chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Marocco: festival di musica Gnawa e etnica

Ogni anno a giugno, migliaia di persone, inclusi turisti da tutto il mondo e marocchini provenienti da ogni angolo del Paese, si radunando ad Essaouira, piccola località costiera situata a circa 200 chilometri dalla frenetica Marrakesh, per il Festival [fr] annuale di musica etnica Gnawa [it]. La città, resa celebre dai Rolling Stones e Jimi Hendrix (si dice che quest'ultimo abbia composto Castle in the Sand ispirandosi a Mogador [antico nome di Essaouira]), è un punto di incontro per i musicisti da tutto il Marocco anche durante l'anno, ma è nei giorni del festival che la città prende davvero vita. Quest'anno, poi, c'è stata una grande partecipazione dei blogger.

The Moroccan Drea ne offre dei cenni storici:

La musica Gnawa ha ispirato tanti grandi musicisti, come Jimi Hendrix, Led Zeppelin, e altri. La Gnawa, assai simile al blues, è basata sulla scala pentatonica. Entrambi i generi hanno avuto origine nel cuore dell'Africa.

Nel 1994 Jimmy Page e Robert Plant si sono spinti fino a creare “No Quarter“, un progetto che fonde Gnawa e rock seguendo le orme di Randy Wetson, primo musicista a tentare la contaminazione tra gnawa e jazz negli anni '60.

Kimany Marley
Kimany Marley in concerto a Essaouira (foto di Agadir Souss)

The View from Fez cita una dichiarazione di Neila Tazi, direttrice del festival, che ne sottolinea l'importanza:

Siamo guidati dalla passione per la musica e per gli incontri genuini, dal desiderio di conservare un pò d'innocenza e capacità di sognare in questo mondo così duro. Per quattro giorni creiamo un mondo fondato sui valori in cui crediamo: la semplicità e tutte le piccole cose della vita.

Afropop, sito dedicato alla musica africana nel mondo ripubblica un articolo del Dottor Chouki El Hamel, studioso di cultura africana, sulla storia della cultura gnawa e delle origini del festival:

Recentemente i musicisti occidentali interessati alle musiche tradizionali africane hanno “riscoperto” la musica Gnawa. In seguito sono nate molte collaborazioni con artisti jazz del calibro di Randy Weston. Gli Gnawa stanno modernizzando il loro stile per renderlo più attuale e commerciale. È grazie a questi recenti sviluppi, che attirano molti più turisti, che nel 1997 il Governo marocchino ha creato a Essaouira il Festival di Musica Gnawa e Etnica.

Infine, Agadir Souss rilancia un video del festival:

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.