chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Russia: blogger discutono il 20.mo anniversario dalla caduta del Muro di Berlino

Berlin Il muro di Berlino davanti la Porta di Brandeburgo 1989, foto di romtomtom su Flickr

Il muro di Berlino alla Porta di Brandeburgo 1989;
foto di romtomtom [in] su Flickr

Vent'anni dopo la caduta del muro di Berlino, non sono così tanti i blogger russi che ricordano, celebrano e discutono l'evento storico definito da alcuni “l'avvenimento più importante nella storia del XX secolo.” Per la maggior parte dei blogger russi “The Fall” è un ricordo d'infanzia/adolescenza, un atto piuttosto mitico che reale.

Alcuni blogger usano la data per ricordare ai lettori l'attuale situazione politica, altri evidenziano un certo cinismo, ma la maggior parte si chiede: “Perchè nessuno parla di questo giorno? Perchè non viene celebrato pubblicamente?”

L'ex consigliere del Presidente Andrei Illarionov (utente noto su LiveJournal come aillarionov [rus]) scrive [rus] sul suo blog:

Oggi, 20 anni dopo, il mondo celebra “l'evento geopolitico più importante” della fine del XX secolo – il crollo delle dittature comuniste totalitarie in Europa. Viene celebrato in molti Paesi.

Ma non in Russia. E neanche in una dozzina di altri stati post-comunisti, che ora sono non soltanto fermi, ma per di più soggetti a un nuovo autoritarismo.

L'evidente negligenza della Russia su quest'evento molto importante della nostra epoca, sottolinea le dimensioni del nuovo muro che ha preso il posto di quello distrutto.

Questo muro è invisibile, ma assai efficace nel tentativo di isolare i cittadini e i fratelli afflitti del nostro Paese, dal resto del mondo.

Anche Ilya Faibisovich (utente noto su LiveJournal come faibisovich [rus]) appare  sorpreso [rus] per l'assenza di pubblicità:

È davvero incredibile che […] “L'Eco di Mosca” [una stazione radio liberale], “Lenta.ru”, “Gazeta.ru” o qualsiasi altro rispettabile “portale informativo” russo, (anche “RIA Novosti” o “Interfax”) non abbiano “qualcosa” che invece si trova sui siti web del resto del mondo. E questo misterioso “qualcosa” ha parecchio a che fare con la Russia. Pur se attualmente sembra non abbia nulla a che fare con essa. Ma ci sono un mucchio di notizie (per tutti i gusti) come “attori sovietici morti”, “quanti treni possiede Kim Chen Ir”, qualche poliziotto che ha imparato a usare il videoblog (si veda l'articolo su GV [in]), e il necrologio di Ginsburg (Premio Nobel).

Un altro blogger, SynthThesis, considera l'evento una sconfitta piuttosto che una vittoria [rus]:

Come qualcuno “nato in URSS” ho un atteggiamento abbastanza particolare su quest'argomento. Penso che ci sia parecchia gente disposta a “sputarci sopra” anche senza di me.
[…]
Adesso l'illusione che chiunque possa realmente decidere da solo ci viene inculcata dalle azioni pagate di quanti amano la verità, meglio che in qualsiasi computer game.

Diversi i blogger che sono ricorsi alle immagini per commemorare l'evento. L'utente di LiveJournal Amelito ha pubblicato una raccolta di foto  [rus] sullo smantellamento del muro. L'utente di LiveJournal Sotvoryaushij Miry [rus] ha condiviso 17 foto [rus]. L'utente di Privet Gernov51 [rus] ha pubblicato la cronologia degli eventi del 1989 che hanno portato alla fine della Guerra Fredda [rus].

Informazioni aggiuntive

Secondo il sondaggio realizzato dal Levada Center nell'ottobre 2009 [rus], il 63% degli intervistati considera la caduta del muro come un evento positivo o abbastanza positivo, mentre l'11% lo ritiene negativo. “La caduta del muro” è la seconda risposta più diffusa  (24%) alla domanda “Quale ritieni l'evento più importante del 1989?”; il 50% degli intervistati ha citato il ritiro delle truppe sovietiche dall'Afghanistan come “l'evento più importante” dell'anno.

1 commento

  • kirk

    Cosa ne pensate di questo articolo sul muro di Berlino? Mette in evidenza le prime pagine del quotidiano L’Unità in tre precisi momenti storici: la giornata in cui si iniziava a costruire il muro, il giorno che è caduto e oggi, che si celebrano i vent’anni dell’evento.
    Io credo che sia del tutto naturale che negli anni siano cambiati i contenuti, per il semplice fatto che è cambiato il partito stesso che “sostiene” l’Unità. Inoltre mi piacerebbe vedere come molti quotidiani, ad esempio, titolavano l’entrata in guerra (la seconda) del nostro paese, e come l’uscita…

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.