chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

luglio, 2008

articoli da luglio, 2008

Faiza Silmi: sintesi dei commenti

  31 luglio 2008

Pubblichiamo la traduzione dei commenti più significativi apparsi ai due post originali sulla vicenda di Faiza, la marocchina cui è stata respinta la richiesta di cittadinanza perchè "insufficientemente assimilabile". Commenti che ampliano il contesto fino a toccare gli aspetti più complessi della nostra epoca: il rapporto tra stato e religione e, in particolare, tra l'Islam e gli stati 'occidentali'.

Armenia: blogger invitati alla conferenza stampa presidenziale

  31 luglio 2008

Recentemente due blogger sono stati invitati, assieme a 38 giornalisti, alla conferenza stampa tenutasi al palazzo presidenziale per celebrare il centesimo giorno dalla nomina del nuovo Presidente. La loro presenza ha generato un acceso dibattito sulla validità del blogging rispetto ai media tradizionali nel panorama dell'informazione armena.

Arabeyes: negata la cittadinanza francese a una marocchina per via del burqa

  30 luglio 2008

La settimana scorsa una donna residente in Francia si è vista rifiutare la cittadinanza poichè "insufficientemente assimilata". Pur se la maggior parte dei giornali hanno subito sottolineato il fatto che Faiza indossi il burqa e sia sottomessa ai maschi della famiglia, la questione solleva risvolti ben più complessi. Ne discutono un po' ovunque i blogger, senza risparmiare i toni accesi.

Palestina: traditi da Obama

  30 luglio 2008

La visita di Barack Obama in Israele e Palestina ha deluso i molti sostenitori della causa palestinese, che vi hanno visto soprattutto il malcelato tentivo di conquistare il voto degli ebrei americani. Diversi blogger ne riconsiderano la figura e le aspettative alla luce di questa visita.

Speciale India: attentati terroristici e accordo sul nucleare

  29 luglio 2008

India mapNei giorni scorsi l'India è stata teatro di violenti attentati, tra la folla di Bangalore e Ahmedabad, con decine di morti e centinaia di feriti. Mentre il Paese è in lutto, ci s'interroga sui responsabili e le motivazioni delle bombe, oltre che sulle colpe dei servizi di sicurezza. Senza dimenticare i problemi dell'intera regione, incluso il recente accordo per il nucleare con gli USA - questione spinosa per la traballante maggioranza governativa, affetta altresì da perenne corruzione.
Entrambi eventi su cui, ancora una volta, sono stati i cittadini-reporter a dare le prime notizie, particolarmente sugli attentati, e a rilanciare il dibattito pubblico.
Il nostro speciale vuole fornire uno spaccato, immediato e senza filtro, dell'intricato scenario attuale - proponendo la traduzione di vari post apparsi su Global Voices, inclusa una scelta dei commenti in calce. Una serie di finestre atte ad amplificare le voci e le opinioni di cittadini interessati e partecipi di eventi la cui portata va ben oltre i confini del subcontinente indiano.

Questi gli articoli disponibili:

  • Voto di fiducia e accordo sul nucleare
  • Bombe a Bangalore
  • Monta il dibattito sull'accordo nucleare con gli USA
  • Altri attentati ad Ahmedabad
  • Commenti all'accordo sul nucleare e agli attentati

  • India: commenti all'accordo sul nucleare e agli attentati

      28 luglio 2008

    Ecco alcuni commenti, scelti e tradotti dalla redazione, tra quelli in calce ai post originali di Global Voices già tradotti sotto. Ulteriore finestra, immediata e senza filtro, sulle opinioni di cittadini interessati e partecipi di eventi la cui portata va ben oltre i confini del subcontinente indiano.

    India: monta il dibattito sull'accordo nucleare con gli USA

      28 luglio 2008

    Da alcuni mesi l'India è teatro di un acceso dibattito sull'accordo per il nucleare con gli USA. La questione ha visto il premier Manmohan Singh portare avanti un'intensa attività tesa a raccogliere il più ampio consenso politico. Alcuni osservatori e analisti fanno notare come il capo del governo fosse persino disposto a indire un veloce sondaggio nazionale, se necessario.

    India: voto di fiducia e accordo sul nucleare

      28 luglio 2008

    Il governo indiano non può certo esultare per la clamorosa vittoria conseguita, seppur con numeri risicati sull'accordo nucleare USA-India, intorno al quale ruota ormai la sua stessa esistenza. Nè le grandi manovre televisive e la retorica del premier sembrano aver convinto cittadini e blogger sulle capacità della traballante maggioranza, affetta altresì da perenne corruzione.

    India: bombe a Bangalore

      28 luglio 2008

    Finestra sulle recenti esplosioni a Bangalore, la capitale dello stato del Karnataka, nell'India centrale. Ancora una volta i cittadini-reporter hanno anticipato i grandi media nella diffusione delle notizie: da twitter ai blog, la discussione prosegue.

    India: altri attentati ad Ahmedabad

      28 luglio 2008

    Appena 24 ore dopo gli attentati di Bangalore, nuove esplosioni si sono avute ad Ahmedabad. Ancor prima dei telegiornali, sono i blogger a dare le informazioni dirette. E si apre il dibattito: chi sono i responsabili? Quali le colpe dei servizi di sicurezza? Come procedere?

    Arabia Saudita: Il sacco nero dell'immondizia

      27 luglio 2008

    Così definisce (non a torto) il velo indossato dalle donne locali un'americana che vive in Arabia Saudita. Raccontando poi del divertente episodio capitato a un saudita di mezz'età, vittima del suo stesso "sguardo lussurioso".