chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Egitto: in atto la corsa all'oro?

Sembra che la crisi finanziaria che va colpendo il mercato americano stia in realtà avendo ripercussioni un po’ ovunque – persino sulle decisioni quotidiane di semplici cittadini e persone che non hanno un'azienda.

Zeinobia ha spiegato come qualcuno abbia deciso [in] di ritirare i propri risparmi dalle banche internazionali con filiali in Egitto per investirli in oro.

La blogger spiega:

Ministri e autorità appaiono un po’ ovunque per calmare la popolazione dicendo che l'economia gode di ottima salute e che abbiamo la grande occasione di attirare nei Paesi del Golfo i capitali che abbandonano Wall Street!! Lasciamo che dicano quello che vogliono, sembra che gli effetti dell'aiuto governativo e la nazionalizzazione delle banche negli Stati Uniti e in Europa si stiano facendo sentire anche qui in Egitto. Ho letto in giro, e sentito dire da alcuni parenti e persone che lavorano in banche egiziane, che certi clienti stanno ritirando i propri risparmi dalle banche internazionali, specialmente Citibank. Il problema è che non li stanno depositando in nessuna banca nazionale o araba, prelevano i soldi per comprare oro.
Gli egiziani hanno l'abitudine di comprare oro ogni volta che c'è una crisi economica. Si tratta di un'abitudine, l'oro è molto più sicuro nel tempo, non perde valore così rapidamente come i soldi.

Penso che gli esperti finanziari ed economici debbano studiare questo fenomeno, oltre agli annessi effetti sulle banche e sull'economia del Paese in generale.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.