chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Guatemala: voci e strumenti online per tutelare il prezioso ecosistema del Paese

Il Parco Nazionale Laguna del Tigre [in] – un patrimonio importantissimo di paludi e habitat tipici della foresta decidua tropicale – è attualmente minacciato degli insediamenti umani, da incendi incontrollabili e dallo sfruttamento petrolifero. L'azienda Perenco Guatemala LTD punta al rinnovo del contratto venticinquennale ormai scaduto, ma gli ambientalisti e gli attivisti vi si oppongono con decisione, organizzando campagne su Facebook [sp] e vari siti Web. Per conto del Guatemala, la International Commission of Jurists [in] con la rappresentazione del Centro d'azione legale-ambientale e sociale [sp, CALAS], ha presentato un ricorso ambientale presso il Segretariato di questioni ambientali, dove si dichiara che il Paese non sta realizzando le aree protette e non sta rispettando le proprie leggi, nel caso di proroga del contratto del febbraio 1985 per attività petrolifere nel Parco nazionale Laguna del Tigre nella Riserva della Biosfera Maya [in].

Foto di MikeMurga, utilizzata con licenza CC.

Foto di MikeMurga, utilizzata con
licenza Creative Commons.

In sintesi, molti si preoccupano della distruzione dell'ambiente naturale di molte creature, come spiega il blog Guatemalan Birdwatching [in]:

Il Guatemala ha qualcosa come 19 ecosistemi, 300 microclimi, oltre 37 vulcani, fiumi, laghi e spiagge, ovvero una ricchezza a cui si aggiunge la nostra multietnicità, rendendo il Paese una meta di magia mistica e d'avventura. Grazie alla sua biodiversità, il Guatemala rientra tra i 25 paesi del mondo che presentano la più ampia varietà di risorse naturali. Nei suoi variegati ecosistemi vivono milioni di specie, oltre 700 specie di uccelli, mammiferi come il giaguaro, il tapiro e una grande diversità di rettili e insetti.

Il Savia [sp], istituto in cui si insegna come rispettare e proteggere il pianeta, ha creato un video (con sottotitoli in inglese) in cui racconta la storia del Parco del Laguna del Tigre e i motivi per cui ritiene importante salvaguardarla.

Video: Appello per il Parco Laguna del Tigre [sp]

Le campagne e le pressioni dei gruppi ambientalisti sono risultate efficaci, portando al rinvio della decisione del Presidente Colom. Non si sa ancora se il presidente prorogherà o meno il contratto all'azianda petrolifera, eventualmente contro la volontà di membri del suo stesso gabinetto: ad esempio Luis Ferraté, Ministro dell'ambiente, non è favorevole alla proroga.

Il Parco è considerato un santuario dell’Ara Macao [it, grande e coloratissimo pappagallo, noto anche come ara scarlatta] per gli appassionati di birdwatching. Ecco il motivo per cui sul blog della Scuola di birding guatemalteca si leggono interventi preoccupati [sp]. Si stima che nella Biosfera Maya siano rimaste solo 300 famiglie di ara macao.

Dayamn racconta la triste storia del Podilimbo Comune [in], ormai estinto:

Forse è un nome che quasi nessuno al mondo ha sentito o avrà mai più occasione di sentire. È un tipo di anatra estintasi molto prima che nascessero molti di noi. Abitava in uno dei maggiori laghi del Guatemala. Nel 1966, l'ecologista Anne LaBastille avviò una campagna per salvarlo dall'estinzione, ma senza successo. La sua riserva naturale personale non riuscì a contrapporsi al danno già arrecato dagli esseri umani all'ambiente dell'animale e, alla fine, nel 2004, dopo uno studio compiuto dall'UICN e sponsorizzato da BirdLife International, l'uccello è stato dichiarato ufficialmente estinto.

Per il lago Atitlan, dove avvenne la scomparsa del Podilimbo Comune, la storia è diversa. Alan Mills sottolinea che il collasso del lago non avvenne in una notte [sp], ma fu il risultato dell'irresponsabile sviluppo di una forma “radical-chic” di turismo, di tutte le bottiglie di birra vuote e i rifiuti abbandonati dopo feste selvagge. Tali attività non furono neppure in grado di migliorare le condizioni di vita della poverissima popolazione dei villaggi circostanti, che non registrò alcun aumento del turismo eco-compatibile. Anche secondo il Guatemala Solidarity Network il lago sta urlando di dolore [in]:

Lo scrittore Aldous Huxley, in un brano famoso parlò del lago Atitlán in questi termini: ”A mio parere, il lago Como sfiora il limite del pittoresco consentito, ma Atitlán è Como con gli ulteriori ornamenti di diversi imponenti vulcani. È bello in modo davvero eccessivo”. Io non sono mai stato al lago Como, ma sono stato al lago Atitlán: è stupendo. Tuttavia, si teme che il lago stia morendo e che si trasformerà in un terreno paludoso, a causa di interventi umani tra cui l'allevamento, il turismo, l'assenza e/o l'interruzione di servizi pubblici per la gestione di rifiuti prodotti dagli esseri umani.

Mentre qualcuno ritiene che nel Parco Nazionale Laguna del Tigre non sia rimasto più nulla, gli archeologi che lavorano nell'area [in] insieme alle comunità locali hanno chiarito che restano ancora notevolissimi spazi di copertura forestale.

Il governatore di Petén rimpiange [sp] di non aver agito prima per proteggere la nostra giungla. Tuttavia, non si tratta solo di preservare l'ambiente. Una delle ricchezze più importanti della Laguna del Tigre è costituita da un'antica città Maya di 2500 anni fa, denominata Waka´ [in], o El Peru. Tra gli altri tesori, ospita la tomba di una regina Maya. [in]

¿Que te pasa Guatemala? [sp] ha riferito che il  CALAS [sp] ha inoltrato una rimostranza contro il Ministro dell'energia, favorevole alla proroga del contratto di esplorazione nel cuore della foresta pluviale. Il blogger Tokoloshte suggerisce di visitare Laguna Lachua [sp] che il governo intende “industrializzare” costruendo un'autostrada attraverso il bacino.

Manuel Boloma, giovane socioantropologo Maya Q’eqchi’ [sp], etnia del Nord (vicino al bacino), respinge con vigore l'atteggiamento del Presidente e il ruolo apatico della gente, che non fa nulla per salvare il nostro futuro. Afferma che non si tratta di una questione economico-ambientale, ma piuttosto di priorità travisate del governo, un suicidio per futuro del Guatemala. E sollecita i guatemaltechi ad aprire gli occhi per rendersi conto di come stiano distruggendo un domani prezioso.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.