chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Cina: pessimismo, scetticismo e preoccupazione riguardo la conferenza di Copenhagen

Al nono giorno della Conferenza ONU sui cambiamenti climatici [it] in corso a Copenhagen, le notizie sulle diverse bozze negoziali presentate [in] sono state seguite dalle dure prese di posizione dei delegati cinesi nei confronti dei rappresentanti [in] di un arco di Paesi che vanno dagli USA [in] a isole-nazione come Tuvalu [it]: quest’ultima aveva lanciato una proposta [in] per la sottoscrizione di un Protocollo di Copenhagen [in] che includesse restrizioni al tetto di emissioni concessi ai maggiori Paesi in via di sviluppo.

Obama e la Cina

Nel frattempo, il vice-ministro cinese degli Affari Esteri He Yafei [in] ha polemizzato duramente [in] con l’inviato speciale statunitense per il cambiamento climatico, Todd Stern, per il fatto che gli USA non sarebbero intenzionati [in] a concedere alla Cina le sovvenzioni previste per i Paesi in via di sviluppo.

Come farà la Cina [cin] a mantenere gli attuali tassi di crescita economica e al contempo ridurre le emissioni di gas serra? Global Voices è a Copenhagen [in] al #COP15 [in] come pure lo sono, per informare sui temi collegati alla Cina, @adanylkiw, @maoz, @GreenLeapFwd, @greenlawchina, e @chinayouthcop15, tra gli altri.

I blogger cinesi a Copenhagen scrivono per conto di Sohu [in, come le successive], Greenpeace China, che sta gestendo anche il microblogging dell'evento, QQ, Greenlaw, chinadialogue, The Green Leap Forward e allievi della nota giornalista ed editor Hu Shuli.

Il rappresentante cinese Su Wei
Il rappresentante cinese Su Wei

La volontaria di Greenpeace China Maoz Li ha pubblicato su Flickr diverse foto dalla Conferenza, su licenza Creative Commons – tra cui quella qui sopra.

La dura condizione dei futuri rifugiati climatici [in], come gli abitanti di Tuvalu [it], ha avuto riscontro al summit con la presentazione di un ottimo promemoria [in] da parte di alcuni attivisti che hanno creato un grande mappamondo dal quale erano state cancellate diverse isole del Pacifico a rischio d'estinzione, ampiamente rilanciato dai blog cinesi. Scrivendo per Sohu, il blogger OxfamVIP nota [cin]:

我在想,Tuvalu会被海水浸没已是不争事实。对他们岛国的寿命,升温是1.5度还是2度,差别可能只是几年的事。那为什麽他们还要来到这去参与会议和抗议呢? 这不但浪费金钱,又浪费时间。

在场内,Tuvalu带领全场齐喊口号,每一个人都表现得非常投入和激动。Tuvalu让我们看见危机; Tuvalu让我们居安思危; Tuvalu让我们看见勇气; Tuvalu让我们团结。今天Tuvalu不是一个孤独的小岛,而是一个世界。

Stavo riflettendo sul fatto che per Tuvalu non è neppure materia di discussione la sua scomparsa. Per il destino di queste isole-nazione, la differenza tra un aumento di temperatura di 1.5 gradi o 2 significa semplicemente ritardare tale scomparsa per pochi anni. Quindi, per quale motivo dovrebbero essere interessati a partecipare a questo meeting e protestare? Non soltanto è una perdita di soldi, ma anche spreco di tempo.

Nel corso dell'evento, Tuvalu sta orchestrando l’intera sala nell'intonare vari slogan e sono tutti estremamente entusiasti e appassionati nel farlo. Tuvalu ci rende evidente la gravità della crisi; Tuvalu ci mostra che è giunta l'ora di fare qualcosa; Tuvalu ci rende coraggiosi; Tuvalu ci rende solidali. Oggi, Tuvalu non è soltanto una sperduta isola nazione, ma rappresenta il mondo intero.

Su questo punto, la blogger di NetEase Raytime scrive [cin]:

哥本哈根现在就是个舞台,一场灾难来临之前的丑陋表演。

当太平洋岛国斐济的代表在哽咽中完成演讲,她所看到的是中国和美国依然冷漠的面孔。

我不同意中国的立场,虽然我的意见仅仅是一场大雨中的一个水分子,但中国和世界将要付出的代价与我的渺小成反比。

Copenhagen è solo un palcoscenico, dove quanto viene messo in scena è solo una prestazione scadente rispetto ai disastri che stanno per accadere.

Quando la rappresentante delle isole Fiji è scoppiata in lacrime durante il suo intervento, ciò che ha visto con i propri occhi è stata l’indifferenza sui volti dei rappresentanti cinesi e americani.

Non sono d’accordo con la posizione della Cina; anche se la mia opinione conta come una goccia nell’oceano, il prezzo che la Cina e il resto del mondo dovranno pagare è inversamente proporzionale al piccolo prezzo che dovrò pagare io.

中国承诺在2020年将单位GDP能耗降低40%,听起来似乎冠冕堂皇、豪言壮语,但实际上呢,因为中国的GDP在持续高增长,碳排放一点也不会减少,到 2040年,中国的碳排放将达到峰值。即使单位GDP碳排放下降,但碳排放的总值却成倍增长,全球变暖的趋势更加严峻。到2040年的时候,太平洋岛国将沉没,北极熊与企鹅将灭绝,而中国也得不到什么好处,一旦上海被海水淹没,中国几十年的发展成果将被抵销;西部高原的的积雪溶化后先是洪水泛滥,然后是江河枯竭。

中国在哥本哈根的理由异常邪恶,可以说中国从来没有像现在这么邪恶。为了自己国家的发展,不惜以其他国家的灭绝为代价。这就好比自己家房子要扩建,就不惜推倒邻居家的房子。中国说发达国家在发展的时候曾经高排放,所以现在我要发展,就不能避免高排放。这就好比说既然你曾经杀人放火,我就得杀人放火。发达国家在工业化革命的时候,世界人口远远没有现在这么多,大家也跟本意识不到树几个烟囱就能让地球变暖,就能带来灾害。现在中国明明知道碳排放的危害,却仍然放任在2040年之前让自己国家的碳排放成倍增长。看看我们挂军队牌号的车辆,全是高排放的豪华越野车。昨天我在高速公路上楞是看到一辆挂鲁O牌号的奥迪 Q7,这位公务员的屁股就这么尊贵吗,坐着一百四五十万的豪车招摇过市,在下雨的晚上车速超过一百六。中国厅局级以上干部的坐驾赶得上世界绝大多数国家的总统坐驾了,而中国仍然在哥本哈根恬不知耻的坚持高排放,并称毫无谈判余地。哥本哈根面临的问题根本就不是发展问题,而是60多亿人还能不能继续在这个地球上存活的问题,中国的发展问题会比这个前提更优先吗,让中国公务员的屁股从奥迪Q7的座椅上挪一挪就那么难吗?

La Cina si è impegnata a ridurre il consumo di energia per unità di PIL del 40% entro il 2020; sembra un grande risultato, impressionante, ma realisticamente, dato che il PIL della Cina continuerà a crescere, le emissioni di carbonio non potranno affatto diminuire; entro il 2040, le emissioni cinesi avranno raggiunto il picco. Anche in presenza di maggiore efficienza in termini di emissioni per unità di PIL, le emissioni carboniche totali aumenteranno di parecchie volte, e il trend verso il surriscaldamento globale risulterà ancora più drammatico.

Entro il 2040, le isole nazioni del Pacifico saranno sommerse, gli orsi polari e i pinguini saranno estinti, e la Cina non avrà ottenuto alcun beneficio dalle sue scelte: quando Shanghai finirà sommersa, con lei scompariranno diversi decenni di sviluppo cinese. Lo scioglimenti delle nevi sugli altipiani occidentali darà luogo a inondazioni massicce, e i fiumi si prosciugheranno.

I motivi per la presenza della Cina a Copenhagen sono particolarmente pressanti. Si può dire che la Cina non si sia mai trovata in una situazione così difficile come l'attuale. A costo della propria stessa crescita, non esiterà nel salvare altri Paesi che rischiano di perire: perché sarebbe come dire che per ampliare la propria casa si sia disposti ad abbattere quella dei vicini. La Cina sostiene che i Paesi ricchi, nelle loro fasi di sviluppo, abbiano inquinato pesantemente, per cui ora che anche la Cina vuole crescere non intende ridurre le sue emissioni. Ciò è come dire che siccome in passato altri hanno ucciso persone o appiccato incendi, ora anch’io posso permettermi di comportarmi come un assassino o un piromane.

Durante la rivoluzione industriale, nei Paesi ricchi e nel resto del mondo, la popolazione era molto, ma molto meno numerosa di oggi. Era impossibile immaginare che l’installazione di qualche camino avesse potuto contribuire al surriscaldamento del pianeta, che potesse creare distruzione. Oggi, la Cina ha una chiara percezione dei pericoli derivanti dalle emissioni dei gas serra, tuttavia non fa nulla per frenarle da qui al 2040. Basta semplicemente osservare quali automobili usano i nostri militari: sono tutti SUV di lusso altamente inquinanti. Ieri ero in autostrada e di fianco ho visto un’Audi Q7 con la targa della polizia della provincia di Shandong. Valgono così tanto i fondoschiena dei nostri funzionari pubblici da dover rendere necessario l’utilizzo di autovetture di lusso del valore di oltre 1.400.000 Renminbi [cin] con cui scorrazzare per la città o guidare ad oltre 160 km l'ora in una notte di pioggia?

Le automobili usate dai quadri e dirigenti della nostra burocrazia sono a un livello non molto distante da quelle con cui i capi di Stato vanno in giro per il mondo, e tuttavia la Cina va a Copenhagen insistendo senza vergogna sull’attuale livello di emissioni e senza cedere di un centimetro nelle trattative? Le questioni affrontate a Copenhagen non riguardano minimamente i termini dello sviluppo, ma il fatto che sei miliardi di persone possano continuare ad esistere su questo pianeta o meno. I temi dello sviluppo della Cina hanno priorità su tutto ciò? È davvero così difficile staccare i fondoschiena dei funzionari pubblici dai sedili delle loro Audi Q7?

政治家的丑陋在于他们从来就不代表人民的利益,而只关心自己是否能多一天执政。中国这几年所遭受的天灾超过过去几十年的总和。即使发生电影2012那样的结局,最先登上方舟的也只能是在哥本哈根表演的那群丑陋政客。

Dove i politici danno il peggio di sé sta nel fatto che non rappresentano mai gli interessi della gente, l’unica cosa di cui si preoccupano è se riusciranno a restare al potere ancora per un po’. I disastri naturali subiti dalla Cina negli ultimi anni superano tutti quelli avvenuti negli ultimi decenni. Persino nelle conclusioni del film “2012” [in], le prime persone a salire sull’arca sono lo stesso genere di politici che che hanno saputo soltanto di organizzare un teatrino a Copenhagen.

C'è del marcio in Danimarca [cin] ? Il blogger cinese JK_Tidus esprime [cin] scetticismo sui colloqui sul clima, ben rappresentando un’opinione piuttosto diffusa sui blog cinesi questa settimana:

最近 气候变化大会在哥本哈根招开

这便是环保问题上最近最热的话题

对于环保减排

这本该是全球共同的课题!!

可是我们看到的是什么?

每个国家都在为了自己的利益抨击其他国家

自己却始终不给出承诺

给出承诺的又有几个能兑现?

前一次的减排目标到底有几个国家是完美地完成的?

去QQ上转了一圈

发现好多人竟然在对中国自己减排问题和欧洲减排问题对骂

这有意义么?

这个问题绝不应该放在爱国还是崇洋媚外的角度去互喷

而应该从立足全局

共同承担责任的角度来看待这次会议

会议难道不是为了地球的未来而召开的么?

每个国家都应该付诸行动

而不是这样为了经济利益

政治目的而互相抨击!

如果这次会议不能得到圆满的结果

地球的未来就真的令人担忧了!

Questo è il più importante evento sulle tematiche ambientali a cui si assista oggi

Per la riduzione delle emissioni

Questo è un problema che riguarda il mondo intero!!

Ma cosa abbiamo visto?

Ogni Paese attacca gli altri per salvare i propri interessi

Nessuno di loro sembra volersi impegnare

Tra coloro che prenderanno degli impegni precisi, quanti ne rispetteranno gli obiettivi?

Alla fin fine, quanti Paesi saranno capaci di raggiungere gli obiettivi sulle emissioni?

Sono andato su QQ [it] per curiosare

Solo per vedere quante persone stanno imprecando l’una contro l’altra nel parlare di obiettivi sulle emissioni sia in Cina che in Europa.

Quanto è utile tutto questo?

La questione non dovrebbe assolutamente riguardare l’essere patriottici rispetto all’essere filo-occidentali

La gente dovrebbe guardare alle cose con maggiore ampiezza di vedute

E insieme, pensare a questa conferenza in maniera responsabile

Dopotutto, quest'evento non si tiene per salvare il futuro del genere umano?

Tutti i Paesi devono cominciare ad agire

Ma non solo tenendo conto dei propri interessi economici

O degli obiettivi politici o per lottare l’uno contro l’altro!

Se questi colloqui non porteranno a un esito soddisfacente

Il futuro su questo pianeta si farà preoccupante!

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.