chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Asia e Oceania: le conseguenze dei recenti disastri naturali nei video online

Inondazioni

Inondazioni

In meno di una settimana, diversi terremoti, tsunami e tifoni hanno colpito numerose aree in Oceania, Est e Sud-est asiatico.

Precedenti post di Global Voices ci hanno informato su quanto va succedendo in Tailandia, Cambogia, Laos, Filippine, Vietnam con il tifone Ketsana (Ondoy) [in] e sulla serie di forti terremoti in Indonesia (1 [in] e 2 [in]), appena un giorno dopo il terremoto delle Samoa che ha scatenato uno tsunami.

Grazie alle piattaforme online per caricare video, i cittadini che stanno vivendo questi disastri naturali e le relative conseguenze ne hanno condiviso filmati in presa diretta, in modo che persone di altre regioni possano comprendere l'entità dei danni.

Il canale CitizenTube di YouTube include vari post riguardo questi eventi. Il primo propone una serie di clip sul terremoto delle Samoa e le conseguenze dello tsunami [in]:

E un altro post raccoglie numerosi video sulle conseguenze del terremoto a Sumatra [in].

Il filmato che segue mostra delle famiglie [in] fuori dalle proprie case, che corrono ad afferrarsi a delle ringhiere durante un'ulteriore scossa:

Quest'altro video [in] inquadra ciò che sembra essere un centro commerciale con danni ingenti e un'area in fiamme:

Il prossimo video [in] riguarda il tifone (Ketsana) Ondoy, che ha colpito le Filippine. È possibile vedere l'estessione delle inondazione, mentre l'autore scrive quanto segue nella descrizione:

Ero appena tornato dalla riva del fiume 5 minuti fa. I circa 30-40 centimentri di differenza tra il fiume Marikina e l'argine ora sono diminuiti al punto che l'acqua sbatte contro gli alti edifici di Eastwood, a Metro Manila. Una guardia della sicurezza ha isolato l'area e mi si avvicina coprendo col suo ombrello mentre scatto le foto con il cellullare. “Dov'è la polizia o i pompieri?”, ho chiesto. Dapprima mi indica un puntino in mezzo al fiume 3-400 metri alla mia destra. “Quella era una donna con il figlio di 2 anni avvinghiato. È passata qui in mezzo del fiume – invocando aiuto. Non c'era niente che potessimo fare – è passata in meno di 5 secondi. Abbiamo visto altre persone trascinate via.” Guardiamo impotenti oltre 20 persone a 200 metri di distanza che sono sedute in cima ai loro tetti di lamiera mentre il fiume infuria sotto di loro con le case sommerse… aspettando l'arrivo dei soccorsi.

Questo video [in], anch'esso relativo alle inondazioni, rivela un aspetto diverso dell'emergenza; tra le acque che salgono rapidamente, si vede un gruppo di bambini che giocano e si divertono:

Sembra che l'umorismo sia diventato uno dei modi per superare in qualche modo i disastri naturali per i Filippini. Per esempio, qui viene riproposto un messaggio di Gwendolyn So [in], dove racconta degli oltre 10 anni di convivenza con le inondazioni in casa almeno una volta all'anno; si possono vedere che proprio mentre cercano di salvare mobili, oggetti e la famiglia c'è spazio per divertirsi un po':

5. Ci si può divertire in mezzo al disastro, così ho preso la macchina fotografica e ho iniziato a scattare foto. È stato per stimolare tutti a farsi una bella risata mentre esaminavamo il caos intorno, scarafaggi e ratti nuotavano accanto, le macchie nere oleose di roba che galleggiava qua e là.

Alla fine, mette le cose in prospettiva:

È facile impazzire dopo questo genere di calamità, disperarsi per le cose materiali che abbiamo perso (specialmente le automobili), ma per favore siate riconoscenti per essere ancora vivi, come anche per i familiari e i vostri cari ancora in vita.

L'immagine iniziale è di IronChefBalara, ripresa con licenza Creative Common.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.