chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Arabia Saudita: molti i ‘tweet’ che criticano l'arrivo dell'ex presidente tunisino

Venerdì 14 dicembre, poco dopo la fuga dalla Tunisia dell'ex presidente Zine El Abidine Ben Ali, blogger e utenti Twitter hanno iniziato a discutere [en, come tutti gli altri link di questo post eccetto dove indicato] sulla possibile destinazione del suo aereo. Secondo alcuni poteva trattarsi della Francia, mentre altri sostenevano che si stesse dirigendo verso gli Emirati Arabi Uniti. Com'è risultato in seguito, la destinazione finale di Ben Ali è stata l'Arabia Saudita – lo stesso Paese che aveva accolto il dittatore ugandese Idi Amin [it] dopo la caduta del suo regime.

Su Twitter, @ollieleach ha subito osservato:

E così il presidente della Tunisia è sbucato in Arabia Saudita. La stessa destinazione d'esilio di Idi Amin… Interessante.

Notando una certa tendenza su Twitter, @weddady commenta così la reazione del popolo saudita di fronte all'accoglienza di Ben Ali nel loro Paese:

Interessante: in seguito alle voci che consideravano l'Arabia Saudita la possibile destinazione di Ben Ali, gli utenti sauditi di Twitter (#Saudi) si sono ritrovati sul social network per chiedere al loro governo di non accoglierlo. #sidibouzid

Infatti, il popolo saudita si è espresso con molta determinazione sulla piattaforma di micro-blogging. @radicalahmad afferma:

Caro popolo della #TUNISIA: sono un Saudita (#Saudi) e vi assicuro che il fatto di accogliere Ben Ali (#benali) nella città di Jeddah (#jeddah) non è un volere comune a tutti nel mio Paese. #NOTINMYNAME

@Dima_Khatib ricorda a chi la segue su Twitter che la decisione di accogliere Ben Ali in Arabia Saudita non è stata presa dal popolo:

Per favore ragazzi, ve lo ripeto: non serve a niente attaccare i Sauditi per aver accolto Ben Ali. Loro non hanno nulla a che vedere con le decisioni della Famiglia Reale. #Saudi

Infine, l'autore del blog Saudi Jeans, così come il popolo tunisino, esprime il suo disappunto nei confronti dell'Arabia Saudita per aver dato il benvenuto a Ben Ali:

Oggi è stato un giorno davvero straordinario per la Tunisia. Dopo quattro settimane di proteste, il presidente Zine el-Abidine Ben Ali è fuggito dal Paese. Questa è forse la prima volta che assistiamo alla vittoria di un popolo arabo sul suo leader. Sono felice per i Tunisini e molto orgoglioso di loro. Sono inoltre particolarmente entusiasta per i miei amici Sami bin Gharbia [en, fr, ar] e Slim Amamou [fr], che per anni hanno lavorato incessantemente affinché arrivasse questo giorno. L'unica cosa che mi ha infastidito è stato il fatto che l'Arabia Saudita abbia accolto il dittatore estromesso, offrendogli rifugio nella nostra patria. Ma, per ora, godiamoci questo momento storico. E speriamo che possa avere un effetto domino in tutto il Medio Oriente.

1 commento

  • […] di morti) e fugge in Arabia Saudita. Le reazioni su Twitter dai paesi arabi, e la reazione al suo arrivo in Arabia Saudita. Nel nuovo governo tunisino un  noto blogger diventa ministro, in rete se ne […]

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.