chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

India: Terrore a Mumbai: il giorno dopo

Un attacco di questa portata ha sorpreso l'intero Paese. Anche se l'India non è certo estranea ad attentati esplosivi o attentati terroristici, un confronto così lungo con bombe e ostaggi in più luoghi cruciali ha colto tutti di sorpresa. L'unica volta che una situazione con degli ostaggi ha avuto un tale seguito risale al dirottamento di un volo di linea nel 1999 [in].

Su Mumbai Metblogs [in], ideasmith sintetizza gli eventi delle ultime ore.

Nella tarda mattinata di oggi si è sparsa la voce che la stazione centrale sarebbe stata teatro di una nuova sparatoria, con degli ostaggi coinvolti. La notizia si è poi rivelata falsa. Sembra che qualcuno avesse sentito dei rumori forti, e scambiandoli per colpi d'arma da fuoco si era fatto prendere dal panico.

Appena dieci minuti fa, ho sentito quel che mi è parsa un'esplosione. Ho sobbalzato, ma non me ne sono curato troppo. Due minuti dopo, ne ho sentita un'altra. Mi sono guardato intorno per vedere se anche gli altri l'avessero udita, ma nessun'altro se ne era accorto. Ero nel dubbio se tornare al mio posto (in un angolo dell'ufficio, dove solo io potevo sentirla essendo più vicino [alla finestra]) o parlarne con qualcuno (e rischiare così di dar via a un'altra ondata di panico). Al piano di sopra, qualcun'altro l'aveva già sentita, e ci ha chiamati per controllare. Siamo corsi sul terrazzo, con il cuore in gola. Non erano altro che i muratori che, come ogni giorno, lavoravano nel cantiere affianco. Fiuuuuuuu!

Su Twitter, prempanicker [in] continua a fornire aggiornamenti. In un certo senso, aiuta a trasmettere il l'ampio livello di confusione. Ogni due ore, viene annunciato che tutto è sotto controllo, ma subito dopo le notizie riferiscono di nuovi scontri armati ed esplosioni.

Ondate di confusione causate da colpi d'arma da fuoco uditi alla Nariman House. Le fonti sul posto dicono che sembravano colpi sparati per aprire le porte. Attendiamo aggiornamenti. 2 minuti fa da TweetDeck

Nariman: Le forze speciali della Guardia Nazionale si stanno muovendo attraverso i palazzi adiacenti, perlustrando e accertandosi della sicurezza degli edifici. Sembrerebbe la fase finale dell'operazione. 14 minuti fa dal Web

Ah, così il Governo sapeva già? Interessante, è uno dei temi di cui parlare nei prossimi giorni. 15 minuti fa dal Web

Un ministro importante, che non vuole rivelare il suo nome, ha detto ieri a un collega che i terroristi avevano installato dei centri di comando al Taj e al Trident. 15 minuti fa dal Web

code clicks n caffeine [in] pubblica alcune foto delle ultime due giornate, prese da persone e fonti diverse. John P Matthew [in] continua a seguire da vicino gli eventi di Mumbai, riflettendo sulle reazioni della gente e sulla copertura dei media.

Nell'ufficio dove mi trovo si sentono voci concitate, molto allarmate, che parlano di attacchi alla stazione Victoria Terminus [VT], e io devo passare proprio di lì. Qualcuno dice che nei sottopassaggi ci sono dei terroristi che sparano sulla folla. Nel nostro edificio sono tutti in preda al panico, e un collega non fa altro che calcare la mano riprendendo di continuo quel poco che si riesce a sapere. Si agita troppo, e senza motivo.

Kunal, su Live's Short Live it Up [in] continua a pubblicare nuovi post:

# telefonini satellitari GPS trovati addosso ai terroristi. Un altro cellulare con scheda SIM straniera è stato rinvenuto nei pressi del Taj.

# I terroristi avrebbero dirottato dei pescherecci.

# Uccisi tutti i terroristi del Taj! [23:25].

# La Guardia Nazionale dice che uno dei terroristi feriti sarebbe ancora rintanato all'hotel Taj.

# Soccorsi altri ostaggi dalla Casa Nariman: il totale dei civili liberati sale a 15-17 persone.

# 25 esplosioni nelle ultime 24 ore al Taj.

# Nuovi solpi d'arma da fuoco uditi dalle sale interne del Taj

È evidente come la confusione sembri regnare suprema, e in realtà si sa ben poco sulle effettive condizioni dei terroristi e degli ostaggi.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.