chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Palestina: giornalismo selettivo

Dopo il secondo attacco con un bulldozer guidato da un civile palestinese in meno di un mese (Global Voices aveva già parlato del primo), i blogger palestinesi sono frustrati dal modo in cui i media locali ed internazionali hanno riportato i due eventi, ignorando problematiche locali ben più significative a livello globale.

Desertpeace rilancia il titolo più usato nelle notizie del giorno, “Attacco con un mezzo pesante ferisce 2 persone vicino all'hotel di Obama a Gerusalemme,”, per poi chiedersi:

QUESTO INCIDENTE non è stato ancora riportato…. ed è successo quasi un mese fa:
Israeliani malmenano giornalista vincitore del premio IPS.
~~~ PERCHÈ??? ~~~

KABOBfest è perplesso per l'enfasi attribuita al luogo dove soggiornerà Obama:

Il New York Times e la stampa internazionale hanno trattato l'attacco con un bulldozer di oggi a Gerusalemme, il secondo in poco più di un mese. La formula è quella classica: palestinese infuriato usa mezzo edile per attaccare civili israeliani. Il valore aggiunto dell'articolo è che il tutto accade “vicino” all'hotel che a breve ospiterà Obama. Wow, che grande notizia!

Il blogger sottolinea più avanti:

Gli esperti si sono allarmati per quest'ultimo attacco con il bulldozer, sostenendo che i palestinesi siano alla ricerca di nuovi metodi per distruggere Israele – tuttavia i palestinesi sono all'età della pietra se paragonati alle avanzate tecnologie offensive di Israele. Il bulldozer adesso è il Merkava palestinese [carro armato prodotto ed usato in Israele].

Un commentatore anonimo si mostra preoccupato:

Altri attacchi di questo genere ed i palestinesi verranno esclusi dal lavoro edile e sostituiti dai filippini. Stessa qualità di lavoro, nessun problema politico. Quello dell'edilizia è l'ultimo settore in Israele basato sulla manodopera palestinese, ma già adesso le cose sono cambiate moltissimo rispetto al passato. Se andate a Netanya, l'intera città è stata costruita da lavoratori palestinesi negli anni '70. Molti palestinesi stanno perdendo il proprio lavoro a causa di tutto ciò.

Un altro utente, uday, è allarmato dalla reazione di Obama all'incidente:

Durante una conferenza stampa ad Amman, Obama ha dichiarato “L'attacco odierno con il bulldozer evidenzia quel che Israele deve subire coraggiosamente ogni giorno”

Quello che hanno subito i colonizzatori israeliani?! E i palestinesi indifesi e schiacciati quotidianamente dallo stivale sionista?! Loro non sono forse coraggiosi? 60 anni di occupazione, umiliazione ed oppressione non sono abbastanza per Obama?!

Dopo l'attentato del bulldozer, il Jerusalem Post ha riportato che un gruppo di inferociti studenti yeshiva ha cercato di linciare due palestinesi. Rispetto a questa notizia, il blogger Chet fa notare:

Cari amici,
Ecco l'altro evento accaduto oggi a Gerusalemme che i vostri media sicuramente ignoreranno. Indovinate come sarebbe stata riportata la notizia se i ruoli fossero stati invertiti.
La situazione è critica.
Questa è follia costruita ad arte,
Sam

Per ulteriori dettagli su questa notizia, invitiamo a seguire il reportage sulla blogosfera israeliana realizzato da Maya Norton per Global Voices.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.