chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

La moderna schiavitù: una piaga dell’Africa Orientale

Secondo il Daily Nation [in], sono migliaia le persone in Kenya che vengono ridotte in stato di schiavitù, si parla di circa 20.000 individui che ogni anno cadono vittime della tratta di esseri umani, persone che nel tentativo disperato di sfuggire alla miseria si lasciano attrarre da false promesse e si ritrovano in Nord America, in Europa e in Medio Oriente a vivere in condizioni spaventose.

Ma nel corso delle ricerche svolte dal giornale è emerso che il Kenya è una base operativa fondamentale per i “cartelli” che gestiscono un giro di 17.500 persone trasferite all’estero e assoggettate a qualsiasi forma di sfruttamento.

L’articolo prosegue citando le indagini che l’African Network for the Prevention and Protection Against Child Abuse (Anppcan) [in] sta svolgendo per verificare alcune segnalazioni di bambini comprati o rapiti in Kenya e nascosti in case camuffate da scuole nella città di Busia, al confine fra Kenya e Uganda, prima di essere trasferiti in Burundi, Sudafrica ed Europa.
“Il Kenya è un luogo di rifornimento, di transito e di arrivo per molti bambini vittime della tratta” afferma Ahmed Hussein, responsabile dei servizi per l'infanzia presso il Ministero dello sviluppo sociale

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.