chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Guatemala: uniti per Haiti dopo il terremoto

Nel 1976, un forte terremoto ha ucciso circa 20.000 guatemaltechi [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione], molti dei quali poveri e indigeni che vivevano in baraccopoli e in altre aree vulnerabili. A quel tempo, la popolazione mondiale non era a conoscenza delle condizioni di povertà e dei forti contrasti del Guatemala. Tuttavia, a seguito del disastro, la formazione di gruppi di ricostruzione e l'arrivo dell'imponente collaborazione internazionale hanno dato luce alla crescita organizzativa nelle aree rurali e urbane. Ora i guatemaltechi sono uniti e solidali con la popolazione di Haiti. Sono in corso vari sforzi da parte di numerose comunità in segno di supporto alle vittime del terremoto di Haiti.

Guatemala City after 1976 Earthquake (image in the Public Domain).

Città del Guatemala dopo il terremoto del 1976 (immagine di dominio pubblico).

El Zacapaneco [es] riporta che a Gualan, un villaggio rurale dal reddito modesto, si sono riuniti media locali, stazioni radio e televisive per organizzare un Telethon, che ha permesso di raccogliere fino a 2500 dollari oltre ad altre donazioni. El Poptuneco [es] (con sede a Poptún, dal dipartimento di Petén) sta incoraggiando anche la gente a effettuare delle donazioni in segno di aiuto. Il blog Cultura Cristiana [es] sta invitando i membri dalla chiesa protestante a collaborare da buoni cristiani e mostrare il loro amore per gli haitiani. Noticias La Esfinge [es], di Coban, invita persone di tutte le religioni a pregare per Haiti.

L'esercito guatemalteco sta collaborando in modo permanente con i caschi blu dell'ONU. Molte delle loro truppe sono stanziate ad Haiti, e non appena il governo ne ha avuto la possibilità, ha inviato l'unità specializzata in aiuti umanitari e soccorso, come riferito dal blog Perspectiva Militar [es]. Inoltre, un pastore tedesco è partito con l'esercito per aiutare nella ricerca delle vittime. Il blog che fornisce informazioni sui pompieri in Guatemala ha riferito [es] che un'unità specializzata è stata inviata immediatamente sull'isola. Sensluze del blog Banana Smoothie [es] descrive sul suo post Help Haiti! le opzioni che i guatemaltechi hanno a disposizione per dare il loro aiuto.

Walter González del blog Guatemala en Decimas [es] ha scritto una poesia dedicata ad Haiti, così come ha fatto Oxwell77 del blog Guatezona [es] che ha scritto una poesia. RockRepublik [es], la più grande comunità di fan di musica rock del paese, ha discusso ampiamente sui migliori modi per aiutare le vittime della tragedia.

Alla luce della recente tragedia in Haiti e del ricordo del terremoto in Guatemala di 30 anni fa, il blog della caserma dei vigili del fuoco di Antigua, in Guatemala, fornisce  istruzioni precise su cosa fare prima, durante e dopo un terremoto.

Infine, Alejandro Ramírez, un produttore cinematografico guatemalteco basato ad Haiti ha documentato la tragedia. In una lettera aperta ad Havana Times [es] ha scritto:

Ho camminato per tutte le strade di Jacmel, con le mie due telecamere appese al collo, senza avere la minima sensazione di aggressività o senza scorgere alcuno sguardo strano (cosa che non posso fare a Città del Guatemala o a Caracas). Tutto il paese mi ha accolto con affetto e mi ha persino condotto nelle aree più problematiche. Provavo dispiacere le la mia mancata conoscenza del creolo o il francese, perché i residenti raccontavano storie che io non riuscivo a comprendere. Tuttavia, molti haitiani parlano spagnolo e riuscivano a comunicare i loro sentimenti a me, un bianco sconosciuto che aveva invaso i loro spazi.

Ha anche aggiunto:

Allora come fanno i media a dire che è tutto un disastro se c'è una montagna di cuori che battono ancora con il sentimento umano di solidarietà, che si nota sempre più tra i meno abbienti? E in questi momenti, questo paese è probabilmente quello che ha meno – e di più.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.