chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Iran: perché abbattere alberi secolari?

albero centenarioCirca un anno fa le autorità iraniane avevano ordinato alle forze di sicurezza di ripulire il Paese dalle ‘influenze occidentali’ e dalla relativa ‘arroganza’. Fortunatamente hanno dovuto fare marcia indietro. Questa volta però in Iran, i blogger ambientalisti e il quotidiano Etemaad, hanno diffuso le ultime notizie [in] sulle nuove vittime designate: gli alberi centenari (si veda il LA Times [in]).

Secondo quanto riportato le autorità hanno ordinato l'abbattimento di dozzine di gelsi bicentenari nella provincia settentrionale di Gilan, col pretesto di contrastare le superstizioni locali. È infatti usanza deporre candele e nastri ai piedi degli alberi per celebrare un antico rito. Pare che il ministro della giustizia iraniano abbia dato ordine di stroncare questa tradizione abbattendo i vecchi alberi.

Diversi i blogger che hanno dimostrato stupore e sdegno di fronte a queste distruzioni.

Mohmmad Darvish, noto ambientalista e blogger scrive [fa]:

L'Iran dispone di un'esigua copertura forestale e gli alberi vanno protetti. La cura degli alberi è una tradizione molto radicata nella nostra cultura. I nostri predecessori, discendenti da Zoroastro, ci hanno chiesto di proteggere la natura. Inoltre il Profeta Maometto ha detto che spezzare il ramo di un albero è come ferire le ali degli angeli. Com'è possibile quindi che loro [le autorità] distruggano gli alberi secolari di Gilan e ne vadano fieri…non sarebbe meglio sradicare quelle superstizioni anziché abbattere alberi innocenti? Credete forse che le offerte propiziatorie fatte agli alberi non vengano poi rivolte a fiumi, montagne o qualunque altro essere, vivente o meno che sia?

(La foto dell'albero secolare in alto è tratta dal blog di Darvish [fa])

Earth Soldier scrive [fa]:

Le superstizioni sono profondamente radicate nella nostra vita, siamo noi ad averle create e gli alberi non c'entrano niente… Qualche anno fa due uomini presero a litigare per il possesso di 100 colombe. Un giudice decretò la soppressione di tutte e 100 le colombe. Pensate che l'uccisione delle colombe innocenti abbia sedato ogni contrasto tra i due uomini?

Il blogger aggiunge che le autorità intendono abbattere 40 alberi, per lo più ultrabicentenari.

Sul suo blog Z8tun spiega [fa] che la superstizione non riguarda solo gli alberi e che sono in tanti a depositare dei gioielli in luoghi di culto come offerte propiziatorie. Aggiunge anche che molti poveri offrono ciò che hanno per poter ricevere le grazie invocate per sé e per i propri cari. Per Z8tun solo dei poveri alberi possono essere soggiogati così.

Secondo Ahang Rabbani [in], gli alberi sono stati le vittime anche di un'altra vicenda. Ecco cosa racconta su Iranian.com :

All'alba di sabato 27 settembre 2008, i custodi del cimitero Baha'i [in] di Isfahan (sulla strada che porta a Nain, nella provincia di Yazd) hanno trovato tutti gli alberi abbattuti e deturpati. Pare che in Iran persino gli alberi di un luogo di culto del bahaismo [it], quello in cui riposano i discepoli defunti, debbano subire la pena di morte.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.