chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Afganistan: Talebani nella provincia strategica di Ghazni

Joshua Foust riporta la notizia [in] che la strategica provincia di Ghazni [it] in Afganistan sta cadendo nelle mani dei Talebani: nell'area si registra una presenza sempre più forte di “Radio Shariat” e vi sono state violente manifestazioni anti-governative nel capoluogo, con un bilancio di diversi morti e feriti. È difficile capire cosa stia accadendo perchè l'informazione dei media non Talebani è pressochè inesistente; considerato però che alle ultime elezioni la percentuale dei votanti è stata pari allo 0% in molti distretti, è chiaro come i Talebani si stiano impossessando della provincia pezzo dopo pezzo.

2 commenti

  • Leandro

    si dovrebbe dire taleban. Taleban è già plurale. Dire “i talebani” sarebbe un po’ come per un inglese dire, dei terroristi italiani degli anni di Piombo, “the BrigatistiS” oppure per indicare le milizie iraniane the “PasdaranS”!

  • Uhm… in GV riteniamo che si tratti ormai di uso comune nella lingua italiana seppur non troppo corretto. Nello stesso Zingarelli si trova la voce “talebano” al singolare, “talebani” al plurale.
    In realtà in arabo classico il plurale di talib -studente- è talibani con una a lunga, sarebbe talibaani (a con trattino sopra) poi nei dialetti arabi la i è spesso pronunciata come una ‘e’ e gli arabi sono madrelingua dialetto! Talibaani vuole dire ovviamente studenti, non terroristi…tutto il resto poi è storia….

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.