chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Kazakistan: decine di vittime e centinaia di senza tetto per intense alluvioni e nevicate

Dopo il cedimento di due dighe in Kazakistan avvenuto nelle giornate di giovedì e venerdì scorsi, migliaia di persone sono state sfollate dalle aree minacciate. La tragedia è avvenuta nel distretto di Aksuisky, a nord di Almaty, capitale economica del Paese. KZBlog riferisce quanto segue [in]:

Giovedì, nella regione di Karatalsky della provincia di Almaty una diga è stata travolta a seguito dello scioglimento di un'intensa nevicata. Attualmente 820 persone sono state accolte in una scuola vicina. Venerdì un'altra diga ha ceduto presso il bacino di raccolta dell'acqua nella regione di Aksuisky. L'alluvione ha colpito un villaggio di 3000 abitanti, Kyzyl-Agash. Molti sono riusciti a fuggire in tempo, ma non tutti.

Durante il fine settimana, il conteggio dei morti è passato da 20 a 35, ma vi erano ancora dispersi. Lunedì il numero delle vittime era salito a 47. Il presidente N. Nazarbayev ha incaricato l'ufficio del Procuratore generale di intentare una causa penale contro il proprietario del bacino che ha ceduto “Kyzyl-Agash”. Come reso noto dopo l'alluvione, sia il bacino che la diga erano di proprietà privata.

Lord-Fame ha dedicato [ru] maggior spazio alla vicenda:

La massa d'acqua è arrivata impetuosa. Ci avevano avvertito, avevamo dovuto prepararci. All'una del mattino, la polizia è arrivata nel villaggio vicino Taldy-Korgan [cittadina nella regione di Almaty], costringendo la popolazione a evacuare. In effetti era la cosa giusta da fare.

In Kyzyl-Agash, un funzionario della polizia distrettuale si era recato presso le famiglie, avvertendole che la diga non avrebbe potuto resistere alla massa d'acqua. La gente aveva iniziato a trasferire donne e bambini negli insediamenti vicini. In serata era giunto il capo dell'amministrazione distrettuale che, nel tentativo di placare il panico, aveva assicurato che era tutto sotto controllo. La gente gli ha creduto. Molti di coloro che gli hanno creduto ora sono morti […] Ecco come appare ora quello che era il prospero villaggio di Kyzyl-Agash:

Il villaggio di Kyzyl-Agash dopo il disastro

La diga ha ceduto per le precipitazioni e la piena dovuta allo scioglimento delle nevi. Le linee telefoniche non funzionano. L'acqua ha distrutto anche il ponte di Kyzyl-Agash su una delle più importanti arterie stradali che congiungono il sud al nord. Lord-Fame continua [ru]:

Gli abitanti di un altro villaggio a valle, Egen-Su, erano stati evacuati in anticipo, ma il bestiame sta morendo in massa […]. A Kyzyl-Agash, si sarebbe potuta evitare la tragedia, se le autorità avessero organizzato un sistema tempestivo di monitoraggio e allerta. Il capo dell'amministrazione locale aveva paura del panico… non ha avuto paura dei morti?

La maggior parte degli sfollati attualmente è sistemata nelle caserme, nelle scuole e nella stazione ferroviaria di Taldy-Kurgan. La TV locale sta diffondendo appelli alla popolazione per la raccolta di alimenti e indumenti.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.