chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

18 luglio, Mandela Day: buon compleanno, Madiba!

Mandela in costume tradizionale

Nelson Mandela.
Fonte: www.ambassadors.net

Molti sanno che Nelson Mandela ha trascorso 27 anni della sua vita nel carcere di Robben Island [en, come tutti gli altri link eccetto ove diversamente indicato], appena fuori CapeTown, in Sud Africa. Quel che tanti invece non sanno è che Madiba (nomignolo con cui viene affettuosamente chiamato nel Paese) ha lottato per 67 anni contro razzismo e povertà. Oggi, domenica 18 luglio 2010, l'ex presidente sufricano compie 92 anni, e negli ultimi 16 anni i connazionali hanno celebrato il compleanno di Madiba sempre con grande passione ed entusiasmo. Nel 2002 fu lo stesso Mandela [it] a lanciare una campagna globale di consapevolezza e prevenzione sull'HIV/AIDS nel giorno del suo compleanno, nota come 46664, il suo numero di matricola nel carcere di Robben Island.

Nel 2009, il successo della campagna 46664 e gli eventi annessi, si trasformarono in quello che oggi è noto come il “Mandela Day”, una giornata in cui persone di varie parti del mondo dedicano 67 minuti a creare un mondo migliore per tutti. Spiegano gli organizzatori:

Avevamo deciso che non poteva esserci nulla di più adatto che celebrare ogni anno il compleanno di Madiba con una giornata dedicata all'attività che ne ha caratterizzato la vita, tramite le sue organizzazioni di beneficienza, e assicurare così durata perenne a quanto aveva fatto.

Il Mandela Day del 2009 ha registrato un successo clamoroso in Sud Africa. A tal punto che quello del 2010 sarà il primo Nelson Mandela Day di carattere internazionale, come segnala Joburg:

Il 18 luglio 2010 sarà il primo Nelson Mandela International Day. Le Nazioni Unite, nel novembre 2009, hanno infatti approvato una risoluzione che dichiara il 18 luglio giornata internazionale dedicata ad attività umanitarie. È la prima volta che l'ONU ha dedicato un giorno internazionale a un singolo individuo riconoscendo in lui un simbolo di speranza per coloro che sono oppressi e messi ai margini.

Sebbene la giornata sarà celebrata in tutto il mondo,  è stata scelta Madrid, in Spagna, per ospitare il concerto che celebrerà ufficialmente il primo Nelson Mandela International Day, dove parteciperà fra gli altri BB King.

Anche New York ospiterà un concerto celebrativo, mentre un’installazione che celebra la vita e le azioni di Nelson Mandela è stata realizzata nel Grand Central Terminal per ricordare il Mandela Day 46664. L'installazione mostra sei parole in movimento illuminate in 3-D: agire, ascoltare, guidare, unire, imparare e parlare. La parte anteriore di ogni parola mostra messaggi chiave che rivelano i valori di Mandela ed ispirano i visitatori a impegnarsi concretamente.

La Nelson Mandela Foundation informa:

In Italia, il Consiglio comunale di Firenze, in collaborazione con il Mandela Forum, ha realizzato un video su Mandela, che verrà trasmesso insieme al film Invictus [it] al Mandela Forum e nei cinema all'aperto di Firenze. Il Consiglio comunale è impegnato a sostenere il Mandela Day e incoraggia tutti i cittadini a prendere parte al movimento globale anche per gli anni a venire sottoscrivendo una risoluzione a sostegno del Mandela Day.

L'appello di Mandela all'azione è stato recepito anche a Cuba:

La commissione per le Relazioni Estere del parlamento cubano oggi ha approvato, in seduta straordinaria, una risoluzione per commemorare il 18 luglio di ogni anno l'International Day di Nelson Mandela.

I cittadini sudafricani hanno accolto l'appello a dedicare 67 minuti della loro giornata a migliorare la vita dei concittadini. Una serie di attività sono state programmate in varie parti del Paese e ognuno può dedicarvi attività volontaria in ogni momento.

Il pastore MosaSono chiede:

Chi viene con noi a Chris Hani Bara domani @08h30 per una campagna di pulizia per i 67 minuti del Mandela Day?

MuffinMegain fa sapere:

Celebreremo il Mandela Day domenica allo Zoo Lake aiutando a pulire il luogo dove viviamo!

Un blogger di Hope Blog dice che il Mandela Day non dovrebbe essere considerato una vacanza:

Ognuno di noi può fare un piccolo passo e i nostri sforzi collettivi possono davvero cambiare il mondo. Il Nelson Mandela Day non è una vacanza, è un giorno in cui possiamo ritrovarci tutti insieme nell'azione.

Aiutaci a condividere la visione di Nelson Mandela per un futuro migliore per tutti, fai qualcosa di concreto in questo weekend e parla di noi sulla tua pagina Facebook. Ti serve qualche idea? Il nostro staff di volontari è pronto a condividere le proposte anche su Facebook dove ci sono 67 idee su come cambiare il mondo in meglio.

Così alcuni agricoltori a Stellenbosch, in Sud Africa, onoreranno il Mandela Day:

Gli agricoltori della zona hanno esortato un gruppo di volontari a trascorrere con loro 67 minuti domenica per celebrare l'International Mandela Day.

Il gruppo “Donne in agricoltura” ha destinato un pezzo di terra a donne senza lavoro, dando loro la possibilità di portare del cibo in tavola.

L'iniziativa ha lo scopo di alleviare la discriminazione di genere all'interno del settore agricolo.

Il blogger tanzaniano, Simba Deo, enfatizza il valore del sacrificio personale:

Nel dare riceviamo
Nell'amare siamo amati
Nel sacrificarci per gli altri ci sacrifichiamo per noi stessi
Il sacrificio per gli altri è la chiave per avanzare nella pace, nello sviluppo sostenibile, nel sostenere la libertà e la giustizia. L'opposto significherebbe la ricerca del tornaconto personale. Qualunque cosa facciamo dovremmo farlo perché ci crediamo e farlo per l'umanità, non per gloria personale.

Dorin e il Bush Warriors Clan si preparano a onorare Mandela proteggendo la natura e l'ambiente:

Le cose incredibili compiute da Nelson Mandela vanno al di là di quanto possa fare un essere umano, poiché si è dedicato anche alla natura e all'ambiente. Proprio come nel sogno per i diritti umani, Nelson Mandela ha anche sognato che la natura selvaggia africana fosse unificata e in pace nei vari Paesi. Mandela una volta disse a un giornalista del National Geographic, Peter Godwin, “Sogno di un'Africa che sia in pace con se stessa… Sogno la realizzazione dell'unità africana, dove i leader uniscano le forze per risolvere i problemi del continente. Sogno i nostri vasti deserti, le nostre foreste e la nostra immensa giungla. Non dobbiamo mai dimenticare il dovere di proteggere l'ambiente. I parchi transfrontalieri sono un modo per concretizzare questo sogno.”

Recentemente ha lanciato un piano per salvare gli elefanti africani con l'implementazione del ‘Corridoio degli Elefanti’. È grazie all'attivo impegno della sua organizzazione, Peace Parks Foundation, insieme a Richard Branson, Mike Humphries e Virgin Unite che questo sogno diventerà realtà.

Da non dimenticare poi l'iniziativa “Bikers for Mandela Day” – un gruppo di 21 motociclisti (tra cui Morgan Freeman [it], attore USA che ha impersonato Mandela nel film Invictus) che stanno facendo un viaggio di sei giorni attorno a Cape Town per diffondere il messaggio di Mandela.

E se non siete ancora convinti, date uno sguardo a quest'appassionante video-appello di The Elders, progetto di leader globali avviato nel 2007 dall'imprenditore Richard Branson e dal musicista Peter Gabriel.

Nel corso della sua ultima visita internazionale a Londra, nel giugno del 2008, Madiba ha detto:

Tocca ora alle prossime generazioni proseguire la lotta contro l'ingiustizia sociale e per i diritti dell'umanità. È tutto in mano vostra.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.