chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Bahrain: fuorilegge le chat di gruppo del circuito mobile dei BlackBerry

In Bahrain [it] è stato bandito l’utilizzo delle chat via BlackBerry, sulla base di presunti timori di “caos e confusione” che potrebbero nascere dal condividere e diffondere notizie di carattere locale con queste modalità — ha spiegato Abdullah Yateem, assistente sotto-segretario per la stampa e le comunicazioni al Ministero della Cultura. Di conseguenza, in Bahrain si potranno ora avviare procedimenti legali nei confronti di chi frequenta chat sui telefoni BlackBerry.

GulfNews segnala gli effetti della legge su “Breaking News”, una delle chat più note:

Conseguenza dell'iniziativa ministeriale è stata l'immediata sospensione delle informazioni quotidiane fornite da “Breaking News”, un servizio creato da Muhannad Sulaiman, giornalista nel Bahrain, e offerto a oltre 13.000 utenti del BlackBerry.

Breaking News forniva ogni giorno, alle 6 di mattina e a titolo gratuito, una sintesi delle prime pagine di sei quotidiani locali.

“Sono dispiaciuto ma, come sapete, ciò va ben oltre le mie capacità”, ha scritto Muhannad nel messaggio inviato agli iscritti.

I gruppi chat vengono ampiamente utilizzati in Bahrain per inviare tutta una serie di comunicazioni, spaziando dall'informazione alle dichiarazioni politiche. Il divieto colpisce così migliaia di utenti.

Said Yousif, attivista locale, commenta [ar] la legge sottolineando il primato del Bahrain sulla censura rispetto a internet:

ويعد هذا القرار غير الحكيم، ضربة قاسية لحرية التعبير في البحرين مع أنه ليس الاجراء الوحيد من وزارة الإعلام لمحاولة تكبيل حرية الحصول على المعلومة وتبادلها. فقد أقدمت هذه الوزارة على تدشين حملة على المواقع الإلكترونية لمنظمات حقوق الإنسان، والمدونين، والمواقع الدينية والسياسية، والثقافية وعملت على حظر الوصول إليها من داخل البحرين[…]. وبسبب هذه الحملة أغلق المئات من المواقع الإلكترونية، بما في ذلك منتديات شعبية، لكونها تفسح المجال لنقد برامج السلطات.

Questa decisione poco saggia lede la libertà di parola nel Bahrain, ma non è l’unica procedura stabilita dal Ministero dell’Informazione per limitare l’accesso e la diffusione di informazioni. Il Ministero ha lanciato una campagna contro siti web di organizzazioni umanitarie, blogger, religiosi, politici e associazioni culturali, cercando di ridurre l’accessibilità a questi siti in Bahrain […] Ne sono stati chiusi a centinaia fra cui forum molto popolari che davano spazio a critiche e opinioni sui programmi degli organi amministrativi.

Ora le chat via BlackBerry dovranno richiedere una licenza specifica al Ministero della Cultura e dell’Informazione [in] per ripristinare il servizio.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.