chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Argentina: spostare la data delle elezioni politiche?

In Argentina le elezioni Parlamentari erano state fissate per il 25 ottobre di quest'anno. Tuttavia, inaspettatamente, il Presidente Cristina Fernàndez de Kirchner [it] ha annunciato che avrebbe trasmesso un progetto di legge al Parlamento onde anticipare le elezioni al 28 giugno. Dato che il partito di governo ha la maggioranza in entrambi i rami del Parlamento, la proposta dovrebbe passare. La maggior parte dei partiti dell'opposizione hanno dichiarato la loro opposizione alla decisione, ma altri hanno affermato di non avere grossi problemi ad appoggiare il progetto.

Secondo Página Impar [sp], l'ex presidente Néstor Kirchner [it], per combinazione marito dell'attuale presidente: “è dietro la decisione di anticipare la data delle elezioni nazionali al 28 giugno, dopo [aver preso parte a] una riunione con i parlamentari del suo partito”. La decisione è stata presa rapidamente ed il capo del governo della città di Buenos Aires, Mauricio Macri [in], aveva anche annunciato che le elezioni locali sarebbero avvenute il 28 giugno, cioè in una data diversa dalle elezioni nazionali. Con la decisione del governo, ora entrambe avranno luogo nello stesso giorno.

Secondo Artepolìtica [sp], i motivi dello spostamento sono la crisi economica internazionale di cui si aspetta un peggioramento dopo agosto; e le elezioni nella città di Buenos Aires (dove il governo prevedeche l'opposizione divida i suoi voti fra diverse opzioni) e a Santa Fe, dove il Partito Peronista sta cercando un candidato unico.

Brujipedia [sp] precisa che:

Hace una semana Néstor Kirchner pensaba diferente. (…) A los gritos, Kirchner preguntó: “¿Por qué adelantan tanto las elecciones? ¿Qué le pasa a la burocracia política? ¿Tienen miedo de perder que separan las elecciones?”

Una settimana fa Néstor Kirchner la pensava diversamente (…) Kirchner disse a voce alta: ” Perché stanno spostando le elezioni così in avanti? Cosa sta succedendo nella burocrazia politica? Hanno paura di perdere e così separano le [due] elezioni?”

Questo commento si riferisce alla decisione del governo della provincia di Catamarca di posticipare le elezioni per dividerle da quelle nazionali. Ora è il governo di sua moglie che prende una decisione simile. E su La Polìtica al Poder [sp], si segnala che “la spiegazione ufficiale non è convincente.” Il motivo del cambiamento della data delle elezioni sarebbe che:

el gobierno lo hace por que cree que le conviene y esto es más que suficiente, asume la iniciativa, cambia el escenario y los pone a todos a correr, por que el tiempo es poco, los 225 días faltantes para la elección se redujeron a 100…

il governo sta facendo ciò perché credono che è a loro vantaggio e questa è ragione più che sufficiente. Prendono l'iniziativa, cambiano lo scenario spingendo tutti ad una corsa, perché c'è poco tempo. I previsti 225 giorni prima delle elezioni sono ridotti a 100…

Ora, il progetto di legge del governo argentino andrà davanti al Parlamento, dove dovrà essere approvato in meno di due settimane se si vogliono rispettare le date elettorali.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.