chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Iran: Il movimento verde sfida Khamenei

La polizia in assetto antisommossa aspetta i manifestanti

La polizia in assetto antisommossa aspetta i manifestanti

Il giorno dopo che l’ Ayatollah Ali Khamenei, guida suprema dell'Iran, aveva deprecato [in] le proteste e intimato ai leader riformisti di non scendere in strada, migliaia di persone hanno manifestato a Teheran. Molti altri ne hanno seguito l'esempio in diverse città di tutto l'Iran, ignorando l'ordine di Khamenei e esprimendo la rabbia per i risultati delle elezioni presidenziali del 12 giugno [in]. I manifestanti si sono scontrati con la polizia iraniana, che ha utilizzato gas lacrimogeni e getti d'acqua per disperderli.

Sarebbero almeno 19 le persone rimaste uccise [in] a Tehran.

Ecco un filmato che mostra alcune persone che tentano di fermare le forze di sicurezza a Teheran:

e quello di una manifestazione a Teheran:

Mousavi: Sono pronto al martirio

L'utente di TwitterGreen Vote scrive [in] che il maggior oppositore di Mahmoud Ahmedinejad, Mir Hussein Mousavi, era tra i manifestanti a piazza Inghlab (che significa rivoluzione), dove ha annunciato “Sono pronto al martirio”.

Green Vote aggiunge [in] poi che Mousavi Mir Hossein avrebbe detto alla folla: “Abbiamo imparato dai nostri padri che il sangue versato dagli innocenti ricade sempre sui colpevoli”.

Whoshang scrive [in] che Tehran sta implodendo, che ci sono manifestanti feriti/uccisi, e che Mousavi afferma di essere pronto al martirio. Whoshang aggiunge che molte ambasciate della capitale sono rimaste aperte per accogliere i feriti.

Iranriggedelect scrive sempre su Twitter [in] che i manifestanti sembrerebbero essersi sparpagliati per tutta la città, dopo che la polizia ha fatto di tutto per evitare che si raccogliessero in un unico posto.

Tehran Bureau riferisce [in] di slogan e cori direttamente rivolti alla guida suprema.

Shooresh fornisce [in] un resoconto in tempo reale del movimento di Teheran, e ha pubblicato diverse foto (una compare in apertura del post).

Contemporaneamente Iraneema ha scritto [in] che gli attivisti arrestati [in] sono sottoposti a enormi pressioni.

Online è possibile trovare un video in cui viene mostrata la morte di un manifestante per mano delle forze di sicurezza. Global Voices Online ha il link al video, ma ha deciso di non pubblicarlo per la sua natura estremamente violenta.

1 commento

  • riccardo mazzucato

    all’incontro con Nabavi svolto a Pordenone , ho rovolto una domanda .Perche Mousavi ha rinunciato al ballottaggio,nel senso di continuare la lotta contro gli evidenti brogli elettorali nei suoi confronti,pur avendo l’appoggio deil Movimento verde?
    La risposta è stata che non poteva andare al ballottaggio perchè Ahmedinejad aveva avuto la maggioranza deivoti.Questo l’abbiamo capito tutti,ma la mia mia domanda era perchè ha abbandonato la lotta?Purtroppo ogni rivoluzione ha i suoi martiri ma se si vuole cambiare il sistema bisogna pagarne il prezzo anche se si tratta di vite.

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.