chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Egitto: l'incendio in parlamento

I blogger egiziani sono storditi dalla notizia che martedì [19 agosto] una delle icone del Paese, l'edificio del parlamento a Il Cairo, è andato in fiamme. In attesa della spiegazione ufficiale dell'incidente, avvenuto nel palazzo del 19mo secolo sede della Shura [assemblea consultiva], la blogosfera locale è in ebollizione – e non lesina commenti.

Il portale d'informazione Horytna [ar] offre dettagliati aggiornamenti sulle operazioni anti-incendio con testimonianze dirette, mentre il sito dei Fratelli Musulmani Ikhwan Online pubblica una raccolta di immagini dell'edificio in fiamme.

Bakri Hassan, definisce l'evento uno scandalo e arriva a chiedere le dimissioni di Mubarak. Ecco cosa scrive sul suo blog:

رمز مصر يحترق
الان يحترق رمز مصر
تابعوا احدث فضائح مصر المدوية
الدولة المصرية عاجزة حتي الان عن السيطرة علي حرق رمزها
وصلنا الي النهاية سيادة الرئيس
سيدي الرئيس استقيل قبل ان تحرق البلد كلها وليس رمزها فقط
تابع علي الفضائيات والمواقع حريق مصر

Un'icona dell'Egitto è andata in fiamme
Proprio in questo momento, uno dei simboli dell'Egitto sta andando a fuoco
Seguite gli sviluppi di uno scandalo egiziano
Il governo egiziano non riesce a controllare le fiamme all'interno di uno dei suoi edifici più rappresentativi
Caro Presidente, questo è il punto di non ritorno
La prego di rassegnare le sue dimissioni prima di distruggere l'intero Paese e non solo il suo simbolo
Seguite l'evento sui canali televisivi satellitari e via internet

Amr Ezzat accusa le autorità egiziane di aver impedito al quotidiano Al Baleed di pubblicare una seconda edizione che conteneva un ampio reportage dell'incendio. Secondo il blogger, i titoli del quotidiano dichiaravano che l'incendio avrebbe distrutto una serei di importanti documenti.

Tahyyes ritiene che non sia stato fatto abbastanza per contenere le fiamme.

رياح ايه اللي بيتكلموا عليها؟
هي فين الرياح دي؟ طب انا عايزة حد يحلف لي على المصحف ويقول انشالله يعمى بعنيه لو حس باي رياح
انا شايفة بعيني اتنين بيطفوا الحريق في التلفزيون
اتنين…..اتنين يا بشر
ده لو الناس اللي ملمومة تفت على مجلس الشورى اللي بيتهد دلوقت كانت طفت

Di quale vento stanno parlando?
Dove è tutto questo vento? Voglio che qualcuno dica, giurando sul Sacro Corano, di diventare cieco se ha sentito qualche alito di vento.
Sto guardando la tv e vedo solo due persone che cercano di spegnere il fuoco.
Due… appena due.
Se tutti si fossero radunati a gettare acqua sulla sede dell'Assemblea Consultiva, che adesso sta per crollare, l'incendio sarebbe stato domato.

E mentre le fiamme crescevano, gli egiziani scambiavano messaggi via Twitter sugli sviluppi dell'evento. Sulle cause dell'incendio, Wael Khalil scrive:

الغلطة غلطة المبني-قديم وكله خشب

È colpa dell'edificio stesso – è vecchio ed è fatto tutto in legno.

Malek si lamenta per l'odore prodotto dall'incendio:

ولاول مره اشم ريحة الحريق من ساعة المجلسين ماولعوا,الريحة سيئة فعل

Adesso sento l'odore delle fiamme che hanno avvolto il parlamento poco fa – c'è un'aria irrespirabile

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.