chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

India: sentenza sulla tragedia di Bhopal: inutile e tardiva?

Manifestazione a Bhopal

Manifestazione a Bhopal – Foto di obbino su Flickr, usata con licenza Creative Commons

Nella notte tra il 2 e il 3 dicembre del 1984, l'India fu colpita dal peggior disastro industriale [it] della storia mondiale, dove tonnellate del micidiale gas isocianato di metile (MIC) [it] e altre tossine fuoriuscirono da una fabbrica di pesticidi della Union Carbide India (UCIL) [en] a Bhopal, nel Madhya Pradesh, con una conseguente esposizione su larga scala che causò migliaia di morti e menomazioni che colpirono un numero molto maggiore di vittime.

Trascorsi oltre 25 anni, un tribunale di Bhopal ha pronunciato un verdetto [it] di colpevolezza nei confronti del braccio indiano della Union Carbide e condannato otto ex-funzionari dell’UCIL (tutti indiani), in quanto colpevoli secondo le sezioni 304-A (morte causata per negligenza), 304-II (omicidio colposo), 336, 337 e 338 (grave negligenza) del codice penale indiano. Sono stati condannati a 2 anni di reclusione ciascuno e a una multa di 100.000 rupie (circa 2.097 dollari Usa). L’UCIL ha subìto una multa di 500.000 rupie (circa 10.483 dollari ).

Tuttavia nel verdetto non è stata fatta menzione di Warren Anderson [en], l'allora presidente della Union Carbide Corporation, mai presentatosi in tribunale, fuggito dal Paese e dichiarato latitante per essersi rifiutato di tornare in India dagli Stati Uniti e sostenere un processo.

Nell'attesa della sentenza, c'erano state molte speculazioni e anticipazioni sin dal mattino. La maggior parte degli indiani sembrava comunque ritenere il verdetto troppo tardivo per poter davvero aiutare e riparare i danni alle vittime della tragedia di Bhopal. Intanto Twitter ferveva di innumerevoli commenti che riflettevano tali posizioni – in una gamma che oscillava tra speranza e scetticismo.

viral_gandhi11 : Oohh sentenza sulla tragedia del gas di Bhopal, oggi! Spero che il mio amico che ha perso il padre nella tragedia ottenga un po’ di giustizia, anche se ormai è troppo tardi!

senthilkumarc : La tragedia del gas di Bhopal… Oggi è il giorno del giudizio. Spero che il verdetto possa offrire piena giustizia, anche se l’Ufficio centrale per le indagini ha già indebolito il caso.

chaitannya : Dopo 26 anni … il giorno della sentenza per la tragedia di Bhopal è arrivato. Come al solito i pesci grossi sono sfuggiti al processo.

Divyeshn : La giustizia tardiva è giustizia negata. @Bhopal verdetto sulla tragedia del gas.

rameshsrivats : Un verdetto dopo 26 anni. La vera tragedia di Bhopal è la nullità del sistema giudiziario.

Alcuni netizen hanno iniziato rapidamente a tracciare un parallelo tra la lunga saga di Bhopal e la prontezza con cui è stato affrontato il recente disastro ambientale del Golfo del Messico [it], causato dalla fuoriuscita di petrolio dalla piattaforma Deepwater Horizon gestita dalla British Petroleum.

shahhameed : tragedia di Bhopal: il governo indiano dovrebbe giudicare Union Carbide responsabile allo stesso modo in cui gli Stati Uniti stanno facendo con la BP per la fuoriuscita di petrolio

Le reazioni al verdetto hanno preso subito a moltiplicarsi. Cittadini e attivisti che hanno lottato per la causa delle vittime nel corso degli ultimi 25 anni sentono che [en] il governo, l'ufficio investigativo e la magistratura non solo hanno abbandonato la gente di Bhopal, ma hanno creato un precedente pericoloso rispetto al modo in cui le grandi società straniere possono aprire industrie nel Paese, vale a dire con scarsa responsabilità sociale.

Il blogger Guhan Saravanan scrive [en]:

Ci sono voluti 25 anni per condannare otto persone e spedirle dietro le sbarre per un totale di due anni. In India, nessuno è sorpreso – certe cose richiedono tempi simili. E quando è per un disastro industriale della dimensione di Bhopal, è del tutto naturale, perché vi sono coinvolte le stesse autorità indiane. Mentre il governo e l'industria hanno litigato su chi dovesse subire l’onere dell'evento, quanto bastasse come risarcimento e in che modo erogarlo, le vittime hanno continuato a soffrire e non sono mai state debitamente compensate. Le richieste per la riabilitazione e l'assistenza medica sono cadute nel vuoto così come una rianalisi delle situazioni personali.
La tragedia del gas di Bhopal si è rivelata essere un caso in contrasto tra umanità e diritti umani.

Di seguito ulterori reazioni via Twitter subito dopo il verdetto:

Mohit_Panwar : Verdetto sulla tragedia del gas di Bhopal, oggi. La condanna massima è di 2 anni. È come uccidere quelle 15.000 persone innocenti per la seconda volta. Mi vergogno. E voi?

parthi_trends : Questo verdetto del tribunale può essere considerato come la tragedia di #Bhopal parte seconda…

Supriya1310 : Otto condannati per la fuga di gas a Bhopal si prendono due anni di prigione dopo 25 anni .. fermi tutti! È mica uno scherzo?

jeyaganesh: Oltraggio! I colpevoli della perdita di gas a Bhopal l’hanno scampata.

shekharkapur: Se ‘Bhopal’ fosse avvenuta negli Stati Uniti, l'azienda e tutte le compagnie di assicurazione sarebbero state spazzate via dalla somma richiesta loro a titolo di risarcimento.

savvysliver: Il tribunale indiano giudica 7 colpevoli per il disastro di Bhopal, hanno ucciso migliaia di persone e se la cavano con uno schiaffetto sulle mani.

AdvaitBorate:Troppo poco e troppo tardi per la tragedia del gas di Bhopal :(

Contattata per offrire le proprie reazioni al verdetto, la Union Carbide se ne è lavata le mani [en], sostenendo che responsabile e parte in causa era la Union Carbide India, e non loro (cioè la casa madre Union Carbide o i suoi funzionari), dato che il caso è sotto la giurisdizione dei tribunali indiani.

Mentre l'opposizione ora cita in Parlamento il caso Bhopal per chiedere un ripensamento [en] sulla controversa proposta di legge sulla responsabilità nucleare [it], il giornalista e opinionista Madhavan Narayanan [en] riassume forse nel modo migliore la situazione con questo tweet:

Cerchiamo di spostare il paradigma dalla responsabilità sociale d’impresa (CSR, corporate social responsibility) a corporate social accountability (CSA) [nel secondo caso, contrariamente al primo, l’impresa è perseguibile e sanzionabile nel caso in cui compia violazioni, e inoltre il processo non può essere soltanto basato sulla volontaria autoregolamentazione da parte dell'impresa. Maggiori dettagli qui [it]].

Crediti per le foto: obbino su Flickr

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.