chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Haiti: una ripresa troppo rapida e lenta allo stesso tempo

Si parla già di ricostruzione di Haiti. Architecture for Humanity [en, come i link seguenti], una “società no profit di servizi di progettazione” specializzata nella ricostruzione post-disastro, ha pubblicato alcune note generali. Scrivendo sul sito della società, Cameron Sinclair, architetto e fondatore del gruppo, ha fatto riferimento alle controversie in seguito all'uragano Katrina negli Stati Uniti:

Ricordo in modo vivido i personaggi noti nelle notizie che stavano sulle macerie delle case nel “lower ninth” [New Orleans’ Lower Ninth Ward, un quartiere] e che proclamavano che ‘l'anno prossimo di questi tempi vedremo le famiglie tornare a casa.’ Alcune ONG con buone intenzioni, che di solito hanno poca esperienza nell'edilizia, sono persino peggio — ‘2.000 haitiani potranno tornare a casa se effettui una donazione oggi.’ In realtà, ecco come stanno davvero le cose:

  • Valutazioni precedenti alla fase di pianificazione e analisi dei danni (già in corso, durerà per un anno)
  • Stabilire un Centro di Risorse per la Comunità e uno studio di ricostruzione (dalle 6 settimane ai 3 mesi)
  • Riordinamento della proprietà fondiaria e della proprietà edilizia (dai 6 mesi ai 5 anni)
  • Rifugi di transizione, cliniche sanitarie e strutture comunitarie (dai 6 mesi ai 2 anni)
  • Scuole, ospedali e strutture civiche (dai 9 mesi ai 3 anni)
  • Abitazioni permanenti (da 1 a 5 anni)

I primi rapporti sui danni indicavano principalmente gli standard lassisti di costruzione in Haiti. Nel blog State of the Planet dell'Earth Institute, l'attenzione si è concentrata sui bassi standard di costruzione:

Gran parte delle macerie viste nei terribili video a cui siamo ormai terribilmente abituati è composta da pezzi di cemento– e solo cemento. Questo è lo stile tipico delle parti più povere del mondo. Il cemento, da solo, non è sufficiente. Le colonne e le pareti dovrebbero essere costruite con cemento di buona qualità, utilizzando la giusta quantità di sabbia e collegate con barre di rinforzo in acciaio. Ed è proprio questo che dà loro forza. La prossima volta che guardi un video o un'immagine fissa di edifici danneggiati in Haiti, cerca le barre in acciaio.

Ma Adolphe Saint-Louis, 49enne sopravvissuto al terremoto e intervistato a Port au Prince da New American Media, parla di qualcosa di più complicato del cemento incerto.  La sua casa era stata costruita come una serie di aggiunte (e, come lei stessa dice, con le barre d'acciaio) per tenere l'intera famiglia allargata sotto lo stesso tetto e condividere i costi di costruzione con la famiglia. Il fatto di rendere l'edificio espandibile, ha svolto una funzione importante, ma si è rivelato catastrofico quando la struttura è ceduta.

Magari tuo figlio si sposa e avrà bisogno di un posto in cui stare con la sua nuova famiglia. Puoi costruire solo una stanza sul tetto e metterci sopra un tetto in lamiera. Poi, quando ci sarà maggiore disponibilità economica, potrai aggiungere più stanze o completare l'intero piano e creare un nuovo tetto per l'edificio. Questo è quello che abbiamo fatto a casa mia. Abbiamo aggiunto delle stanze e un nuovo tetto alla casa. C'era un posto per mio nipote nella parte anteriore e una grande stanza per mia figlia e suo marito nella parte posteriore. Il modo in cui era venuto fuori era molto carino. Abbiamo disposto molte piante e vasi di fiori lungo la scala esterna, perché mia figlia ama molto la natura. Era così felice quando ha visto il posto che avevamo creato per lei. Ma quando è arrivato il terremoto, abbiamo perso tutto….I pavimenti delle case sono caduti uno sull'altro.

Ha affermato che il sistema di espansione era rafforzato:

In Haiti, quando vuoi realizzare delle aggiunte alla tua casa, costruisci sopra al tetto, che è di cemento ed è sostenuto da pilastri o forti muri del piano sottostante. Un muratore costruisce nuovi muri di blocchi di cemento per creare una stanza o per chiudere l'intera area per aggiungere un nuovo pavimento alla casa. Alcuni blocchi avevano dei fori per la circolazione dell'aria e, se il muratore ha talento, userà i blocchi per creare un bel motivo o un tipo di finestra decorativa. I blocchi portanti sono sempre solidi e hanno delle barre metalliche che attraversano il centro per sostenere la struttura della casa. Quando l'aggiunta è terminata, il muratore lascerà l'armatura di sostegno in vista in modo da aggiungere, in seguito e se necessario, un altro pavimento.

Una nutrizionista canadese che vive in Haiti, Ellen in Haiti, descrive il confronto con un amico (che chiameremo M) che aveva appena comprato una casa costruita in pietra piuttosto che in cemento. Anche il vecchio design aveva fallito:

Questa casa è fatta di rocce riempite con fango/argilla e coperte con qualcosa tipo cemento o intonaco nel modo in cui le vecchie case venivano costruite prima che i blocchi di cemento prendessero piede ad Haiti. Le rocce di un muro caddero tutte, rendendo la casa inabitabile. La famiglia vive nella cucina che ovviamente non ha mai avuto il lusso delle quattro mura. I loro beni sono tutti avvolti sotto al tetto di paglia, dove saranno esposti alla pioggia e al cattivo tempo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.