chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Arrivano Wikileaks, Thaileaks, Indoleaks, Pinoyleaks nei Paesi del Sud-est Asiatico

Nel sud-est asiatico sono nati tre cloni di Wikileaks [en, come tutti i link successivi]: Thaileaks in Thailandia, Indoleaks in Indonesia e PinoyLeaks nelle Filippine, creati questo mese al fine di sostenere il lavoro iniziato da Wikileaks e rendere noti nei rispettivi Paesi documenti di stato segreti.

Thaileaks ha ridato vita a Wikileaks in Tailandia, dove il governo ne aveva bloccato l'accesso

Per ragioni ignote, il governo ha bloccato l'accesso al sito di Wikileaks. Pertanto i frequentatori abituali del web sono stati privati della possibilità di prendere parte al movimento di libertà attualmente in Rete. Ciò è inaccettabile, in qualunque parte del mondo avvenga. Di conseguenza, abbiamo reso direttamente scaricabili tutti i contenuti di Wikileaks legati alla Tailandia.

Nota – Non si tratta di mancanza di rispetto nei confronti dello Stato tailandese o della famiglia reale, bensì di lotta per la libertà d'informazione.

thaicables ha pubblicato documenti di Wikileaks correlati alla Thailandia

Con il rilascio di circa 3.000 cable dell'ambasciata statunitense a Bangkok, dal 2005 al febbraio 2010, è solo questione di tempo prima che il Ministro dell'Informazione (MICT) blocchi l'accesso ai testi pubblicati da Wikileaks.

Non crediamo nella censura e pensiamo che chiunque in Tailandia abbia il diritto di accedere ad ogni informazione disponibile su internet, comprese quelle di Wikileaks. Ecco perché è nato questo blog.

Il sito Indoleaks è stato lanciato il 10 dicembre scorso, in occasione della celebrazione della giornata dei diritti umani. Il suo slogan recita: “Sebab informasi adalah hak asasi”, cioè: “Perché l'informazione è un diritto umano.”

Due giorni dopo il lancio, Indoleaks ha segnalato che oltre 100.000 documenti erano già stati scaricati dai visitatori del sito. Dopo una settimana le visite sfioravano il milione.

Ad oggi, sono stati pubblicati documenti governativi relativi all'assassinio dell'attivista Munir, alle eruzioni del vulcano Sidoarjo e la trascrizione di una conversazione tra leader indonesiani e statunitensi riguardo la politica indonesiana sul Timor Est prima dell'invasione del dicembre 1975.

Uppercaise, in riferimento al significato di Indoleaks, spiega:

Si appella al pubblico indonesiano per presentare documenti originali senza l'opinione del mittente, pubblicandoli in forma anonima. Ha garantito che non pubblicherà dettagli di conti correnti bancari, storie mediatiche e altri dettagli personali.

Inoltre, sui difetti del sito, dichiara:

Sfortunatamente, Indoleaks è caratterizzato da un leggero dilettantismo, con documenti già pubblicati su siti pubblici come Google Docs, e il proprietario del sito utilizza un indirizzo email su Gmail; ciò fa aumentare le preoccupazioni relative alla sicurezza dei documenti pubblicati e la tutela nei confronti delle cable in forma anonima.

Per il momento pare che il sito non utilizzi comunicazioni criptate, né tanto meno che fornisca ai visitatori consigli relativi all'anonimato su internet o a sistemi sicuri per tutelare la propria identità quando navigano o forniscono dati personali.

L'1 febbraio 2011 PinoyLeaks inizierà a pubblicare notizie riservate su casi di corruzione nelle Filippine.

PinoyLeaks è un'organizazione non-profit finalizzata a rivelare la corruzione presente nel governo nazionale e locale delle Filippine, diffondendone le prove nella blogosfera. Abbiamo un sistema solido e sicuro tramite cui varie fonti ci forniscono notizie in forma anonima.

PinoyLeaks è simile a Wikileaks, ma la sua missione è specificamente focalizzata a rendere noti solo i casi di corruzione nelle Filippine, e lavora con i blogger anziché con le testate tradizionali. Spetta quindi ai blogger decidere se diffondere o meno simili notizie.

Il sito precisa di non avere alcun legame con Wikileaks:

Vogliamo enfatizzare il fatto che stiamo liberandoci dalla scia del sito di Wikileaks, con il quale non abbiamo alcun rapporto, ufficiale o ufficioso.

Aiutate PinoyLeaks a svuolgere un ruolo nella trasformazione della Filippine da Paese del terzo mondo povero e corrotto a nazione moderna.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.