chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Messico: scarsità d'acqua colpisce quasi 2 milioni di abitanti

Quasi due milioni di abitanti sono stati colpiti dalla recente riduzione di servizi d'acqua nella Valle del Messico. Secondo il quotidiano messicano El Universal [sp], il sistema Cutzamala, che gestisce il 20% dell'acqua potabile per la valle, non sta funzionando al massimo della sua capacità e non può fornire la regione che comprende 10 distretti del Distretto Federale e 13 comuni dello Stato del Messico.

Per impedire la siccità e altri gravi problemi, la prima azione di riduzione è stata presa durante la Settimana Santa e ha interessato oltre 700mila persone. Coloro che sono stati colpiti dalle carenze hanno preso l'acqua per uso domestico da camion autocisterna che visitano regolarmente i quartieri, si legge sul blog Vivir México [sp]. A maggio la riduzione si è estesa al 25% della fornitura d'acqua dei fine settimana [sp], e continuerà così fino a ulteriori avvisi.

Tuttavia, con la circostanza aggravante della rottura di un tubo d'acqua nello Stato del Messico [sp] il servizio d'acqua è stato ridotto del 50% in molti isolati per 48 ore negli ultimi giorni di maggio.

Scarsità d'acqua in Messico, foto dall'utente di Flickr Wonderlane. Usata con licenza Creative Commons (http://www.flickr.com/photos/wonderlane/3388022312)/

Foto dell'utente di Flickr, Wonderlane (http://www.flickr.com/photos/wonderlane/3388022312/). Utilizzata sotto licenza Creative Commons.

Jessica Uribe, dal blog Vivir México [sp], scrive riguardo l'incertezza degli interventi governativi sul problema dell'acqua:

A pesar de todas estas afectaciones y de que es obvio que se necesita el gobierno federal no ha podido dar una respuesta al gobierno capitalino sobre la inversión que necesita el Sistema Cutzamala para ser rehabilitado y modernizado en su totalidad, esperemos que sea pronto cuando decidan el futuro del más importante sistema de abastecimiento de agua de la Ciudad de México, pues cada vez son más los problemas que tiene y más tiempo el que se tardan en solucionarlos.

Nonostante tutti i problemi e il fatto ovvio che il governo federale non sia stato in grado di rispondere al governo municipale della capitale riguardo l'investimento economico per riparare completamente il sistema Cutzamala, speriamo che decidano presto il futuro del più importante sistema d'acqua di Città del Messico, perchè ci sono sempre più problemi e ci vuole più tempo per risolverli.

La blogger Lesley Tellez di The Mija Chronicles ha condiviso l'esperienza [in] del suo primo giorno senza acqua ad aprile:

Così oggi ci siamo svegliati scoprendo di non avere acqua. È un problema di tutto il quartiere. Risoluta nel mio intento di diventare la donna più pulita in Messico, ho finito col fare una doccia in stile medievale, riscaldando l'acqua sulla stufa e poi portandola in doccia con grandi scodelle. In effetti ha funzionato abbastanza bene, a essere onesta. Qualcosa mi dice che domani non sarà così divertente.

Nonostante la situazione delicata dei quartieri con scarsità d'acqua, alcuni cittadini si chiedono se questo sia il modo migliore per risolvere il problema. Il blogger Daniel Hernández nel suo blog Intersections [in] riesamina alcune disuguaglianze nella scarsità d'acqua:

Sono dodici giorni di acqua sporadica e a bassa pressione nel rubinetto per chissà quanti milioni di persone. E niente acqua — niente — forse per ancora più milioni. Questo significa gabinetti non funzionanti, niente docce, piante non curate. Alcuni comuni e quartieri specifici non sono stati molto colpiti (potete indovinare quali), e altri invece lo sono stati gravemente (indovinate ancora quali).

(…) È ora di fare qualche offerta seria al [dio preispanico] Tlaloc?

Jesús Chaírez commenta sul suo blog personale [in] la contraddizione del governo riguardo la scarsità d'acqua e gli impianti igienici urbani:

Allora, come ogni mattina, ho guardato fuori dalla mia finestra – questa volta con stupore: con tutto il parlare della scarsità d'acqua qua a Città del Messico, ho guardato fuori dalla mia finestra e ho visto gli addetti ai servizi cittadini pulire i marciapiedi del parco dall'altra parte della strada, Alameda Santa Maria la Ribera, non con scope ma con ACQUA! Il governo di Città del Messico che utilizza acqua preziosa per lavare con la manichetta e pulire i marciapiedi. È roba da pazzi, ma così va il Messico.

Sul blog The Mex Files gli autori menzionano [in] come l'enorme riduzione di fornitura d'acqua a Città del Messico andava considerata un avvertimento per città che crescono rapidamente senza tener conto dei servizi base più importanti:

Ovviamente, “¡Como México no hay dos!” (Di Messico ce n'è solo uno!) quando si parla di sfide geografiche e geologiche, e la pressione su sistema d'acqua in una città che è cresciuta esponenzialmente nell'ultima metà del secolo, associato a quelle che erano considerate buone pratiche d'ingegneria negli ultimi 500 anni (svuotare il Lago Tezcoco) ha reso il sistema d'acqua di Città del Messico più vulnerabile a gravi problemi rispetto ad altri.

(…)

Ciò andrebbe considerato un campanello d'allarme per cominciare a dare attenzione ai servizi fondamentali, ma mi aspetto che un giorno ci sveglieremo a Chicago, o a New York o a Londra scioccati, scioccati che i NOSTRI sistemi hanno smesso di funzionare e non avremo idea di come sia accaduto. Lo stesso va accadendo a Città del Messico. Non si fa attenzione ai servizi basilari della vita.

Tecnici della Commissione Nazionale dell'Acqua (Conagua, Water National Comission) hanno dichiarato al quotidiano El Universal [sp] che la stabilità del Sistema Cutzamala potrebbe essere parzialmente sistemata con la riparazione di numerose dighe iniziata ad aprile.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.