chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Russia e Ucraina: gas e flotta nell'accordo siglato

Il blog Leopolis rilancia perplessità [in] e voci critiche [in] a proposito dell'accordo appena siglato fra Russia e Ucraina, che proroga l'affitto della base militare russa sul Mar Nero, in cambio di uno sconto del 30% per Kiev sul prezzo del gas. Il blog riporta l'opinione di uno degli opponenti di Yanukovych alle recenti presidenziali [it], Anatoliy Hrytsenko [in], che avrebbe descritto l'accordo come un “tradimento verso l'Ucraina” aggiungendo: “In cambio di uno sconto sul prezzo del gas Yanukovych traforma uno Stato sovrano in un okrug sud-occidentale della Russia [una sorta di provincia, paragonando praticamente l'Ucraina ad altri distretti indipendenti della federazione]. D'altronde, come si legge sempre sul  blog, il Paese versa in una situazione economica disastrosa. Due miliardi di dollari sarebbe la richiesta di credito che l'Ucraina ha avanzato al Fondo Monetario Internazionale, mentre il vice-premier Sergey Tihipko assicura che il governo sta stilando un programma “mirato a sostenere la crescita economica”.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.