chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Egitto: concorso per il ‘doodle’ di Google riservato agli orfani

Oltre 160 orfani egiziani hanno preso parte al concorso Google doodle [ar], svoltosi per la prima volta in Egitto e nel Medio Oriente. Il progetto vincente sarà presentato sulla homepage di Google Egitto google.com.eg [ar] il 3 aprile, data in cui in Egitto si celebra la Festa degli Orfani. Questa giornata ricorre annualmente il primo venerdì di aprile.

Negli ultimi anni Google ha mostrato maggior interesse nei confronti del Medio Oriente, a partire dall’apertura di un ufficio in Egitto [in] nel 2006. Recentemente Google ha anche lanciato un nuovo blog in arabo [ar].

Teedoz [ar] interviene sul concorso e scrive:

تسعى جوجل دائما إلى إظهار إهتمامها بالعديد من الدول والاجتماعات عبر المساهمة في نشر الوعي بموضوع معين, واحد الاساليب التي تتبعها جوجل هو تغيير شعارها في الصفحة الرئيسية والذي تسميه الشركة Doodle , ومع إقتراب يوم الطفل اليتيم والذي سيوافق 3/أبريل فإن جوجل بدأت مسابقة لإعادة تصميم شعار موقع جوجل المصري حيث إشترك أكثر من 200 يتيم قاموا بإعادة تصميم شعار جوجل ليعكس ماتعنيه مصر وماذا يعني ان تكون مصريا.
Google ha sempre cercato di mostrare interesse nei confronti di molti Paesi organizzando incontri e campagne ideate per richiamare l'attenzione su temi particolari. Uno dei metodi usati è quello di cambiare il logo Google, che la società chiama Doodle, della homepage. E con il sopraggiungere della giornata degli orfani, il 3 aprile, Google ha lanciato un concorso in cui hanno partecipato 200 orfani che si sono sfidati nella progettazione del nuovo logo Google per esprimere quel che l'Egitto rappresenta e cosa significa essere egiziani.

Mohammadkotb [in] e Ahmed Hamdy [in] hanno pubblicato una mail inoltrata dall'Ambasciatore Google degli Studenti all'Università di Alexandria, Amr Ebaid [in], con ulteriori dettagli sul concorso:

Il 20 marzo Google ha organizzato per la prima volta in assoluto la “Doodle for Google Competition” nel Medio Oriente. Abbiamo invitato oltre 160 orfani da diversi orfanotrofi egiziani presso gli uffici Google per trascorrere una piacevole giornata. I bambini hanno disegnato dei doodle INCREDIBILI superando ogni aspettativa. La giornata è stata davvero emozionate, e soprattutto, i bambini si sono divertiti!
Khaled AbulNaga, star cinematografica egiziana, ha partecipato all'evento ed è rimasto profondamento colpito dai bambini, tanto che ha deciso di sponsorizzare uno di loro fino alla laurea!

Commentando la mail, MohammadKotb ha scritto le sue reazioni dopo averla letta e descrive i doodle che ha preferito e per cui ha votato:

Dopo aver letto questa mail, ho seguito il link alla pagina dei doddle e ho scoperto che quelli realizzati dai piccoli egiziani sono davvero graziosi, sono dei geni e me ne sono piaciuti due. Il primo doodle, molto molto semplice, è quello all'inizio del mio post ed è stato disegnato da un bambino che si chiama Gaber Seror e ha 15 anni. Ho votato per questo. E il secondo è quello che segue ed è stato realizzato da un bambino di nome Ahmad Taha di 11 anni. La cosa che mi piace maggiormente in questo doodle è “Edret el fool” perché adoro tantissimo i fagioli.

Google doodle di Ahmed Taha, 11 anni.

Il doodle di Google di Ahmed Taha, 11 anni.

Anche Noblese [in] ha esortato a votare per il doodle vincente, onde incoraggiare i giovani talenti egiziani:

Ora, vogliamo che il mondo venga a conoscere il talento dei bambini egiziani…vogliamo condividere questo link con tutti e chiedere di votare per il doodle vincente. La votazione è aperta fino alla fine di marzo, perciò VOTATE ora e fate circolare la voce tra gli amici.

VOTATE ORA: http://www.google.com.eg/myegypt – Versione in inglese

INOLTRATE IN GIRO e PARLATENE AGLI AMICI…mostrate ai bambini che la loro arte è stata assai apprezzata.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.