chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Ucraina: ennesima rissa violenta in Parlamento, riflesso del clima poco sereno nel Paese

Il 16 dicembre scorso il Parlamento ucraino è stato teatro [en] di una violenta rissa, che ha mandato all'ospedale almeno quattro deputati con ferite a vari livelli di gravità.

La situazione è sfuggita di mano nel tardo pomeriggio di giovedì 16, dopo che il Partito delle Regioni [it], filo-presidenziale, ha invaso il banco più alto del Parlamento, occupato dai membri del Blocco di Yulia Tymoshenko [it], che protestavano contro i procedimenti penali pendenti sulla loro leader.

Numerosi i commenti online di generale frustrazione alla vista dello spezzone [uk, come gli altri link eccetto ove diversamente indicato] di filmato mandato in onda dal canale TV Channel 1+1 (qui il video su YouTube), che mostrano i deputati filo-presidenziali imprecare e lanciare sedie contro gli oppositori.

Lola scrive:

Гидко і страшно. І це еліта нашої країни! Матюкаються як не знаю хто… братва біля влади, тепер вони це регулярно демонструватимуть(.

Tutto ciò è disgustoso e spaventoso. E questa dovrebbe essere l'élite del nostro Paese! Bestemmiano come non so chi… teppisti che hanno il potere, adesso lo dimostreranno ancora.

Anche layer è amareggiato dal comportamento dei deputati:

за що голосували- те й отримали це відео ще раз засвідчить Європі, яка в Україні “демократія”

Abbiamo votato così: ecco quanto abbiamo ottenuto. Questo video mostra nuovamente all'Europa quale genere di “democrazia” si ritrovi l'Ucraina.

Anche se questa non è stata la prima volta in cui un gruppo di deputati fa ricorso alla violenza (vedere qui un precedente post [en] di Global Voices), questo caso sembra aver stabilito un nuovo livello di bassezza, visto il grado di aggressione organizzata. Gli stessi deputati ne sono rimasti allibiti.

Un membro del Blocco di Yulia Tymozhenko, Andriy Shevchenko, (@ashevchha condiviso il seguente messaggio, mentre si trovava nel bel mezzo della mischia in aula:

У Гнаткевича тиск 280 на 100. Реально шкода. Старший крихітний чоловік

Кріпко пом'яли старого Гнаткевича і Василя Кравчука

У Бондаренка перелом руки. Забрала швидка

Просто звірі. Обличчя всі ті самі. Наступний раз регіонали будуть штурмувати з ножами

La pressione sanguigna di Hnatkevych è di 280 su 100. E’ una vergogna. E’ un uomo piccolo e anziano.

Il vecchio Hnatkevych e Vasyl Kravchuk sono stati colpiti molto duramente.

Bondarenko ha un braccio rotto. E’ stato portato via in ambulanza.

Sono solo degli animali. Hanno i loro stessi musi. La prossima volta il Partito delle Regioni attaccherà con i coltelli.

In risposta, @privet_bank suggerisce [rus] di istituire una legge speciale volta a rafforzare il potere d'intervento degli ufficiali addetti al mantenimento dell'ordine in Parlamento:

Уважаемый @ashevch, а почему до сих пор нету Парламентских Приставов в Раде? США такое проходили уже. Sergeant At Arms

Caro @ashevch, perchè non sono ancora stati istituiti ufficiali giudiziari alla Rada [il Parlamento ucraino]? Negli Stati Uniti è già stato avviato un simile procedimento legislativo. [Qui [en] il rimando al regolamento del Senato statunitense sulla figura del Sergeant At Arms (en)].

Secondo i media, l'assalto al Parlamento era stato pianificato per le 7 del pomeriggio, ora in cui, solitamente, la maggior parte dei giornalisti ha già lasciato l'edificio.

Il deputato dell'opposizione Volodymyr Aryev, che ha filmato con il cellulare alcuni colleghi mentre discutevano sull'organizzazione dell'assalto, riporta:

Вони йшли по коридору ВР до сесійної зали, наче справжня банда на розборки. Ви би бачили ці обличчя… […] Жахливо і сумно, до чого докотилися ми, докотилася країна.

Hanno percorso il corridoio del Parlamento verso l'Aula con l'atteggiamento di una vera e propria gang che si reca a uno scontro già organizzato. Avreste dovuto vederne le facce. E’ terribile e triste notare quanto siamo regrediti, quanto sia tornato indietro il nostro Paese.

Anche i  messaggi su Twitter di @ashevch dall'Aula del Parlamento fanno venire il sospetto che ci sia stato un certo livello di pianificazione:

[…] Дуже темно. Перед штурмом погасили майже все світло

[…] E’ veramente buio qui. Quasi tutte le luci sono state spente in vista dell'assalto.

D'altra parte, il membro del Partito delle Regioni, Oleh Tsariov [en], che ha partecipato all'assalto, ha accusato di “teatralità” gli oppositori feriti e l'arrivo delle ambulanze.

Un giornalista e blogger, Oleksandr Hun’ko, conclude tracciando un parallelo tra la violenza fisica nel Parlamento e l'aggressività retorica dei funzionari di governo:

Нічого дивного в цьому нема. Такий у нас рівень влади. Президент не соромиться на погрози — “повідривати голови” чи “повідбивати руки”. Його слова тут же повторюють губернатори. […]

Слова мають здатність матеріалізовуватися. У квітні в парламенті так віддухопелили депутата Олеся Донія, що він кілька тижнів провів у лікарні, переніс операцію на спині. Нікого за це не покарали. У минулий четвер народні обранці знов зійшлися врукопашну в сесійній залі.

Tutto ciò non deve affatto sorprendere. Questo è il livello del nostro governo. Il Presidente non si vergogna dei toni delle sue minacce: “gli svito le teste” o “gli stacco le mani”. Le sue affermazioni vengono immediatamente riprese dagli altri membri governativi. […]

Le parole tendono a concretizzarsi. Ad aprile il deputato Oles’ Doniy venne picchiato così duramente da dover trascorrere qualche settimana in ospedale e sottoporsi a un intervento alla spina dorsale. Nessuno è stato ritenuto responsabile dell'accaduto. E così, di nuovo, giovedì scorso, funzionari eletti si sono presi a pugni nell'aula del Parlamento.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.