 1928 (Il Presidente Nero): ambientato nell'allora lontanissimo 2228, vi si narra di una campagna elettorale per la Presidenza degli Stati Uniti che vede protagonisti un nero, una femminista e un bianco conservatore.

Giappone: Riflessioni sul massacro di Akihabara (2. Parte)

  25 giugno 2008

Un altro aspetto della tragedia su cui si sono concentrate le discussioni è stato il modo di fare informazione dei citizen media: tramite i blog, ma anche su Twitter e, dando origine a parecchie controversie, attraverso l'uso di video streaming. Ciò testimonia del cambiamento dei tempi, con l'inevitabilità di questo tipo di cronaca a livello individuale - pur sollevando le critiche di parte dell'opinione pubblica.

leggi l

EmPivot: Aggregatore video per tematiche “verdi”

  25 giugno 2008

EmPivot è un aggregatore per video con un tema specifico: l’ambiente. Sintesi dei due termini inglesi "empowerment" (responsabilizzazione) e "pivot" (perno), il servizio aiuta i cittadini a prendere nelle proprie mani i problemi ambientali, e possibilmente a rovesciare la situazione in un'ottica "verde".

leggi l

Madagascar: blogger allertano su strage di balenotteri arenati

  24 giugno 2008

Durante la prima settimana di giugno centinaio di cetacei, del tipo peponocefali, si è arenata sulle spiagge nel nord ovest del Madagascar. Ancora ignote le cause, anche se negli stessi giorni veniva segnalata la presenza in zona di una nave cisterna. La blogosfera locale si è subito mobilitata, insieme a un'associazione ambientalista, per informare e sensibilizzare il mondo su quest'ennesimo disastro ecologico.