chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Ucraina: vietati i programmi di terapia sostitutiva a Sevastovol

Recentemente il sito web [ucr] ufficiale di una comunità di tossicodipendenti, gestita dall'organizzazione Drop-In Center [ucr] con i fondi disposti da Rising Voices [in], ha pubblicato alcuni post sulla guerra in atto contro i programmi di terapia sostitutiva [in]. L'inizio delle ostilità va attribuito al Consiglio municipale della città di Sevastopol [in].

L'introduzione della terapia sostitutiva è considerata un passo importante nella lotta contro l’epidemia dell'HIV/AIDS [in]. Il Parlamento ucraino [in] ha adottato una legge speciale a sostegno dell'implementazione di programmi di terapia sostitutiva per i pazienti HIV positivi. Il Ministero della salute ucraino [in] progetta l'introduzione di questi programmi in oltre cento strutture mediche di tutto il Paese. Tuttavia, non tutte le comunità locali sono pronte ad accettare moralmente questo approccio di riduzione del danno [in] per il trattamento degli eroinomani.

Secondo alcuni recenti resoconti pubblicati da agenzie stampa ucraine, il Consiglio municipale di Sevastopol ha votato il divieto alle strutture ospedaliere di proprietà municipale di attuazione delle terapie sostitutive, che richiedano l'uso di metadone [it] o buprenorfina per il trattamento degli eroinomani. Inoltre, i membri del Consiglio municipale hanno lanciato un appello a tutte le autorità statali e municipali dell'Ucraina, quali il Ministero della salute, il Parlamento ucraino, il Gabinetto ministeriale e i Consigli municipali, per supportare la loro iniziativa e vietare l'uso di strutture pubbliche per condurre terapie a base di metadone.

Nella legge che vieta i programmi per la riduzione del danno, il Consiglio municipale ha dichiarato [ucr]:

La sostituzione di una droga (eroina) con una droga sintetica più economica come il metadone, che produce maggiore dipendenza, non facilita la situazione. Non aiuta ad arrestare la crescita del numero di tossicodipendenti in Ucraina. Per fermare le conseguenze dannose della legislazione pubblica della droga sintetica…il Consiglio municipale ha deciso di interdire l'introduzione dei programmi di terapia sostitutiva negli edifici che fanno parte della proprietà municipale.

Il progetto pilota della terapia sostitutiva è iniziato a Sevastopol il 1 marzo 2009. Ad oggi, si contano 15 pazienti, a cui se ne dovrebbero aggiungere altri 15 il 1 aprile. Il Dr. Georgiy Kadomtsev, primario della Clinica Psichiatrica municipale, dove il programma è in fase di implementazione, ha dichiarato che ha tutta l'intenzione di protestare contro questa decisione. Il medico insiste sul fatto che la decisione del Consiglio municipale si basa sulle emozioni, piuttosto che su argomenti professionali obiettivi. Il Dr. Kadomtsev ha dichiarato [ucr]:

Il rapporto del membro del consiglio, signor Belik [l'iniziatore del caso], contraddice totalmente le definizioni e i criteri di diagnostica e trattamento della tossicodipendenza…Il rapporto si è rivelato assai poco professionale e contiene soltanto estratti scaricati casualmente da Internet.

Il capo del Reparto di Salute Pubblica dell'Amministrazione municipale, Viktor Pologov, ha definito assurdo il divieto del Consiglio municipale e ha dichiarato che con questa decisione il Consiglio si è spinto al di là della propria autorità. In precedenza, Pologov aveva affermato [ucr] che questa campagna contro la terapia sostitutiva è sostenuta da gruppi coinvolti nella vendita di droghe illegali.

Tali campagne informative sono organizzate da coloro che di fatto vendono droghe… Il fatturato annuale dei commercianti di droga a Sevastopol raggiunge circa 550 milioni di UAH (approssimativamente 70 milioni di dollari). Nessuno vuole perdere tali profitti. Costoro riempiono Internet di informazioni false. La decisione del Consiglio municipale si basa al 90% su questi dati fasulli.

Pologov ha dichiarato che in realtà i programmi di terapia sostitutiva potrebbero aiutare in modo significativo a ridurre in città la percentuale di HIV/AIDS e a tal proposito ha puntualizzato [ucr]:

Il programma di terapia sostitutiva è focalizzato sugli eroinomani che convivono con l'HIV. Perché proprio su di loro? Innanzitutto, vogliamo ridurre in città la diffusione dell'infezione da HIV. Oggi un terzo degli eroinomani è HIV positivo. Fornendo loro la terapia sostitutiva, tuteliamo i cittadini comuni che vivono in città. Avete visto siringhe nei pressi delle vostre abitazioni? Sì, si possono vedere una marea di siringhe usate per le strade e nei parchi. Che cosa succederebbe se un bambino iniziasse a giocarci?…Non possiamo combattere contro i tossicodipendenti, ma possiamo ostacolare efficacemente la diffusione tra di loro dell'infezione dell'HIV. Possiamo ridurre il numero di siringhe infette nei parchi e davanti casa vostra. I membri del Consiglio municipale hanno appena deciso di lasciarle lì.

Le agenzie-stampa hanno anche puntualizzato che questo problema di ordine medico ha un sapore politico. In mattinata, prima della decisione del Consiglio municipale, si è svolto un corteo capitanato da certe correnti politiche nei pressi dell'edificio del Consiglio municipale. I manifestanti hanno accusato l'attuale presidente ucraino [in], sostenitore dei programmi di terapia sostitutiva, di promuovere l'uso delle droghe.

Come reazione alla lotta politica sui programmi di riduzione del danno, uno dei lettori del sito www.motilek.com.ua [ucr] ha osservato:

È molto triste che i politici di Sevastopol sfruttino il problema della terapia sostitutiva solo per promuovere le loro politiche e non per prendersi cura dei tossicodipendenti e dei loro problemi.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.