chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Nigeria: i blogger commentano la morte del Presidente Yar'Adua

Dopo una lunga malattia, il 5 maggio scorso è morto all'età di 58 anni il Presidente nigeriano Umaru Yar'Adua [it]. Il governo ha annunciato sette giorni [in] di lutto nazionale. Il vicepresidente Goodluck Jonathan, finora Presidente ad interim, ha prestato giuramento assumendo il ruolo di Capo dello Stato.

Yar'Adua si era recato in Arabia Saudita nel novembre 2009 per sottoporsi ad un trattamento utile a curare la pericardite [it], ed era rientrato in Nigeria lo scorso febbraio. Il suo stato di salute non è mai stato reso pubblico, situazione che ha portato a dicerie [in] e speculazioni sulle sue condizioni. Il 9 febbraio 2010, dopo settimane di discussioni politiche [in], il Senato ha trasferito il potere presidenziale al Vicepresidente Goodluck Jonathan.

An exhibit at the Shehu Musa Yar'Adua Museum in Nigeria. Photo courtesy of afromusing on Flickr.

Una mostra al Museo Shehu Musa Yar'Adua in Nigeria. Foto gentilmente concessa da afromusing su Flickr.

I blogger nigeriani piangono la sua morte e discutono sul futuro del loro Paese.

Solomon esamina i risvolti politici [in] della scomparsa di Yar'Adua. “La sfortunata scomparsa del Presidente Yar'Adua eliminerà qualsiasi persistente dubbio su chi controlla il Paese,” scrive. Osserva che la malattia e la morte di Yar'Adua evidenziano l'importanza dello stato di salute di un leader:

La grave malattia di Yar'Adua e la sua scomparsa evidenziano l'importanza della salute di un leader e il suo impatto sulla nazione. È risaputo come il defunto Presidente fosse già malato prima di essere eletto, ma la gravità della malattia non è mai stata chiarita alla cittadinanza, nonostante le molte richieste. Le emergenze sanitarie di Yar'Adua hanno interferito con le visite diplomatiche, come nel caso della cancellazione del viaggio in Brasile previsto nel 2008. L'ultima grave emergenza sanitaria dello scorso novembre 2009 ha portato il Paese ad un vuoto politico che ha causato un periodo di insicurezza e incertezza. La malattia di Yar'Adua ha permesso ad avversari, opportunisti e a quant'altri di metterne in discussione la capacità di governare e indebolendone la posizione.

La sua morte potrà forse scatenare le tensioni etniche e religiose legate al fattore Nord-Sud? Yar'Adua era un musulmano del Nord, mentre Jonathan è un cristiano del Sud.

Prima della sua morte, le elite del Nord temevano che Yar'Adua non sarebbe stato in grado di portare a termine il suo mandato. L'alternanza alla Presidenza è stata sancita in un accordo dove è stabilito che il potere presidenziale sarebbe oscillato tra il Nord e il Sud del Paese. Di conseguenza, il partito al governo ha scelto come candidato presidenziale un musulmano del Nord.

Ora che Jonathan si è insediato come Presidente, è d'importanza cruciale che in ogni angolo della Nigeria si dimostri il massimo rispetto per la morte di Yar'Adua. Se nel Nord dovesse diffondersi la convinzione che la morte di Yar'Adua viene festeggiata al Sud, potrebbero scoppiare nuovamente le violenze simili a quelle verificatesi recentemente a Jos. Un'infiammarsi delle tensioni rispecchierebbe quelle del 1966, quando il Nord ritenne che il Sud stasse esultando alla notizia della morte di importanti uomini politici settentrionali uccisi durante il colpo di Stato… Pertanto, se il Paese non dovesse reagire in modo rispettoso alla morte di Yar'Adua potrebbero scatenarsi nuove tensioni. Speriamo che la settimana di lutto proclamata da Jonathan si trasformi in un'occasione per l'unità dell'intera nazione.

Il Presidente Yar'Adua non è il primo Capo di Stato nigeriano che muore mentre è ancora in carica. Tuttavia è il primo Presidente che viene a mancare proprio prima di una stagione elettorale considerata la più importante nella storia della Nigeria. La sua morte aggiunge senza dubbio un ulteriore elemento allo scenario politico, e solo il tempo ne potrà chiarire la valenza. Fino ad allora, possa la sua anima riposare in pace.

Don commenta [in] il post di Solomon chiedendo un momento di silenzio e rispetto durante il periodo di lutto nazionale:

Preghiamo tutti per un periodo tranquillo di lutto nazionale e per una transizione politica senza scossoni. Credo che Yar'Adua abbia lasciato una Nigeria migliore di quella che aveva trovato.

Omosi non ritiene [in] che il Sud ne festeggerà la morte:

Non credo che il Sud festeggerà o niente di simile, la maggior parte dei nigeriani sia meridionali che settentrionali lo credeva già sul letto di morte o comunque morto, perciò sono convinto che la sua dipartita verrà accettata con una scrollata di spalle o quasi. Rispetto ai nostri leader del passato, Yar'Adua è stato piuttosto irrilevante sia per l'incompetenza che per la corruzione.

Don sostiene [in] che la fede cristiana di Jonathan abbia turbato l'equilibrio governativo:

La recente assenza di una leadership causata dalla prolungata malattia di Yar'Adua ha sconcertato sia i nigeriani che gli analisti politici stranieri. Ritengo, tuttavia, che ciò sia radicato alle divisioni regionali all'interno della Nigeria come nazione. Come ho sottolineato in un post dello scorso 12 febbraio, la fede cristiana di Mr. Jonathan sembra aver sconvolto l'equilibrio tra la leadership islamica e quella cristiana all'interno del governo. L'imminente periodo di transizione nella leadership del Paese promette di essere carico di tensioni, e non c'è nessuna garanzia che Jonathan esca vittorioso dalle elezioni del 2011.

In un commento [in] sul blog Grandiose Parlor BRE sostiene che Yar'Adua è stato capace di mostrare al mondo che i nigeriani possono superare generazioni di malgoverno e corruzione:

Porgo le mie condoglianze per la morte del Presidente nigeriano Umaru Yar'Adua. Può darsi che non sia riuscito a realizzare tutto quel che aveva avviato all'inizio del mandato, ma ha mostrato al mondo che i nigeriani possono sconfiggere generazioni di malgoverno e di saccheggi perpetrati finora da ex governanti e dittatori. Ha portato il Paese a compiere progressi in una serie di settori importanti (tra cui la governance responsabile), ha dimostrato che la corruzione endemica e il favoritismo da parte di politici e uomini d'affari potenti può essere sconfitto anche se attraverso un lento e complicato processo, e che la Nigeria è una nazione saldamente indirizzata sulla strada della pace e della democrazia, nonostante gli scossoni a cui abbiamo assistito durante il suo mandato.

Il Presidente Umaru Musa Yar'Adua ci lascia l'eredità di un uomo molto rispettato, con la schiena dritta, pacato ma capace d'imporsi come il leader del Paese più popoloso dell'Africa. È la prima Nigeria post-indipendenza e non posso che augurare al nuovo Presidente Goodluck Jonathan e al popolo nigeriano tutto il meglio per il futuro vicino e lontano.

Taiwo lascia un commento [in] sullo stesso blog dicendo:

Quest'uomo è morto parecchio tempo fa!

Infine, la comunità Nigerians Talk si unisce alla nazione [in] in lutto per la perdita dell'ex leader:

Dopo un lungo periodo segnato da innumerevoli malattie senza nome, il Presidente Umaru Yar'Adua è morto, come confermato dalla sua portavoce, Olusegun Adeniyi. Verrà sepolto giovedi 6 maggio. NigeriansTalk.org si unisce al lutto nazionale per la scomparsa del nostro ultimo leader.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.