chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Bangladesh: controversie e proteste diffuse sui terreni requisiti per progetti edilizi

La popolazione del Bangladesh è in aumento e si assiste a una crescente richiesta di terreni da adibire a progetti edilizi. Essendo già considerato un Paese densamente popolato, la ricerca di zone da edificare appare un compito arduo. Le forze politiche ed economiche s'impadroniscono delle terre statali [en, come i link successivi, eccetto ove diversamente indicato] e private, mentre la polizia e la legge riescono a stento a proteggere i diritti della gente comune.

Shahjahan Siraj, in un podcast diffuso sul Panos London, descrive la trasformazione dei proprietari terrieri in mendicanti per via delle dispute in corso:

Le dispute sui terreni rappresentano la grande maggioranza dei casi giudiziari in Bagladesh. Di solito vince chi è ricco e potente.

Recentemente nell'area di Upazilla di Rupganj [bn], nei pressi della capitale Dacca, si sono registrati nuovi furti di terreno. Le proteste dei proprietari si sono poi rivelate mortali, con oltre 50 persone ferite e un morto (altre tre mancano all'appello), a seguito degli scontri con le forze di sicurezza. Almeno 10.000 persone hanno chiesto la cancellazione della decisione da parte del governo di acquisire circa 5.000 bighas (approssimativamente 670 ettari) di terreno nel Rupganj per un progetto edilizio a scopi militari. La polizia ha sporto denuncia ai danni di circa 4.000 persone per atti vandalici come conseguenza dell'incendio di un campo militare.

Secondo le testate d'informazione [bn], sei mesi fa l'esercito aveva costruito 4 campi nell'Upazilla di Rupganj, dando così avvio all'acquisizione dei terreni. Gli abitanti locali testimoniano come il personale stesse facendo pressioni perché svendessero le proprie terre a prezzi bassissimi.

Secondo un comunicato stampa di Inter Services Public Relations, un gruppo segreto avrebbe istigato i proprietari terrieri e gli abitanti del luogo diffondendo voci “ostili” e “terribili” contro l'esercito e il progetto edilizio militare della regione. Viene anche negata l'esistenza dei campi militari, classificandoli come uffici temporanei diretti da autorità militari per facilitare il progetto.

Mappa del Progetto edilizio militare, AHS (Army housing scheme)

Mappa del Progetto edilizio militare (AHS). Foto concessa da Dinmojur

Alcuni blogger regiscono con rabbia a questi incidenti. Su Somewherein Blog Dinmojur descrive in dettaglio [bn] il progetto edilizio militare e l'approccio dell'esercito per acquisire l'ingente quantità di terreno necessario (670 ettari):

জমি কেনা বেচার সামান্য অভিজ্ঞতা যার আছে, তারা সহজেই বুঝবেন, একসাথে এত জমি কখনই সেচ্ছায় মানুষের কাছ থেইকা কিনা যায়না। ভিটাবাড়ি, পারিবারিক কবরস্থান এবং টিকে থাকার একমাত্র অবলম্বন কৃষিজমিটুকু কে-ই বা স্বেচ্ছায় বেচতে চায়! [..]

ফলে আর্মি তেরছা রাস্তা ধরলো। [..] ইউনিফর্ম এর জোর দেখায়া তারা ২৪ টি মৌজায় সব ধরণের জমি কেনা বেচা বন্ধ কইরা দিল। তাগো সাফ কথা, জমি যদি কেউ বেচতে চায় তাইলে সেনাবাহিনীর কাছে বেচতে হইব। আর জোর জবরদস্তিই যখন করতেই হইল তখন আবার ন্যায্য দাম কিসের?

Quanti hanno un'idea anche vaga sulla compra-vendita dei terreni sanno che non è mai possibile comprare così tanta terra senza l'uso della forza. Non tutti vogliono vendere la casa degli antenati, le tombe di famiglia e i propri mezzi di sostentamento. [..]
Per questo motivo l'esercito ha intrapreso il compito con decisione. [..] Facendosi forza con l'uniforme, hanno bloccato ogni compra-vendita della terra in 24 ore. Hanno imposto le loro richieste: chiuqnue avesse voluto vendere dei terreni, doveva semplicmente cederli all'esercito. E potendo affermare il loro potere, perché mai acquistarli al giusto prezzo?

Il blogger evidenzia come l'approvazione formale al progetto da parte delle autorità terriere sia tutt'ora in sospeso. Tuttavia, il progetto AHS ha già ottenuto il pagamento per l'insediamento da potenziali acquirenti – molti ufficiali militari coinvolti nel progetto stesso. Il blogger sottolinea inoltre il crescente coinvolgimento economico dell'esercito. Un recente documentario della BBC rivela infatti [en] come l'esercito sia diventato un grande conglomerato di interessi.

Tuttavia, il blogger Osthir Prithibi mette in discussione [bn] l'eccessivo criticismo e la negatività ostentata contro l'esercito e chiede cautela nel giungere a conclusioni affrettate senza adeguate informazioni.

Il blogger e giornalista Maskwaith Ahsan, sempre su Somewherein Blog, si mostra frustrato [bn] per la politica che si cela dietro quest'incidente e lo scaricabarile continuo:

এখনো আমরা চালাক মানুষরা ভাবছি,আগুন লেগেছে রুপগঞ্জে। আমাদের কী। আগুন কতো দ্রুত আপনার চৌকাঠে আসতে পারে তাতো জানিনা আমরা। আমাদের বালিতে মুখ গুজে দেশপ্রেম বিলাসের নিষ্কর্মতায় আমরা নূরহোসেন, রিসিল, জামালদের লাশের অংক কষে যখন ব্রেকিং নিউজ দেখছি,

তখন যুদ্ধাপরাধীরা রুপগঞ্জের ঘটনাকে কীভাবে ঘোলা করে যুদ্ধাপরাধীদের বিচার পন্ড করা যায় তার রেসিপি তৈরী করছে।বিএনপি এখন ত্যানা পেচিয়ে আওয়ামী লীগকে অজনপ্রিয় করে তুলবে। কারণ বিএনপির শয়নে সপনে জাগরণে শুধু ক্ষমতায় যাওয়া। দেশের চেয়ে দল বড়। মানুষের চেয়ে জমি বড়।

Noi persone intelligenti siamo ancora lì a contemplare – c'è fuoco nel Rupganj, e allora? Non sappiamo quando il fuoco raggiungerà le nostre case. Affondiamo la nostra testa nella sabbia, nel piacere e nella passività mentre vediamo scorrere le ultime notizie…Nur Hussain, Richil, Jamal… tutti questi cadaveri…

Poi i criminali di guerra proveranno a sfruttare questo incidente per bloccare i processi contro di loro, il BNP (Partito d'opposizione) proverà a diminuire la popolarità della lega Awami (Partito al governo). L'unico obiettivo del BNP è quello di tornare nuovamente al potere. Il Partito è più importante del Paese. E, ovviamente, la terra è più importante delle persone.

Infine, Mustak Khasru scrive [bn]:

ষোল কোটি চৌচল্লিশ লক্ষ মানুষ যে দেশে বসবাস করে সেই দেশে ভুমি অধিগ্রহনের জুজুটি আইন করে বন্ধ করে দিতে হবে। [..] কৃষি নির্ভর দেশের আবাদী জমির পরিমান জ্যামিতিক হারে কমছে তা এখনি বন্ধ করতে না পারলে সামনে মানুষ মানুষের মাংশ খেতেও দ্বিধা করবে না।

La legge sull'acquisizione dei terreni, in un Paese con 166.4 milioni di abitanti, dovrebbe essere abrogata. Il terreno coltivabile, in questo Paese basato sull'agricoltura, sta diminuendo in maniera esponenziale. Se non fermeremo questo processo, la gente soffrirà la fame e diventerà carnivora.

Le proteste di Rupaganj forse hanno fatto capire alla gente che la classe medio-bassa ha superato la paura dell'esercito in questo Paese democratico — ma è la stanca classe media che deve darsi una mossa.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.