chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

“Kurdistanza”: dove sono finiti i blogger curdi?

È dal settembre 2005 che Global Voices segue la blogosfera curda, il cui volume di post è cresciuto parecchio per poi diminuire progressivamente. Stando al mio lettore dei feed RSS, dei 74 blog curdi complessivamente elencati, solo 11 sono stati aggiornati negli ultimi due mesi, e un numero ancora più ristretto (tre o quattro) nella scorsa settimana. Dove si è trasferita allora la conversazione tra i blogger curdi? La risposta è semplice: su Facebook e su forum quali Roj Bash Kurdistan e The Kurdistani Forum.

Quanti sono quindi i curdi presenti su Facebook? Un numero considerevole, in effetti. Due gruppi su Facebook (a cui ci si può registrare solo se invitati) vantano un discreto numero di aderenti: How Many Kurds are on Facebook? conta 1.367 membri, mentre Support an Independent Kurdistan ne ha 1.452. Ovviamente questo dato solleva un secondo quesito: considerato il numero di curdi presenti su Facebook, come mai sono così pochi i blogger attivi? A seguito di diverse intrusioni non autirizzate, l'autore del blog From Holland to Kurdistan ha reso privato il sito; in Iran per analoghe ragioni, Medya, autore del blog MedyaDaily è stato costretto a chiuderlo. Come ha spiegato qualcuno sulla pagina di Facebook intitolata I (heart) Kurdistan:

Voglio dirvi che conosco molti blog curdi, su cui numerosi idioti turchi (non intendo dire che tutti i turchi siano idioti, ma quelli lo erano) hanno inserito degli insulti tra i commenti. I toni si sono fatti subito assai violenti, rendendo di fatto impossibile ogni discussione, al punto che la piattaformache ospitava il blog ha proceduto alla loro rimozione!
Come è possibile quindi avere blog curdi, se poi c'è chi si diverte a distruggere ogni speranza di diffondere e condividere la nostra cultura!!?? Fortunatamente tutti possono accedere ad internet, quindi esistono altri modi per farsi conoscere e rispettare!

In risposta a questo commento c'è chi ha scritto:

La situazione dei blog curdi è triste, così come il fatto che ci si arrenda così rapidamente. I blogger non dovrebbero rispondere a questa gente; bisognerebbe piuttosto lasciarli “abbaiare”, di modo che tutti possano conoscerli per quello che sono. Personalmente, ho bloccato e cancellato innumerevoli commenti di persone che venivano sul blog ad infangare l'intera nazione curda. Non vale la pena sprecare tempo a rispondergli.

Cosa si può fare per contrastare l'assopimento delle voci della blogosfera curda? Rezan su Facebook elenca le seguente proposte:

10 semplici cose da fare subito per il Kurdistan!

* 1. Crea un blog sui curdi. Più blog ci sono sul Kurdistan e la cultura curda, meglio è.
* 2. Attivati su Wikipedia, aggiungi articoli e promuovi la storia e la cultura curda.
* 3. Crea un gruppo reale (non virtuale) nella tua città, che si riunisca settimanalmente per parlare di politica. Sii creativo. Non avere paura di parlare di politica. Noi dobbiamo imparare a discutere delle nostre differenze, non di ciò che già abbiamo in comune.
* 4. Crea un sito internet dove pubblicare foto dei tuoi viaggi in Kurdistan. Contribuisci così ad ampliare l'archivio di Google Immagini sulla realtà curda.
* 5. Promuovi la lingua curda. Iscriviti a corsi di lingua o chiedi aiuto ad amici e scuole per imparare la tua lingua madre. Se hai già una buona conoscenza del curdo, offri aiuto a quei giovani di origine curda che non sanno parlare la lingua.
* 6. Scrivi un articolo sul Kurdistan per il tuo giornale locale. Diffondi così il sogno e la speranza in un paese indipendente. Promuovi la causa del grande Kurdistan.
* 7. Fai donazioni a qualche associazione curda. Se non hai soldi, cerca degli sponsor che possano finanziare organizzazioni apolitiche di giovani curdi.
* 8. Coinvolgiti nell'attività di partiti politici non curdi a livello locale. La presenza di curdi in organizzazioni politiche americane ed europee può avere un forte impatto sulle organizzazioni internazionali.
* 9. Scrivi ai tuoi rappresentanti politici locali e chiedi di includere il Kurdistan come tema per eventi e dibattiti.
* 10. Sii un modello per altri giovani curdi. Sii attivo e produttivo. Promuovi la cultura curda e il Kurdistan. Assicurati che altri seguano i tuoi passi!

Per saperne di più sulla presenza curda sul web, ecco alcuni gruppi attivi su Facebook :

How Many Kurds are on Facebook?
Kerkuk-The Heart of Kurdistan
I (heart) Kurdistan
I am a Kurd
Friends of Kurdistan
Fundraising for Kurdish Rights
Asimilasyon bir insanlık suçudur…
Free Kurdistan
Happy is the one who says, “I'm a KURD”.
Support an Independent Kurdistan

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.