chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Sri Lanka: rapporto dai campi profughi

Indi.ca è tornato recentemente [in] da Vavuniya [it], la maggiore città del distretto di Vanni nello Sri Lanka, che offre temporaneamente rifugio a circa 300.000 persone accolte nei campi profughi, definite dalle Nazioni Unite IDPs (Internally Displaced Persons) [in]. Il blogger propone un video e spiega che la situazione dei profughi è buona, vengono accolti nelle strutture del governo, dalle scuole agli ospedali. Poi scrive: “La mia impressione complessiva, dopo aver parlato con la gente, è che i bisogni umanitari e sanitari vengano soddisfatti e attesi con attenzione, mentre le richieste più umane non sono ascoltate. In special modo, le famiglie separate durante il conflitto o successivamente dalla polizia per controlli, chiedono aiuto per ritrovare i propri cari con ogni mezzo possibile. Ogni campo profughi dovrebbe stilare una lista indicando il nome di quanti ci vivono così da facilitare le ricerche dei familiari e il ricongiungimento di genitori e figli. Questa situazione crea molta ansia e tensione tra gli sfollati.”

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.