chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Paraguay: La risposta del governo all'arrivo del virus H1N1

Negli ultimi giorni, in Paraguay sono stati confermati nuovi casi del virus AH1N1 [in]. Questi episodi riguardano cittadini appena ritornati da viaggi in Argentina, luogo ora divenuto uno delle principali fonti per la trasmissione del virus in Paraguay. Il totale delle persone colpite è salito a 25 secondo la testata giornalistica ABC Color [sp]. Finora, non si è verificato alcun decesso correlato al virus e tutte le persone che sono state colpite presentevano soltanto i sintomi di una normale influenza di stagione.

Un gruppo di cinque studenti colpiti dal virus frequentano la scuola privata “Santa Clara,” situata nella capitale, Asuncion [it]. Apparentemente, le informazioni in merito ai casi rilevati nella scuola privata non sono state divulgate fin quando uno degli studenti colpiti non si era già ripreso dai sintomi del virus. Le autorità governative hanno dichiarato che i nomi delle scuole con gli studenti colpiti dal virus non saranno resi pubblici. Questo atteggiamento strettamente guardingo da parte degli ufficiali sanitari e delle autorità scolastiche preoccupa alcuni cittadini. La blogger Mabel Rehnfeldt di El Dedo en la Llaga si è occupata della situazione sia in veste di giornalista sia come madre [sp]:

Me pregunto qué pasa con el derecho a saber que tenemos los padres de colegios afectados y no afectados para poder ejercer el deber de precautelar a otros niños y niñas sanos/as?

Un especialista epidemiólogo, de los mejores que conozco en el país, pidió que se socialice la información, que se colectivice. Aquí no se trata de satanizar ningún colegio -mucho menos dar identidades de los pacientes por el tema de la confidencialidad obligada por el juramento hipocrático- es apenas INFORMAR a la opinión pública en qué colegios ya hay casos sospechosos.

Mi chiedo che cosa sta accadendo al diritto dei genitori di essere informati in merito alle scuole colpite e quelle che non lo sono, al fine di essere in grado di tutelare la salute degli altri bambini sani?

Un esperto in epidemiologia, uno dei migliori che conosco nel Paese, ha chiesto che le informazioni siano divulgate e raccolte. Non si tratta di demonizzare alcuna scuola – neppure di divulgare l'identità dei pazienti, data la riservatezza richiesta dal Giuramento di Ippocrate – si tratta solamente di INFORMARE la gente in quali scuole si sono verificati i casi sospetti.

In contrasto con gli scarsi sforzi impiegati per divulgare le informazioni sulle scuole colpite dal virus, il governo sta rafforzando le misure implementate, quali il controllo del confine al fine di prevenire la diffusione del virus AH1N1 in Paraguay. Questo è ciò che la giornalista e blogger Gloria Rolon dichiara in merito alla sua esperienza [sp]:

Es que al descender del avión y abandonar la manga de desembarco, la recepción que le dan a uno es sencillamente sorprendente. Todo, pero absolutamente todo el personal en tierra luce impecables tapabocas y guantes de látex.

Confieso que no sé si las medidas en cuestión serán efectivas o no para evitar un contagio masivo, pero debo reconocer que lo que al principio fue una sorpresa para mí, luego se transformó en una agradable sensación de satisfacción con la tarea desplegada por las autoridades sanitarias en Paraguay.

Quando si scende dall'aereo e si lascia la zona delle partenze, l'accoglienza che si riceve ha semplicemente dell'incredibile. Tutti, ma assolutamente tutto il personale di terra indossava mascherine per coprire la bocca e guanti in lattice.

Confesso di non sapere se le misure siano davvero efficaci per evitare il contagio, ma devo riconoscere che ciò che di primo acchito è stato per me sorprendente, successivamente si è trasformata in una sensazione piacevole di soddisfazione nei confronti del lavoro effettuato dalle autorità sanitarie del Paraguay.

L'influenza suina è stata dichiarata un'epidemia globale l'11 giugno 2009. Questa è la prima volta in 41 anni che L'Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara l'esistenza di un'epidemia a livello mondiale.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.