chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Egitto: incendio sospetto nella sede centrale del partito Al Ghad

Malgrado la serie di incendi avvenuti di recente in Egitto, quella di oggi [6 novembre] è la storia di un incendio completamente diverso – divampato nella sede ufficiale del partito Al Ghad [in], al Cairo.

La blogger Zeinobia [in] è stata una delle prime a dare la notizia:

Via Noura Younis [ar], “Il quartier generale del partito Al Ghad Party in [piazza] Al Tahrir è stato divorato dalle fiamme dopo una riunione ufficiale!!??”
Al Ghad è il partito liberale di opposizione guidato dal Dr. Ayman Nour, attualmente detenuto per accuse che non hanno convinto nessuno.
C'è stata una lite tra due correnti interne del partito su chi dovesse assumerne la guida.
Update 1: Secondo il sito di citizen journalism Abna2Masr [ar], l'incendio è divampato in seguito alla rissa tra seguaci di Ayman Nour e quelli di Moussa, rivale di Nour che vuole guidare il partito. Per la cronaca, Moussa è persona gradita all'attuale regime.

Egyptian Citizen [in] ha scritto:

Oggi le forze di sicurezza egiziane insieme a molti malitenzionati hanno attaccato la sede del partito Elghad, appiccato il fuoco e distrutto il quartier generale.
I testimoni riferiscono che i malviventi che hanno distrutto e appiccato le fiamme nell'edificio sono sostenitori di Moussa Mustafa Moussa, il quale si oppone all'attuale direzione del Partito Elghad, guidato dal Dr. Ayman Nour.
A causa delle relazioni ambigue tra Moussa Mustafa Moussa e le forze dell'ordine egiziane, queste hanno cercato di aiutarlo a prendere il controllo della sede dell'Elghad (di Ayman Nour).
Il risultato è la sua completa distruzione

Il blogger Nidaal [ar] riferisce una testimonianza oculare:

و من الغريب أن ميدان طلعت حرب فى ألايام الغير متوترة يعج بقوات ألامن بينما اليوم خاصة بدا و كأن قوات ألامن فى أجازة ولم يكن لهم أى نشاط فى منع البلطجية من أقتحام الحزب و كان _بحسب شهادة شهود الواقعة _ يقوم البلطجية بقطع خراطيم المياه الخاصة بقوات الاطفاء ويعتدون عليهم عند رفضهم وكل ذلك تحت نظر ألامن .
La cosa strana è che piazza Talaat Harb di solito è piena di poliziotti, invece oggi sembrava che fossero tutti in vacanza. Non hanno cercato di fermare questi criminali quando hanno assalito la sede di partito. Secondo il racconto di un testimone oculare – i malviventi avrebbero reciso le manichette dei pompieri, spingendo via quelli che cercavano di opporre resistenza. Tutto ciò avveniva sotto gli occhi della polizia che si limitava a guardare.

Anche il blogger The Skeptic [in] riporta la versione di un amico sulle cause che hanno provocato l'incendio:

Un amico che si trovava lì mi ha detto che la zuffa è iniziata quando la moglie di Ayman Nour, Gamila Ismail, si è rifiutata di lasciare la sede gridando: “Abbasso Mubarak!” Sembra che i sostenitori della fazione filo-governativa abbiano risposto: “Vieni giù, puttana!”

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.