chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Kenya: ritirato dal mercato pesticida usato per avvelenare i leoni

Uno dei leoni avvelenati nel 2008

Uno dei leoni avvelenati nel 2008

Il produttore americano di prodotti chimici FMC [in] ha ritirato dal mercato kenyano il pesticida Furadan, dopo che CBS News ha mandato in onda un filmato durante la trasmissione “60 Minutes” [in]. Tale filmato mostra come il Furadan sia diventato il prodotto preferito degli allevatori che avvelenano i leoni sospettati di uccidere il bestiame all'interno e nella zona circostante la riserva nazionale di Masai Mara.

La dott.ssa Paula Kahumbu ha pubblicato il comunicato stampa integrale del produttore sul blog Baraza [in] e Martin Odino enumera l'uso del Furadan per uccidere qualunque tipo di animale selvaggio, nel suo blog Stop Wildlife Poisoning [in] all'interno del portale WildlifeDirect.org [in].

Il 29 marzo scorso la FMC ha emesso un comunicato che condanna il supposto uso improprio di questo pesticida altamente potente impiegato nell'agricoltura, come mostrato nel filmato.

La FMC condanna duramente l'uso di questi prodotti per uccidere la fauna selvatica ed esprime preoccupazione in merito a queste presunte accuse.

Nella dichiarazione stampa, FMC riporta che sono state intraprese numerose azioni per ridurre l'abuso del Furadan in Kenya tra cui:

  • Blocco immediato di tutte le vendite di Furadan al Kenya subito dopo aver appreso la notizia di un incidente avvenuto a maggio 2008
  • Inizio immediato in Kenya di un programma volto alla restituzione del prodotto per rimuoverne dal mercato qualunque residuato
  • Sensibilizzazione diretta nei confronti dei maggiori ambientalisti onde raccogliere dati riguardo l'avvelenamento dei leoni.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.