chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Zimbabwe: “Qualcuno mi sta bloccando il blog”

Venerdì 20 marzo il blog zimbabwiano Peace, love & happiness unto the whole world [in] è stato bloccato. L’autrice del blog, Eusebia, ne ha parlato in un breve post: “Non capisco per quale motivo il mio blog sia stato oscurato… non accetto di essere censurata o costretta al silenzio da nessuno perché so di avere il diritto umano alla libertà d’espressione…”

Dopo averla contattata per avere maggiori informazioni, siamo venuti a sapere che erano quasi due settimane che “qualcuno” stava cercando di impedirle l'accesso al blog.

Qualcuno mi sta bloccando il blog [in], è il titolo del suo post:

Qualcuno sta tentanto di bloccarmi il blog e pubblico quest'articolo solo per far vedere a quella certa persona che posso aggirare il blocco e accedere al mio blog e pubblicare qualsiasi cosa voglia.

Non ho idea per quale motivo il mio blog venga attaccato, ma qualunque esso sia, mi ha resa ancora più determinata a pubblicare altri articoli controversi e provocatori. Non accetto di essere censurata o costretta al silenzio da nessuno perché conosco il mio diritto umano alla libertà d’espressione e sono ben decisa a esercitarlo pienamente.

Eusebia ha promesso di rifarsi viva con nuovi articoli controversi:

TORNERÒ AL MIO BLOG CON UN ARTICOLO POLEMICO QUANDO AVRÒ TERMINATO IL MIO LAVORO.

Nel 2007 il governo dello Zimbabwe ha stilato una lista nera di 41 siti web [in], che comprendeva anche Global Voices. Nello stesso anno è stata approvata la Legge sulle Intercettazioni delle Comunicazioni [in].

—————-
** I blogger che hanno a che fare con problemi di censura possono trarre vantaggio da Global Voices Advocacy [in], progetto annesso a Global Voices, che aspira a costruire un network globale anticensura per blogger e attivisti online dei Paesi in via di sviluppo, a tutela della libertà d’espressione e del libero accesso alle informazioni online.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.