chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Madagascar: ragazzi ingegnosi e creativi in video

Ragazzo dalla maglietta verde
Foto del Ragazzo dalla maglietta verde scattata da Patrick [in]

Questa settimana due video girati in Madagascar ci mostrano l'ingegnosità di bambini che hanno saputo superare le proprie difficoltà grazie a un misto di ingenuità, creatività e un pizzico di audacia. Il primo è Toky, che realizza macchinine di latta a partire da materiali riciclati. Lo segue il Ragazzo dalla maglietta verde, che si guadagna da vivere per la strada non chiedendo l'elemosina, ma esibendo le proprie doti acrobatiche.

Su Gasykool's Weblog [mg], Koloina racconta la storia di Toky:

Toky è un ragazzino simpatico e pieno di curiosità. Detesta essere punzecchiato o preso in giro. Di quanto gli viene richiesto, non fa mai nulla se non quando gli risulti chiaro e lampante. È sempre ostinatamente di parola, e si aspetta che anche gli altri lo siano, altrimenti difficilmente si fa riacciuffare. La sua passione è creare giocattoli dal nulla, specie le macchinette, ma anche disegnare fumetti e andare in bicicletta. Come ho già detto, Toky è un ragazzino orgoglioso, ecco perché realizza da sé i propri giocattoli: non ha mai voluto chiedere nulla ai genitori. Ne ha già creati diversi, ma purtroppo gli piace anche giocarci e certi sono ormai consumati per il gran giocare. Toky è noto anche per la sua generosità nel prestare i propri giochi: la maggior parte dei bambini del quartiere gioca con le sue creazioni.

Koloina [mg] ha ripreso Toky all'opera, documentando come le creazioni del ragazzino undicenne prendano forma da lattine, postali, legna inutilizzata e persino vecchie ciabatte.

Invece Patrick, noto sul suo blog come layshiyuu [in], ci fa conoscere la storia del Ragazzo dalla maglietta verde, raccontando come, invece di mendicare, si esibisca in numeri di forza e flessibilità divertendo il pubblico in cambio di qualche spicciolo: 

Il Ragazzo dalla maglietta verde è ancora troppo giovane per lavorare, ha appena 14 anni. Però ha un sogno, come tutti i bambini: quello di mettere in scena, un giorno, un grande spettacolo, ma dice di non avere alcuna speranza di riuscirci perché povero e quindi impossibilitato ad andare a scuola.

Koloina [mg] e Patrick [in] sono entrambi membri del Foko Madagascar's Blog Club [in], vincitore della mini-borsa di studio di Rising Voices [in] per insegnare ai giovani l'utilizzo dei citizen media – blog, video e immagini – onde mostrare al mondo che il Madagascar non è solo giungla e lemuri. In quest'ultimo video si può seguire la video intervista [in], realizzata da Theo, un altro beneficiario del programma [in], a un pastore sudafricano, particolarmente toccante per il messaggio sulla gratitudine e l'importanza di mostrarsi riconoscenti per i doni ricevuti.

1 commento

  • Waou, sono molto contento di leggere il mio articolo trdutto alla lingua Italiana. Grazie mille per Beatrice Cerrai. Spero di ascoltarla ancora alla prossima volta. Mi piace bene di leggerlo.

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.