chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Tailandia: situazione in stallo, le Camicie Rosse resistono

Bangkok in fiamme; foto di Vaitor

Bangkok in fiamme. Foto di Vaitor

38 morti. 279 feriti.

Le Camicie Rosse vogliono una tregua con i militari, ma il governo insiste nell'esigere che i dimostranti si disperdano prima di procedere a trattative. I soldati stanno già impiegando contro i dimostranti munizioni cariche, giustificate dal governo come un passaggio necessario per ripristinare l'ordine nella capitale.

Le proteste delle Camicie Rosse vanno proseguendo ormai da due mesi. Richiedono le dimissioni del Primo Ministro, secondo loro eletto in maniera illegittima e anti-democratica. Vogliono anche che il Primo Ministro dichiari lo scioglimento del Parlamento e indica nuove elezioni. I negoziati avviati per dirimere le proteste in maniera pacifica sono falliti alcuni giorni fa.

Quest'ultima ondata di violenza è esplosa [in, come tutti gli altri link eccetto ove diversamente indicato] quando il governo ha ordinato un blocco agli accampamenti di protesta e, in seguito, un inasprimento delle reazioni contro i dimostranti. Il governo ha imputato ai “terroristi-dimostranti” [it] le crescenti tensioni e le violenze a Bangkok.

Ecco una Google Map delle aree dove si è mossa la protesta e delle “zone di guerra” a Bangkok:

Visualizza in una mappa più estesa le proteste delle Camicie Rosse da marzo a maggio 2010

Alcuni dei blog che informano in presa diretta sulla situazione a Bangkok sono  Therelive , Vaitor e Legal Nomad. Immagini della situazione critica della capitale sono pubblicate su thaireport, The Nation’s State e Life.

Camicie Rosse. Foto di potapotypoter.

Cosa è successo a Bangkok nelle ultime 24 ore? Ecco un'ulteriore cronologia degli eventi, fornita da The Thai Report:

00:45 – Esplosioni e armi automatiche vicino Saladaeng…
01:40 – Gas lacrimogeno e fuoco di M16…
02:00 – Camicie rosse che ricevono provviste oltremodo necessarie…
03:25 – Innalzate 6 nuove barricate delle Camicie rosse…
03:30 – I veicoli spengono i fari per evitare il fuoco dei cecchini…
03:30 – Soldato colpito al capo a Saladaeng…
09:30 – Il bilancio “ufficiale” di vittime sale a 35…
09:30 – Bombe artigianali scagliate contro le banche Chiang Mai a nord…
09:50 – Un leader rosso intima ai saccheggiatori di tornarsene a casa…
09:50 – Leader rosso: “Non saccheggiate, utilizzate copertoni per bloccare i cecchini…
10:40 – 106 conti bancari congelati per tagliare i fondi alla protesta..
10:50 – Il bilancio dei morti quasi certamente più elevato…
11:35 – Il governo: Fuori entro le 15 di oggi…
13:10 – Migliaia di raffiche sparate nella notte scorsa…
14:25 – Temporali e truppe in avvicinamento…
14:50 – Donazioni di sangue della Croce Rossa al tetto massimo…
14:55 – Gusci di durio utilizzati per far scoppiare pneumatici…
15:10 – Tramonta la speranza di un cessate il fuoco…
15:10 – Dimostranti rifiutano di abbandonare Rajprasong…
16:00 – Intensa sparatoria su Soi Rangnam…
16:10 – Rama IV si scatena in esplosioni e sparatorie…
17:35 – Le stazioni di rifornimento chiuse…
17:50 – Dirottato camion di benzina…
17:55 – Incendio nei pressi di un'autobotte di benzina…
17:55 – Granata lanciata contro una stazione di rifornimento…
18:15 – 6.000 litri di benzina…
18:20 – Il governo concede più tempo ai dimostranti…
18:35 – Rimaste circa 5.000 persone nell'accampamento delle Camicie rosse…
18:40 – Vasti incendi segnalati a Khlong Toei…
18:40 – I residenti in difficoltà possono chiedere aiuto ai numeri 02-338-3677, 02-338-3333 int. 7254…
19:15 – Il turismo a Phuket tocca un nuovo minimo…
19:15 – Thaksin: “Le scene che ho visto superano ogni incubo”…
19:30 – Ospedali e ambulanze in attesa…
19:50 – Truppe a pochi centimetri…
21:00 – CRES mostra video sulla TV nazionale di soldati picchiati, che saccheggiano…
21:05 – Le camicie rosse di Khon Kaen protestano nella sede provinciale…
21:50 – Barricate satelliti fuori Rajaprasong in aumento…
22:00 – Ancora altre dimostrazioni a Latprao…
22:00 – Altre forze inviate a Bangkok…
22:35 – Cecchini vestiti da soldati sparano ai civili da edificio di Cheewathai…
22:45 – Spari e colpi da Din Daeng…
23:10 – Spari in quantità vicino Ratchaprob…
00:35 – Fortissima esplosione nella notte da Rama IV…
00:45 – 7 barricate di protesta sparse in varie parti di Bangkok…
01:00 – Scontri con i dimostranti a Ramkhamhaeng…
01:25 – Segnalati spari a Ramkhamhaeng…

Copertoni in fiamme. Foto di JeabJeab_Mango.

Thailand Crisis scrive sulle battaglie di strada a Bangkok:

È sorprendente. Vi sono combattimenti in vari punti di Bangkok… ma non sono scaramucce…

Fuoco… leggero…. pesante… calibri diversi… singoli colpi…. scoppi… granate… il tipo è un militare… E va avanti da 4 ore!

Abhisit e l'apparato militare stanno vincendo la battaglia (il massacro)… Ma stanno sicuramente perdendo il… futuro.

Un autore anonimo mette in guardia sulla tattica del governo di etichettare i dimostranti come terroristi:

Le decine di dimostranti uccisi l'altra notte sono state presentate come prova della presenza di “terroristi” a giustificazione delle loro uccisioni. Negli ultimi giorni, l'uccisione indiscriminata è giustificata dal fatto che vi sono presumibilmente “500 terroristi” celati nel gruppo principale di dimostranti. Come ha dichiarato un leader della protesta, tale affermazione equivale al rilascio anticipato di 500 certificati di morte per i dimostranti, “terroristi” o meno.

Foto di freakingcat

Tramite Twitter, il corrispondente di guerra Michael Yon e l'avvocato di Thaksin Robert Amsterdam forniscono aggiornamenti in tempo reale sulla situazione a Bangkok. Ecco altre reazioni via Twitter:

MAVinBKK: Sto riscontrando problemi con alcuni cosiddetti giornalisti qui, alcuni sono molto parziali e da credere con precauzione.
PeoplePolitic: RT @photo_journ: “Non sono una #redshirt. Il mio governo non deve uccidere la gente”
disambiguated: #redshirt – chiusi la maggior parte dei negozi e dei ristoranti nel Suk inferiore. Mai vista una cosa del genere, neanche nelle ore piccole. Scarsi anche gli ambulanti.
rrystrom: Gli idioti delle #redshirt stanno sparando anche ai camion di benzina….

Manifestazione delle Camicie Rosse

Raduno di camicie rosse. Foto di newley

Suthichai, capo-redattore dell'autorevole quotidiano di Bangkok The Nation, ha pubblicato una lettera aperta in cui critica la copertura “di parte” della CNN. Ma la CNN è davvero di parte?:

…le citazioni e le dichiarazioni sembrano essere state acquisite solo da leader della protesta antigovernativa e dai loro seguaci/simpatizzanti. Ancora, tutti i dettagli sulla posizione del governo arrivano da fonti secondarie. Non sono state mostrate interviste dirette con funzionari governativi; non sono apparse nterviste o dichiarazioni con testimoni di semplici residenti o civili di Bangkok senza legami con i dimostranti, in particolare coloro che hanno subito attacchi o danni per mano dei dimostranti.

È circolato anche un video da cui risulta che Camicie Rosse abbiano usato un bambino come scudo umano [thai] contro i soldati che avanzavano. Questo infine un altro filmato diffuso da un cittadino sulle manifestazioni delle Camicie Rosse.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.