chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Argentina: sentenza della Corte Internazionale sulla controversia della cartiera al confine con l'Uruguay

La Corte Internazionale di Giustizia dell'Aia [it] ha emesso la sentenza sul conflitto tra Argentina e Uruguay [it] sulla costruzione da parte di quest'ultimo di una grande cartiera con capitali finlandesi sul fiume Uruguay, condiviso da entrambi i Paesi. L'Argentina precisa che l'autorizzazione unilaterale dell'Uruguay viola i trattati tra le due nazioni e che tale impresa ha inquinato il fiume. La Corte ha affermato che l'Argentina non ha fornito le prove della contaminazione da parte della fabbrica e pertanto può continuare a funzionare senza alcun problema. Tuttavia, ha anche affermato che l'Uruguay ha di fatto violato il trattato tra i due Paesi, permettendo la costruzione nonostante il fatto che i negoziati fossero appena iniziati.

Foto della cartiera di Gonzak, usata con licenza di Creative Commons

Foto della cartiera di Gonzak, usata con licenza di Creative Commons.

Nel blog Espacios Protegidos [sp], Walter Raymond dichiara che il risultato è stato il peggiore previsto per entrambi i paesi, dal momento che li condanna alla “pena di raggiungere un accordo”. Raymond si riferisce alla necessità di raggiungere un accordo per il controllo della cartiera finlandese, e di garantire il rispetto degli accordi per quanto riguarda il futuro del fiume Uruguay. Un simile punto di vista è stato presentato nel Blog de Abel [sp], dove c'è anche una sintesi della sentenza.

Su Twitter, in generale, possiamo dire che ci sono state molte espressioni di insoddisfazione circa la sentenza. Nonostante la Corte abbia stabilito che l'Uruguay non ha seguito i trattati, si è anche affermato che la sentenza non avrà particolari effetti sulla risoluzione della controversia.
L'utente Twitter (@ Ozzono) si chiede:

Y para que existen estos tratados, si pueden ser incumplidos sin mayores consecuencias ?

Che cosa ce ne dobbiamo fare di questi trattati, se possono essere trascurati senza gravi conseguenze?

Raztez Metaemigrante (@ metaemigrante) scrive:

no sabia que los tratados internacionales eran solo una sugerencia

Non sapevo che i trattati internazionali possano essere considerati solo dei suggerimenti .

(@Labateq) commenta la sentenza:

The declaration by the Court of this breach constitutes appropriate satisfaction – Translation: Moral Champions.

La dichiarazione da parte della Corte di tale violazione costituisce un risarcimento adeguato. Traduzione: Campioni di moralità


Dall'altra parte , Sebastián González (Sabagon) scrive:

Ahora seguro que tanto Argentinos como Uruguayos creen que #LaHaya les dio la razón :D

Adesso sia gli Argentini che gli Uruguyani pensano che l'Aia abbia dato ragione a loro favore.

Entrambe le nazioni devono conformarsi alla sentenza. Nel futuro, si spera che la sentenza e l'obbligo di un accordo su un quadro comune per l'utilizzo del fiume Uruguay evitino un'altra volta questo tipo di situazioni. Inoltre, è ancora ancora da risolvere la situazione riguardo al ponte tra l'Argentina e l'Uruguay, che si trova nella città di Gualeguaychu [in], essendo stato bloccato per tre anni dagli ambientalisti argentini. Per adesso, hanno affermato che non dichiareranno la fine dello sciopero.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.