chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

La ‘Campagna Mai Prima d'Ora’ per i diritti dei Palestinesi

Una campagna lanciata all'inizio di quest'anno, nel periodo degli attacchi israeliani a Gaza [in], promuove l'idea di essere orgogliosi nella resistenza palestinese [in], focalizzandosi sui diritti palestinesi e non sul vittimismo. Chiamata la Campagna Mai Prima d'Ora, ha la base a Beirut, Libano, e ha prodotto una serie di video [in] per trasmetterne il messaggio. Global Voices Online ne ha intervistato i coordinatori per sapere di più.

Come è iniziata la Campagna Mai Prima d'ora? Chi è coinvolto?

La Campagna in realtà è costituita da un gruppo di individui libanesi con vari ambiti di provenienza (nel campo media e business, esperti in sociologia, attivisti della società civile) ritrovatisi per diversi motivi, localmente in Libano e nel mondo arabo in generale. Non abbiamo rivelato i nostri nomi perché preferiamo che l'attenzione rimanga sulla Campagna in sé oltre che sulle cause che sosteniamo. Abbiamo visto tanti buoni movimenti rovinarsi dopo essere stati personalizzati…
L'idea della Campagna Mai Prima d'Ora stava emergendo da qualche tempo, quando è partita la guerra di Gaza nel dicembre scorso. È stato allora che ci siamo resi conto che avremmo dovuto lanciarla. Il termine Mai Prima d'Ora è venuto fuori dopo lunghe discussioni (prima della guerra di Gaza) su se sarebbe stato meglio fare dei parallelismi fra la causa palestinese e la lotta del Sudafrica, o con altre situazioni analoghe nel mondo. La conclusione è stata: è vero che la gente ha subito pesanti ingiustizie nella storia, ma finora non era mai esistita un'ingiustizia per un periodo di tempo così lungo e così evidente e così crudele, e trattata con tale indifferenza. Allo stesso tempo, mai prima d'ora un popolo aveva resistito e lottato per così tanto tempo, avendo tutto contro ed affrontando tanti tradimenti. Infine, il supporto al popolo palestinese contro l'ingiustizia che deve affrontare sta diventando più forte come mai prima d'ora.

Campagna Mai Prima d'ora – Io Resisto [in]:

Cosa rende questa campagna diversa dalle altre inziative a sostegno dei diritti dei Palestinesi?

Non sosteniamo che la nostra campagna sia radicalmente diversa. Si continua a propugnare la causa palestinese fin dal 1948 o anche prima. Noi facciamo parte di questo movimento. Ciò che abbiamo notato è che, promuovendo campagne per la Palestina da più di un decennio, particolarmente in occidente, si rimane confinati araccogliere simpatie su base umanitaria. Noi crediamo che sia necessario promuovere rispetto per il popolo palestinese piuttosto che empatia o un sentimento guidato dal senso di colpa.

Riteniamo che la giustizia finirà per prevalere in Palestina, nostro compito è far sì che ciò succeda presto, e invitare ogni essere umano rispettabile far parte di questo scenario quando verrà il giorno.

Campagna Mai Prima d'ora – Di cosa si tratta:

La campagna si focalizza sulla produzione di video, o ci sono altri mezzi con cui pensate di far circolare il messaggio?

Siamo tutti lavoratori, con nessuna risorsa allocata per questa Campagna. Così, per ora ci atteniamo ai video. Molta gente si è già unita a noi, fisicamente e virtualmente, così speriamo di iniziare ad estendere le nostre attività appena possibile.

Campagna Mai Prima d'Ora – Rendi grande la menzogna:

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.