chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Yemen: guerra civile o conflitto per procura?

La guerra in corso [it] nello Yemen merita senz’altro l'interesse di Global Voices Online, ma mi ha veramente colpito notare come non siano molti i blogger interessati al conflitto. Ecco quindi una serie di stralci tratti da post di blogger residenti in diversi Paesi dell'area.

Il giornalista yemenita Nasser Arrabye tiene un diario su Blogspot per aggiornare sulla situazione. Lo scorso agosto descriveva [in] le operazioni militari che opponevano il governo dello Yemen ai ribelli Houthi (movimento sciita zaydista [it], così chiamato dal nome del fondatore Hussein al-Houthi):

Il governo yemenita ha dichiarato giovedì scorso che avrebbe intrapreso azioni militari per liberare scuole ed edifici governativi usati come caserme dai ribelli Houthi a Sadaa [in], nel nord del Paese.

Il giornalista prosegue così:

La dichiarazione è arrivata successivamente a notizie di intensi combattimenti avutisi questa settimana tra i ribelli e le truppe governative: negli scontri sono stati uccisi o feriti decine di soldati su entrambi i fronti.

“Da quando il presidente yemenita Ali Abdullah Saleh ha ordinato l’interruzione delle operazioni militari, sabotatori e terroristi hanno continuato gli attacchi contro i cittadini e le forze di sicurezza, commettendo crimini odiosi indiscriminatamente, anche contro anziani, bambini e donne, oltre a rapimenti, case e strade distrutte”, prosegue la dichiarazione.

Ma sembra che i ribelli Houthi abbiano un diverso punto di vista:

I ribelli di al-Houthi hanno tuttavia affermato di essersi limitati a difendersi e di non volere un’altra guerra.

Qualche mese dopo nessuno è stato più grado di fermare la guerra in corso. Ma a quel punto veniva sollevata anche una nuova domanda: nello Yemen sta prendendo piede una guerra civile o ci sono altre forze coinvolte in questo conflitto?

I ribelli Houthi hanno affermato che i sauditi stanno partecipando al conflitto, e che le loro truppe sono lì per sostenere il governo yemenita. Il governo, d’altro canto, l’ha negato. Nasser Arrabyee ha scritto [in]:

Un ufficiale yemenita ha negato lunedì scorso le affermazioni dei ribelli sul fatto che l’esercito abbia utilizzato una base saudita per attaccarli.

Le autorità saudite hanno “permesso all’esercito dello Yemen di utilizzare una loro base a Jabal al-Dukhan dalla quale hanno sferrato degli attacchi”, si legge in una dichiarazione di al-Houthi inviata via email.

L’ufficiale, che ha voluto restare anonimo, ha detto che al-Houthi cerca solo di nascondere i propri insuccessi chiamando in causa interferenze saudite. “Jabal al-Dukhan è in terra yemenita, non saudita”, ha aggiunto. Questa non è la prima volta che i ribelli di Al-Houthi accusano l’Arabia Saudita di intromettersi nel conflitto.

Ma qualche giorno dopo Nasser Arrabyee ha scritto un altro post [in] sul suo blog:

Almeno 5 soldati sauditi e 15 ribelli Houthi sono stati uccisi nel corso di intensi combattimenti tra i ribelli e le forze saudite ad Al-Khuba e Jabal al-Dukhan, nell’area di Jaizan nel sud del Regno [saudita], hanno dichiarato fonti locali giovedì.

Il leader dei ribelli, Abdul Malik al-Houthi, ha dichiarato giovedì che l’esercito saudita sta bombardando le postazioni dei suoi combattenti sulla frontiera presso Al-Malahaid, a ovest di Saada, “con ogni genere di armi”.

Così le dichiarazioni dei ribelli sul coinvolgimento saudita sono risultate vere, e ciò ha spinto il blogger Gregory [Johnsen] a porre le seguenti domande [in]:

Ho l’impressione che l’idea di gettarsi in quel pantano che è la ribellione nel Nord non sia stata una decisione ben ponderata in Arabia Saudita, portando così a un’altra domanda che mi sto ponendo da un pezzo: chi è a gestire le opzioni yemenite in Arabia Saudita? Certamente non il Sultano. E anche se [il Ministro degli interni] Muhammad bin Nayef ha l’incarico di contrastare il terrorismo di Al-Qaida, l’Arabia Saudita non è gli USA e non è concentrata solo su Al-Qaida. La sua relazione con lo Yemen è complessa.

La mia idea è che non vi sia un preciso responsabile, ma che diversi soggetti gestiscano a turno la questione senza buone idee sugli obiettivi da perseguire, a parte rimbalzare di crisi in crisi cercando di impedire che i pazzi yemeniti e i loro problemi superino i confini.

Sapphire ha lasciato un commento sul post di Gregory, cercando di interpretare i motivi per cui l’Arabia Saudita abbia deciso in entrare in guerra [in]:

Ora, perché i sauditi hanno deciso l'intervento militare in Yemen? Si dice che dopo aver dovuto concedere l’area dell’Iraq sul confine settentrionale agli sciiti iracheni, i sauditi non possano concedere e non tollerino un altro stato sciita al confine meridionale, ipotizzando che i ribelli Houthi possano riuscire a sconfiggere il governo centrale e conquistare l’indipendenza.

La blogger egiziana Zeinobia è preoccupata per l’intervento saudita [in]:

Ufficialmente l’Arabia Saudita ha dichiarato guerra ai ribelli Houthi; non è mia intenzione discutere se ciò sia giusto o meno, oppure se sia un conflitto all'interno di un più ampio confronto regionale, ma voglio chiarire il fatto che probabilmente l’Arabia Saudita non riuscirà a vincere questa guerra in nessun modo nonostante tutta la tecnologia multimilionaria di cui dispone, semplicemente perché questa è una guerriglia tra le montagne!

E prosegue così:

Non so perché i sauditi abbiano scelto di impantanarsi come abbiamo fatto noi negli anni ’60, è una situazione chiaramente ironica, perché all’epoca sostenevano gli yemeniti contro di noi!!! Ho letto anzi notizie che riportano voci sull’uso di fosforo bianco contro i civili da parte dei sauditi!! È forse un déjà vu??!!??

Ma sono solo i sauditi sono ad essere coinvolti in questa guerra? Una nave iraniana è stata bloccata al largo delle coste yemenite. Ciò ha fatto scrivere a Nasser Arrabyee quanto segue [in]:

Una nave iraniana carica di armi forse indirizzate ai ribelli di al-Houthi è stata intercettata il 26 ottobre 2009, sulle coste al largo di Midi, nel nord-ovest dello Yemen. L’equipaggio di 6 membri, 5 iraniani e un indiano, sono ora trattenuti per indagini nella capitale yemenita Sana’a. L’ambasciata iraniana a Sana’a ha negato che la nave stesse trasportando armi.

Di conseguenza Gregory ha scritto che nello Yemen è forse in corso un conflitto per procura [in]:

“Abbiamo quindi una guerra per procura tra l’Arabia Saudita e l’Iran,” ha affermato Simon Henderson (riferendosi a una dichiarazione di quest'ultimo, direttore del Gulf and Energy Policy al Washington Institute for Near East Policy).

Il coinvolgimento di Arabia Saudita, Iran, sunniti e sciiti, risveglia le riflessioni di Abul Maali Fayek, perché sembra che stia succedendo ciò che temeva [ar]:

وقع ما كنا نحذر منه من إشعال الفتنة الطائفية بين السنة والشيعة،وعلى شيوخ الفضائيات أن يسنوا رماحهم ويجلسوا ليتفرجوا على معارك المسلمين بعضهم البعض،ولعل الشيخ عرعور وقناته الطائفية “قناة صفا” لعلهم يكونو قد استراحوا قليلا بعد أن شاهدوا الحرب الدائرة بين دولة عربية مسلمةوكبيرة فى الحجم والمقام هى المملكة العربية السعودية وبين مسلمين آخرين فى اليمن الشقيق هم جماعة “الحوثيين الشيعة” واستمرار تلك المعارك ليس فى صالح أحد
Ciò su cui vi stavo mettendo in guardia sta avvenendo, un conflitto settario tra sunniti e sciiti. E ora è il turno del clero che tramite le TV satellitari versa benzina sul fuoco del conflitto e tiene sotto controllo i combattimenti tra musulmani. E allora può essere, può essere che lo Sceicco Aarour e il suo canale satellitare “Safa” [filo-sunnita] siano felici di assistere alla guerra tra una grande e rispettabile nazione musulmana come l’Arabia Saudita e i fratelli nello Yemen, che sono sciiti Houthi. La continuazione di questo conflitto non fa bene a nessuno.

E in conclusione, Zeinobia si chiede [in] se la Lega degli Stati Arabi esista ancora e perché non assuma nessuna iniziativa per fermare questa guerra:

Non so se faccia più ridere o piangere: il sangue arabo e musulmano non andrebbe versato in questo modo per mano di altri con sangue arabo o musulmano!! Alla fin fine siamo tutti fratelli.

Non capisco dove sia la Lega Araba quando serve, Amr Moussa pare essere fuori città, beh, secondo me sta perdendo punti come possibile candidato presidenziale [alle elezioni egiziane del 2011]!!

Per ulteriori informazioni, si veda un altro recente post su Global Voices Online, Saudi Arabia: We'll Defend Ourselves – For The Right Reason [in].

1 commento

  • Araba

    Scusa ma queste informazioni sono totalmente sbagliate! è vero che non sono ne yamanita ne saudita. Ma sono araba dalla giordania, e questo conflitto lo seguo da tanto tempo.
    è vergognoso che non riesco a trovare un articolo nella stampa occidentale che possa narrare giustamente verità di questi terroristi Huthi. Non è un conflitto religioso!!!!!!!!!!!!! ma sono i governi immorali del mondo che lo vogliono apparire così!!!!! è una vergogna!!!!!
    Quando i membri di Hamas difendono la loro terra, la stampa chiama loro terroristi!!! ma quando questi terroristi, ucidono il loro popolo!! terrorizzano gli ebrei e i sunniti del paese e distruggono tutto facendo 5 guerre contro il governo (sempre sono loro a vincere, perché sono uguali a Hizbullah, anche loro sono un gruppo militare terrorista dell’iran) quando fanno tutto questo e non solo ma invadano anche l’Arabia Saudita e uccidono civili.. la stampa occidentale chiama loro ”opressi”!!!!!!! che immorale la giustizia di questi giorni!!!!!!!!!!!!
    Io non sono ne musulmana ne ebraica, io sono cristiana, vivo tra i musulmani giordani veramente felice e contenta. Se l’Arabia Saudita combatte assieme con lo Yemen contro i Huthi, allora perché tutti e due i loro popoli hanno sofferto dell’estremismo di questi religiosi!!! o meglio dire che fanno finta di essere religosi.
    L’Arabia Saudita ha il diritto di difendersi e non solo ma anche aiutare lo Yemen a mettere fine a questo terrorismo. Tanto che dovete sapere se i governi occidentali sono con i Huthi questo non è strano anzi mi fa diventare sicura che sono terroristi pericolosi, perché l’occidente, USA in partecolare, è stato sempre solidale ai terroristi dell’iran (un’alleata segreta di Israele e USA).
    I veri terroristi che dovete seguire sono USA, Israele e Iran. se volete vi posso scrivere una lista che non ha fine dei loro crimini!!
    poi finiamola di parlare degli USA come se fosse un paese pacifico!!!! USA è il diavolo del mondo. come fate a credere che USA sta facendo una guerra contro il terrorismo???!!!!! è molto ridicolo!!! non si capisce che è per il petrolio????? come farebbe uno stato che ha ucciso 110000000 americano indiano, 1400000 giapponese …ecc a parlare della pace???!!!! come fa un paese come USA a parlare della libertà e noi tutti sappiamo che la terra americana è rubata dagli indiani d’america che una volta furono 110000000!!??!!!

    se volete sapere veramente come è iniziato il conflitto di questo anno leggete questo articolo che semplicemente narra senza analizzare nulla:
    http://www.yementimes.com/defaultdet.aspx?SUB_ID=33028
    e questo se volete analizi:
    http://www.yemenpost.net/Detail123456789.aspx?ID=3&SubID=1584&MainCat=6

    spero che pubblicate il mio commento.
    Grazie

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.