chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Iran: proteste e veglie attraverso i video

Le controverse elezioni del 12 giugno [in] in Iran, con la riconferma del Presidente Mahmoud Ahmadinejad [it] al potere, hanno scatenato la più violenta sommossa dai tempi della Rivoluzione Islamica [it] del 1979. I manifestanti e il leader dell'opposizione, Mir Hussein Mousavi [it] stanno chiedendo l'annullamento delle elezioni. Sabato, le forze di sicurezza hanno ucciso almeno 10 persone a Tehran, ma le proteste sono proseguite in altre città iraniane.

Teheran, domenica: Manifestanti cantano il seguente slogan: “Non aver paura, non aver paura, siamo tutti insieme. Abbasso il dittatore.”

Teheran, giovedì: In memoria dei ‘martiri' di Teheran, alcuni iraniani accendono delle candele vicino all'Università di Teheran.

Teheran: Alcuni iraniani urlano ‘Allaho Akbar' (Allah è grande) dai tetti, in segno di protesta contro i risultati elettorali. Una ragazza seduta su un tetto di un'abitazione a Teheran recita un bellissimo poema.

Isfahan: Manifestanti confrontano le forze di sicurezza

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.